Utente 497XXX
Gentili dottori,
sono cortesemente a chiedere un parere.
Ho 38 anni, da circa 2 anni soffro di prostatite non batterica, diagnosticatami dal mio urologo dopo tutti gli accertamenti del caso.
Si presenta di solito nei cambi di stagione, dura pochi giorni (cura con semplici antinfiammatori), sensazione di pesantezza ma non ho mai avuto bruciori o perdite tranne una sola volta lo scorso anno.
Dopo questa premessa vengo alla domanda.
Circa 15 giorni fa ho ricevuto un rapporto orale da una ragazza (non protetto). Dopo 4 giorni la mattina (solo la mattina o quando trattenevo per molto l'urina) sentivo un leggero bruciore dopo la minzione.
Durante il giorno nulla, nè bruciori durante la minzione.
Essendo anche fidanzato mi sono molto agitato e mi sono recato in un centro specifico per MTS per un controllo (il mio urologo di fiducia non al momento raggiungibile per problemi familiari).
Mi hanno fatto fare tampone uretrale e esame urine per eventuali malattie a trasmissione sessuale. Esame che sarà pronto tra 7 giorni.
Il medico mi ha comunicato che con il mio trascorso (prostatite che va e viene seppur leggera) e visto il tipo di rapporto (non vaginale) non si dovrebbe trattare di infezioni a trasmissione sessuale.
Anche perché in questi giorni sento un po' di pesantezza e fastidio "sotto", come mi capita ogni volta che la prostatite torna.
Questa mattina però, e di qui la mia agitazione, ho visto una piccola goccia bianca densa (non trasparente) uscire dal pene. Sono andato in bagno ma anche qui nessun dolore durante la minzione.
La goccia non ha lasciato macchie sulle mutande.
Il glande non è gonfio, non è arrossato ma rosa, le urine sono chiare e non noto grumi o anomalie rispetto al solito.
La domanda è: potrebbe essere correlata alla prostatite oppure potrebbe essere collegata a malattie a trasmissione sessuali? possibile che per 10 giorni dal primo lieve sintomi ho avuto solo leggeri e sporadici bruciori post minzione (solo di mattina o dopo aver trattenuto per un po') e che l'infezione vera e propria stia per "esplodere" ora?
Le perdite sono sempre e solo associate a malattie infettive?
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che vorrete dedicarmi.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lasci perdere “la prostatite o...le malattie a trasmissione sessuali” non drammatizzi su “un'infezione vera e propria che sta per "esplodere” ora...”; ancora “le perdite NON sono sempre e solo associate a malattie infettive”...

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Gentile Dottore,
la ringrazio per la Sua risposta. Vedrò il mio urologo lunedì prossimo.
Nel frattempo ho ritirato gli esami urine/tamponi e sono tutti negativi.
Il fastidio urinario mattutino e’ sparito ma e’ comparso un po’ di fastidio all’interno cosce tipo “indolenzimento muscolare” è un po’ nel tratto compreso tra i testicoli e l’ano. Fastidio, leggero, che provo solo quando sono seduto. Non sempre ma a volte si’.
Grazie
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, senza drammi, ora sentiamo cosa ci dirà il suo specialista di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com