Utente 500XXX
Gentili dottori, volevo chiedervi un consiglio. Da qualche mese ho un dolore, che mi accompagna presso. Anche se non riesco a capire ne la causa, ne tanto meno a trovare una soluzione. Sono stato dal medico che mi ha fatto fare una ecografia dalla quale è uscito fuori che avevo la prpstata leggermnete ingrossata ma non dovevo fare niente, tranne bere di più e un po di sport. Faccio una vita sedentaria, per il mio lavoro, dietro la scrivania, ma comunque vorrei porre rimedio a questo dolorino che ormai è veramente fastidioso. Bene, mi accade che qualora non abbia un eiaculazione al giorno, per alcuni giorni dopo ho un dolore che non passa, anche cambiando posizione da seduto; un dolore che è localizzato al pube, principalmente verso sinistra, dove credo passi sotto anche il funicolo. Qualche volta mi è capitato anche quando, ho passato un fine settimana con la mia ragazza e come dire c'abbiamo dato dentro. Non ho bruciore alla punta del pene,ne problemi nell'urinare. Ne altro tipo di fastiidio. Devo anche dire che, in passato sono stato operato per un'infiammazione della tunica vaginale conseguente ad un idrocele e che l'ecografia me l'ha fatta lo stesso dottore che mi ha operato qualche anno fa. Mi consigliate qualcosa, anche perché non vorrei iniziare a peregrinare per vari medici per poi non risolvere e preoccuparmi di più. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segua ora i consigli già ricevuti; "bere di più e fare un po’ di sport...” e ancora, si ricordi che, quando sono presenti queste "problematiche urologiche”, possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffé, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi comunque che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 500XXX

Dottore grazie mille, per la gentilezza. Ma perché ho questo dolore se non eiaculo in qualche modo ogni giorno? Ormai sembra che la cosa sia diventata quasi una routine e non è che mi stia molto bene, mi capisce cosa intendo. Col fatto che se non lo faccio sto male. Ma può essere che è tornata l'infimmazione del testicolo? Anche l'altra volta l'ecografia non vide nulla e poi quando fui operato uscì fuori l'infiammazione grave

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non perda altro tempo in internet e risenta ora il suo andrologo od urologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 500XXX

Perché lei pensa sia qualcosa di grave? Non dovrei avere la febbre, se si trattava di un infiammazione? Consiglia inoltre di cambiare medico, magari andare da un chirurgo?

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prima sempre sentire in diretta il suo andrologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 500XXX

Dottore, ci sono già stato. Mi ha detto quello che le ho riverito: più acqua e più sport. Volevo sapere solo del perché abbia dolore se non eiaculo giornalmente. Cioè perché, visto che dalla cura, o meglio dai consigli, si tratterebbe di prostatite, io ho sollievo eiaculando giornalmente? È una cosa positiva? Negativa? Fa sospettare altro? Cioè, si metta nei miei panni. Se vado dal medico per un dolore, e se ci vado è perché evidentemente proprio non lo sopporto, mi sento dare come rimedio acqua e più sport senza altra spiegazione. È normale che cerchi di capire di più. Comunque è gentilissimo a rispondermi

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Molto probabilmente non ha ravvisato nulla di importante e significativo; comunque se il problema persiste sempre bene risentirlo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com