Utente 512XXX
Per contrastare una modesta ipertensione il cardiologo mi ha prescritto del Bisoprololo 1,25.
Tuttavia, da quando lo assumo, ho notato un drastico calo del desiderio e delle erezioni mattutine.
E' possibile che sia da imputare al farmaco?
Il cardiologo mi ha detto che non è da imputare al farmaco, dato il dosaggio e addirittura l'attività vasodilatatrice che favorirebbe.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il Bisoprololo è un betabloccante utilizzato con una certa frequenza per la cura di alcune problematiche cardiache vascolari.

I betabloccanti inibiscono i recettori beta-adrenergici con l’obiettivo di ridurre la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa; ci sono diversi tipi di betabloccanti e il bisoprololo è un farmaco che fa parte dei beta-1 selettivi che agiscono soprattutto sui recettori presenti nel cuore, negli occhi e a livello dei reni.

Gli effetti collaterali che comunemente si riscontrano non prevedono disturbi a livello dell’erezione ma comunque bene ridiscutere il suo attuale problema sessuale in diretta con il suo cardiologo e con il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com