Utente 513XXX
Alla Vostra cortese attenzione,

sottopongo questo problema. Ho 29 anni: ho sempre avuto una vita sessuale abbastanza soddisfacente. Cercherò di spiegarmi al meglio: nelle avventure di poco conto, forse non completamente coinvolto, ho sempre avuto qualche difficoltà a raggiungere uno standard sessuale decente, ma, anche attraverso un percorso di psicoterapia, ho capito che tutto ciò dipendeva da un fattore emotivo: se non sono completamente attratto dall'altra persona, non sono in grado di stabilire una relazione sessuale dignitosa. Più di una volta l'eiaculazione precoce ha rovinato il rapporto, ma la mia volontà era chiara: io volevo essere altrove.
Al contrario, nelle storie più lunghe e importanti, tutto è andato per il meglio: il rapporto era duraturo e soddisfacente per me e per la mia partner.
Il problema della difficoltà a mantenere l'erezione si è comunque sempre manifestato dopo un prolungato utilizzo del profilattico. Ho usato preservativi ritardanti e classici, di ogni tipo: dopo qualche tempo, non c'è più niente da fare. Ragguingo un'erezione completa in breve tempo ma, appena indosso il profilattico, la perdo completamente e irrimediabilmente. Ritengo di non avere alcun problema di salute, ma sono in trattamento da anni con Abilify 10 mg, per contrastare una rara ma invadente (un tempo, almeno) forma di Sindrome di Tourette.
Francamente, mi trovo piuttosto in difficoltà: la mia natura, sensibile e catastrofica al contempo, mi induce a pensare che niente tornerà come prima (sic!).
Rimetto a Voi ogni possibile consiglio, ringraziandoVi per il prezioso lavoro che svolgete ogni giorno.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve, non è certo facile dare consigli che siano utili in poche righe di un forum, vista però la sua capacità di analizzare che che la componente è essenzialmente psicogena ed emozionale forse in alcuni casi potrebbe essere d’aiuto l’uso di un piccolo aiuto esterno di tipo farmacologico sotto assistenza di un andrologo di fiducia
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 513XXX

Gent.mo dott. Militello,

La ringrazio per la cortese risposta. Valuterò il da farsi, anche se non saprei proprio spiegare il perché, ad un anno dall'inizio di una felice relazione, non riesca più ad usare il preservativo. Sono le tempistiche a sorprendermi, dal momento che in questo arco di tempo non ho avuto alcun tipo di problema

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Francamente anche se si arrabbia, non trovo patologia in quello che che racconta:
"se non sono completamente attratto dall'altra persona, non sono in grado di stabilire una relazione sessuale dignitosa." E vorrei anche vedere, il contrario è patol,ogico.

Più di una volta l'eiaculazione precoce ha rovinato il rapporto, ma la mia volontà era chiara: io volevo essere altrove. Come sopra.

Profilattico: normale che succeda, anestetizza.

Personalmente valutarei col suo psicologo come rispondere alla domanda: Cosa pretendo me.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 513XXX

Gent.mo dott. Cavallini,

La ringrazio per la risposta.
Da me, in realtà, non pretendo niente, tranne ciò che ho avuto sino ad ora. La mia domanda era volta a sapere se poteva essere il preservativo la causa originaria della perdita d'erezione. Perché, d'un tratto, non riesco più a indossarlo.
Tutto qua.

La ringrazio.

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
a me pare che abbia fatto ben più richieste, ma se lo dice lei. Per il resto sì.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#6] dopo  
Utente 513XXX

Gentili dottori,

a distanza di qualche giorno la situazione è peggiorata e, dopo alcuni tentativi fallimentari, ho perduto persino l’erezione mattutina.
Sono stato dall’andrologo: mi ha prescritto Cialis 5 mg. Può essere sufficiente? Mi ha detto che un breve periodo di assunzione potrebbe bastare a farmi ritrovare fiducia

Grazie

[#7] dopo  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
In questi casi gli aiuti sono di tipo sessuologicoo è anche andrologico, l'uso del farmaco ha la finalità di riperfondere i corpi cavernosi ridare le erezioni notturne e migliorare l'autostima.
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.