Rottura pene?

Buongiorno dottori visti i miei precedenti consulti vorrei chiedervi un parere.
Come gia scritto 8 anni mi procurai un ematoma dopo essermi "stirato" il pene in stato di flacciditá.
Non avvertì dolore ma ebbi appunto un ematoma riassorbitosi in due settimane.
Subito dopo ricordo che provai a ottenere un'erezione per verificare che funzionasse e la ottenni senza particolari problemi.
Ora vi chiedo: senza minimizzare il trauma che invece fu molto violento e rapido, si può parlare di frattura del pene visto l'ematona?
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 420 2
caro lettore

una "ecchimosi" ( macchia bluastra della cute) non significa che ci sia stata una rottura, frattura del pene ( in quel caso il pene si sarebbe gonfiato in maniera notevole ( come una melanzana nera)
nel dubbio una ecografia dei corpi cavernosi
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Questo successe 8 anni fa e dopo un anno, per dei cali di erezione che non avevo prima, eseguì un eco dinamico che risultò negativo. Attualmente i sintomi sono prettamente gli stessi ovvero dolore al corpo cavernoso e appunto erezione che svanisce appena cessati gli stimoli. Può essere stato solo un ematoma superficiale che non ha intaccato la funzionalità (e questi sono strascichi di anni in cui ho sempre dato troppa attenzione al pene) o quell incidente può aver danneggiato irreparabilmente l' organo?
A rigor di logica un qualsiasi danno da stiramento si sarebbe dovuto vedere dall eco dinamico e basale?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Rimango in attesa di una vostra gentile risposta.
Vi ringrazio
[#4]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 420 2
caro lettore
in stato di flaccidità i corpi cavernosi non si possono "rompere"
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore. Capisco che non si possa rompere se piegato su se stesso in stato di flacciditá ma se invece venga tirato come successe a me con conseguente ematoma? Non ebbi dolore e l'erezione risultò normale almeno per i primi due mesi
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori purtroppo ho letto vari consulti di persone che hanno avuto danni da jelqing.. Equiparabile al mio incidente anche se l'intento non era quello. L'ematoma fu conseguenza di una stiratura purtroppo... Se dall'ecodoppler non risultò nulla (4 ore di Erezione) ma attualmente continuano i problemi di mantenimento e assenza di erezioni mattutine ecc.. Cosa può essere secondo voi?
[#7]
dopo
Utente
Utente
Rimango in attesa di una vostra gentile risposta.
Vi ringrazio
[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori ringraziandovi per il servizio gratuito che offrite provo a dare domande più specifiche per avere delucidazioni sull'argomento.

- Un trauma al pene come ad esempio una frattura non completa, lascia reliquati fisici come fibrosi o placche? Cioè come si fa a capire se un trauma ha significato qualcosa per l'organo?

- dato un persistente dolore da ormai 8 anni in un punto preciso a metà corpo cavernoso di sx, è possibile capire se si tratta di fibrosi? Premetto che non sono insorte in questi anni né curvature né strozzature

La mia paura è quella di avere una sorta di fibrosi (visto il dolore) che però alla palpazione di vari andrologi non è mai stata diagnosticata così come anche dall'eco dinamico eseguito dopo un anno dal suddetto trauma.

Grazie
[#9]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 420 2
Caro lettore
un trauma ai corpi cavernosi del pene, sia visibile per ecchimosi o ematomi sia non visibile all'esterno potrebbe determinare qualche lacerazione-trauma del tessuto cavernoso che guarendo con tessuto cicatriziale, poco elastico, potrebbe determinare la percezione di un ispessimento o placca o "indurimento" sia in flaccidità che in erezione
queste lesioni interne potrebbero alterare il sottile meccanismo veno-occlusivo cavernoso con erezioni meno brillanti, meno durature, diciamo...incerte,,,
queste lesioni sono evidenziabili dopo alcune settimane
cordiali saluti,

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#10]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.
Io feci un eco dinamico dopo un anno e non risultò nulla come anche nelle successive visite di controllo tramite palpazione e eco basali.
In 8 anni mi chiedo si sarebbe palesata una fibrosi o placca?
In tal caso da cosa può dipendere questo dolore ormai sempre presente (flaccido o erezione) in un punto specifico del corpo cavernoso?
[#11]
dopo
Utente
Utente
Rimango in attesa di una vostra cordiale risposta

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio