Utente 749XXX
Buongiorno, chiedo gentilmente un consulto a seguito di una recente visita cardiologo : "lieve cardiopatia ipertensiva, lieve dilatazione del bulbo aortico dell'aorta ascendente, lieve ipertrofia settale". La visita si è resa necessaria a seguito di valori pressori costantemente medio alti, (135/95) per fastidi e palpitazioni anomale anche a riposo. La cura: terapia con Lercanidipina 20 mg. mezza cp, autocontrollo dei valori pressori mattino e sera, esami ematochimici di routine, ECG Holter 24 ore e, in ultimo, test da sforzo. Nuova visita ed Ecg. A parte la terapia farmacologica già in atto da ca un mese, non sono ancora in possesso degli altri test ed esami.
Domanda: i fastidi e le palpitazione anomale sono aumentate (anche a riposo), prima di ritornare dal cardiologo chiedo, se possibile una Vs opinione in merito. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La lecarnidipina e' un calcio antagonista vasodilatatore ed e' per questo lei avverte un 'aumento fastidioso della frequenza.
E' un effetto frequentissimo
Solitamente io preferisco, nei pazienti come lei, impiegare gli ACE inibitori.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza