Utente 176XXX
Buongiorno, martedì 6/02 improvvisamente ho avuto un episodio di cardiopalmo, arrivata in Pronto hanno avuto un riscontro ecggtafici di FA a media pertinenza ventricolare e poi di Flutera triale . Provata reversione farmacologica ma nulla, il mattino seguente dolore toracico battito a 200, stavo per eseguire CVE, un minuto prima di eseguire , aritmia rientrata, tornata a ritmo sinusale.
La sera del 9/2 recidiva:ECG RS con frequenti CPSV e lembo di TA non sostenuta.
Decido di cambiare pronto soccorso, all'arrivo di questo pronto sintomatica per cardiopalmo aritmologo, all'ECG tachicardia ritmica a QRS stretto con FC 189/min con evidente P retrocondotta(verosimile AVNRT) trattata con Lanoxin e DILITIAZEM poi per ipotensione sottoposta a cardioversione elettrica a 100j con ripristino RS, recidiva a breve termine trattata con flecinede eV con trastorio passaggio a ritmo sinusale.
Sono stata ricoverata , per due giorni. Stabile ritmo sinusale con DILITIAZEM infusione, poi passaggio a terapia orale con attività extrasistole sopravento colare isolate e dopo i pasti.
Il primario mi ha dimessa, era sereno che non mi capitava più.
Cura DILITIAZEM 60mg 3 al dì
Controllo a maggio
ECG hotler fine marzo
Non vivo più! Ho paura di riprendere! Sono stata veramente male.
Sono stata sempre bene prima.
È un periodo stressante per me, causa problemi di salute di mio figlio. Bevevo molto caffè!
Mi potreste dire da cosa dipende?
Perché il primario è convinto che non succeda più?
Testuali parole Viva Serena.
Cosa rischio?
Basta un rumore nella stanza accanto che mi spavento.
Vi prego fatemi capire.
Mi sembra di impazzire, ho due bimbi piccoli non è più vita..
Grazie mille .
Diagnosi lettera dimissioni:
Tachicardia Parossistica Sopravento colare (verosimile rientro nodo AV) recente Fa parossistica in extrasistolia SV

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
sono aritmie molto fastidiose ma benigne.
sono risolvibili solitamente con l ablazione .
data la sua giovane eta le consiglio di sottoporsi a studio elettrofisiologico per valitare la possibilita di una ablazione

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 176XXX

Grazie per la risposta.
Ho prenotato la visita per metà marzo.
La prima volta che sono stata male ero in giro per la città.
Arrivato il 118 mi ha fatto ECG e mi detto che avevo un cardiopalmo.
Portata al pronto ero stabile.
Ho avuto molta paura avevo i bimbi con me.
Dopo è iniziata la FA può essere lo spavento ad avermi fatto avere queste due crisi dopo?
Da venerdì notte sto bene, non fosse per questa maledetta paura e ansia che mi è rimasta.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La paura non determina f.a.
L'ansia sicuramente le amplifica il disagio indotto dalla aritmia

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 176XXX

Buongiorno dottore,
Sono riuscita privatamente a prenotare ECG dinamico 24 ore hotler, domani andrò a farlo.
Privatamente sono riuscita a prenotare visita da un Aritmologo che esercita nell'ospedale della mia città.
Qualora decidesse di fare lo studio elettrofisiologico, con ablazione.
Secondo lei è una procedura con quante possibilità di successo?
Intanto anche se forse non serve a nulla, ho eliminato caffè, sigaretta elettronica cibi grassi, bibite ecc....

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
A me non piace molto parlare di statistiche, ma solitamente l'ablazione ha notevoli possibilita' di successo in centri esperti nel settore.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 176XXX

Grazie mille. Buona giornata.

[#7] dopo  
Utente 176XXX

Buongiorno dottore, ho effettuato visita Aritmologica, ho deciso di affidarmi ad un centro altamente specializzato nelle ablazioni, in Lombardia.
Il dottore mi ha detto che probabilmente il mio problema è la tpsv che causa dei battiti elevati diventa Fibrillazione atriale.
A breve farò studio elettrofisiologico e ablazione per TPSV.(tra due settimane)
Poi solo il tempo mi dirà se oltre la tpsv ho anche la FA.
Cerco di essere positiva, essendo giovane e cuore sano, spero proprio che risolverò tutto.

[#8] dopo  
Utente 176XXX

Buongiorno dottore,
Ablazione fatta durata circa tre ore.
Tramite studio riscontrata tachicardia Parossistica Sopraventricolare di tipo nodale.
Sto benissimo, non assumo più nessun tipo di farmaco, non sento più di avere il cuore.
Sperando di non doverne fare una seconda, la ringrazio per i consigli ricevuti.
Buona giornata.

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Perfetto
Grazie di averci informato

buona giornata
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza