x

x

problema gastrico di tachicardia e posizione eretta

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

salve, sono un ragazzo di 20 anni, non fumo e non bevo, sono alto 178cm e sono leggermente in sovrappeso. Il mio problema è che fin da piccolo ho avuto un rallentamento digestivo e tachicardia dopo mangiato; ho un lieve rigurgito acido ma dubito di avere il reflusso gastroesofageo o qualsiasi altra malattia gastrica. Fondamentalmente accuso tachicardia dopo mangiato ma non sempre, capita a caso e dura da poche ore ad alcuni giorni. Tra l'altro mi viene o peggiora se già c'è l'ho quando mi alzo o cambio posizione, anche se mi vesto, mi stiro o mi giro nel letto ad esempio, tuttavia anche questo non avviene sempre. Il mio dottore mi ha detto che potrebbe essere un problema d'ansia ma io non sono ansioso, allora ha optato per un sollevamento del diaframma che è dovuto a cattive abitudini alimentari, come mangiare in fretta e non masticare bene, anch'io ho pensato questo. Per il fatto della posizione, mi ha detto che ho la tachicardia sinusale che porta questi battiti 120-140 battiti completamente fisiologici e che non deve destare preoccupazione anche se compare spesso e per molto tempo, durante o dopo la digestione oppure quando mi alzo, perchè è un effetto naturale dato che lo stomaco ha bisogno di più sangue per il processo della digestione e poi è un sintomo aggiuntivo dell'ipotensione ortostatica se ho ben capito, inoltre mi ha detto di non pensarci e che a quest'età non corro pericoli e di fare più attività fisica, che comunque pratico regolarmente. Mi chiedo cosa potrei mai avere, quando accuso questi sintomi ho anche la pressione alta 147-80, è grave? mi hanno detto di non prendere betabloccanti e che "la tachicardia è tutt'altra cosa" rispetto a quello che ho, ma il cuore non si stanca??? ho paura che lungo andare possano sorgere dei problemi, grazie mille.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.8k 2.2k 88
Il suo problema può essere legato ad una distensione meteorica del fondo gastrico con riflessi cardiaci benigni:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6459-la-sindrome-gastro-cardiaca-o-sindrome-di-roemheld.html

Cordialmente
Felice Cosentino - Milano

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (La Madonnina), Roma (Villa Benedetta) Calabria (Reggio-Crotone)
www.endoscopiadigestiva

[#2]
dopo
Attivo dal 2018 al 2022
Ex utente
la ringrazio! se ho ben capito le mie continue palpitazioni sarebbero dovute a questa aerofagia interna, il meteorismo che si accumula e che solleva il diaframma, essendo sotto al cuore lo incita a battere più forte. Non corro pericoli per fortuna, vi ringrazio vivamente. Sa per caso se l'aumento della pressione durante questa sindrome è normale e se è legata in qualche modo all'ipotensione? talvolta volevo dirvi capita anche che: se non mangio e faccio attività fisica i battiti sono regolari e sto bene, mentre se mangio e svolgo il mio regolare sport i battiti subiscono un notevole incremento durante quest'ultima, cordialità.
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.8k 2.2k 88
Si, tutto causa del meteorismo che non è influenzato dall'ipotensione.

Gli anticoncezionali: metodi ormonali, di barriera o intrauterini, come scegliere il contraccettivo giusto? Quando ricorrere alla contraccezione d'emergenza?

Leggi tutto