Utente cancellato
Salve Dottore. Qualche giorno ha visionato anche il mio ecg dicendomi che fosse normale. Premetto che ho familiarità per MI e nel corso degli anni mi sono sempre sottoposto a svariati ecg, eco holter e prove da sforzo risultate sempre nei limiti della norma. Ultimamente ho eseguito un ecg (quello che ha visionato lei), un eco a gennaio e un holter a novembre risultati normale. L'holter ha riscontrato la presenza di rarissime extra ventricolari e sopeaventricolari, con episodi di tachicardia a 150 bpm (come frequenza cardiaca maggiore) che le spiegavo nel consulto precedente. La mia domanda è questa: ieri sera, mentre ero seduto a tavola prima di cenare, spostandomi con il Busto sul lato sinistro della sedia, ho avvertito una strana sensazione al cuore, come se avesse vibrato e avesse avuto qualche battito irregolare. Dopodiché ho iniziato a sudare e la frequenza cardiaca si è alzata. Il tutto è durato 5 minuti, poi la frequenza è tornata normale. Premetto che soffro di problemi di stomaco e infatti quando mi è capitata questa cosa avevo una grande quantità di aria nello stomaco e un po di meteorismo intestinale, forse dovuti a qualcosa di non ancora digerito o digerito male dal pranzo. Dopo questi battiti strani, ho iniziato ad espellere tutta l'aria in eccesso tramite continue eruttazioni (non so se sia stata una causa o un effetto) . Premettendo la mia ovvia ignoranza in materia, forse si è trattato di una extrasistole ventricolare, poiché quando mi viene una extrasistole sopeaventricolare riesco a capirla perché avverto come se il battito fosse saltato e avverto il conseguente tonfo in gola e al petto, mentre in quella ventricolare avverto questa sensazione di vibrazione e come se il battito anticipasse nettamente il battito normale. È possibile che questa cosa sia stata scaturita dalla quantità di aria bello stomaco e dal movimento del gusto verso sinistra che magari ha causato una compressione dello stomaco sul cuore? Grazie per la risposta dottore. Queste situazioni mi stanno capitando spesso ultimamente e lei capisce che per uno che non ne ha mai sofferto e che abbia avuto in passato casi di MI in famiglia, è sempre una cosa angosciante e preoccupante. Grazie ancora

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente lei ha banalmente una aerofagia che puo scatenare qualche banale extrasistole.
lasciamo l aggettivo angosciante per altee cose.

L angoscia si puo avere de si ha 7n tumore, o se s8 ha un figlio ammalto di patologie gravi..

lei ha banali extrasistoli come tutti noi comuni mortali

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
488746

dal 2018
Ha perfettamente ragione dottore, forse ho azzardato troppo con quei termini. Lei comprende però che sentire tante notizie anche di giovani della mia età e avere avuto in passato un caso proprio in famiglia, porta sempre un po di preoccupazione.. Soprattutto se poi il cuore a volte fa qualche capriccio. Quindi può capitare che in conseguenza alla grande quantità di aria presente nello stomaco o nell'intestino possano scatenarsi queste extrasistoli? Anche ventricolari quindi? E Ammesso che fossero ventricolari (ritornando alla sensazione di vibrazione del cuore, come se ci fossero una serie di battiti irregolari) se scatenate da un fattore esterno possono essere pericolose? Grazie mille dottore.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
sono totalmente innocue

con questo la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
488746

dal 2018
Grazie infinite dottore. Buona Domenica

[#5] dopo  
488746

dal 2018
Salve Dottore. La riscrivo in questo consulto pet non crearne un altro. Avevo pensato, ovviamente dopo averne parlato anche con il curante (che mi ha detto non ce ne sia bisogno) di ripetere un test da sforzo dopo questi episodi di extrasistoli (anche se dovute al meteorismo) e di tachicardia. Di seguito le elenco gli ultimi due test da sforzo eseguito rispettivamente a dicembre 2016 e luglio 2017.
Dicembre 2016: test da sforzo interrotto al 98% per raggiungimento frequenza massima di 196 bpm. Nessun aritmia da segnale no variazioni tratto s-t. Buona resistenza allo sforzo
Luglio 2017: test interrotto al secondo stadio all' 83% della frequenza massima. Frequenza massima raggiunta 171 bpm. Frequenza di partenza 132 bpm. No aritmie significative no variazioni tratto s-t.
A quest'ultima prova da sforzo il dottore mi disse che la mia frequenza era già alta in partenza a causa di una agitazione da ansia (ero un po' teso) e che ha dovuto interrompere il test a 171 bpm per questo motivo ma che non c'erano problemi.
Alla luce di queste ultime due prove da sforzo, lei mi consiglia di ripeterla? Le rifaccio presente che ho eseguito eco ecg e holter in questi ultimi 5 mesi risultati nella norma. Il curante mi ha detto che non vede grande necessità ma io ho preferito chiedere consiglio anche a lei di cui mi fido e che oltretutto ha visionato anche il mio tracciato. Grazie infinite dottore.

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non ha bisogno di altro

Si tranquillizzi
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
488746

dal 2018
La ringrazio dottore. Ci tenevo a chiedere un parere anche a lei. Buona serata