feci  
Utente 396XXX
Salve dottori, mi chiamo Andrea ed ho 21 anni. ormai sono quasi 4 anni che mi capita di avvertire delle strane sensazioni al cuore . Nello specifico : mi capita di sentire all’improvviso alcuni battiti molto più forti e veloci che durano pochi secondi , e poi tutto torna alla tranquillità. Specifico che questi sintomi di 2-3 battiti molto più forti e veloci mi capitano raramente, la maggior parte delle volte invece sono un po’ più lievi , ma sempre molto percepibili e sgradevoli . Oggi ad esempio dopo la palestra , steso sul letto (devo dire che sono molto stanco ) ho sentito all’improvviso 3 o 4 battiti molto più forti e veloci , ma non so ben dire se irregolari o regolari, che poi una volta terminati tutto è tornato alla normalità , forse solo il battito cardiaco un po’ più accelerato. Specifico che nei momenti antecedenti non provo alcuna sensazione di vuoto o strane sensazioni , tutto tranquillo, anche dopo questi sintomi mi sento bene . Leggendo su internet ho paura che si possa trattare di fibrillazione atriale o aritmie pericolose . Meno di 2 anni fa feci un ecg , Holter di 24 ore (in quelle 24 ore però non mi si presentarono quei sintomi) ed un eco cardiogramma durato mezz’ora , dove il dottore mi disse di aver trovato solo un lieve prolasso mitrale , niente di preoccupante mi disse . Dovrei ripetere gli esami ? Considerando che faccio palestra temo anche che potrei peggiorare la situazione . Attendo vostri pareri , grazie .

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Beh lei ha delle banali extrassitoli come tutti noi umani

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Salve dottore, per quanto riguarda il lieve prolasso mitralico? Può peggiorare ? Quando feci la visita il cardiologo mi disse che probabilmente era dovuto al mio fisico , siccome ero molto magro a quei tempi , e comunque non era nulla di rilevante .

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Va sempre distinto il vero prolasso mitralico, malattia che spesso comporta la necessita' di un intervento chirurgico, dal banale atteggiamento prolassante di uno dei due lembi che invece e' considerato una variante della normalita'.

Si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 396XXX

Ok la ringrazio. Buona giornata.