Utente 496XXX
Salve, ho 38 anni. Da circa 17 anni assumo gastropatettori a causa di una ernia iatale, esofagite da reflusso e duodenite bulbare (da circa 7 anni una compressa al giorno da 40 mg). Sono sempre stato un soggetto ansioso, 8 anni fa ho avuto un episodio di panico con ricovero e da allora, con diversi dosaggi gradualmente diminuiti nel tempo, assumo escitalopram e alprazolam ogni giorno. Circa due anni fa ho avuto un episodio di ipertensione ma dopo accurati controlli (ECG, ECO, HOLTER) tutto era risultato nella norma. Un mese fa invece ho avvertito una forte emicrania e sono stato ricoverato al pronto soccorso dove mi hanno riscontrato la pressione minima alta (95-100 la media). Dopo aver eseguito tutti gli accertamenti, l’ecografia ha rilevato solo un piccolo rigurgito della tricuspide mentre l’holter ha rilevato un “disturbo arterioso borderline”. Il cardiologo mi ha prescritto dapprima lercanidipina e successivamente Ramipril. Entrambi i farmaci mi hanno causato un aumento delle pulsazioni (95-100 media) e una sensazione di fastidio al braccio e alla mano destri (peso, pulsazioni, rigidità), oltre a un oppressione sternale e carotidea. Ora dovrei passare ai betabloccanti. La pressione minima attualmente gravita attorno ad una media di 86-88. Ma cosa posso fare per superare questi effetti collaterali? Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
l aumento della fequenza è tipica dei calcio antagonisti come la lercanidipina, mentre i disturbi che riferisce al braccio destro non mi pare siano correlabili ai garmaci che assume.
Con un beta bloccante probabilmente avra risolto il problema

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 496XXX

Gentilissimo dottore, la ringrazio per la puntuale, generosa e tempestiva risposta.
Purtroppo per un mero errore di battitura ho scritto destro anziché sinistro.
I disturbi collaterali sono quindi da intendersi sul lato SINISTRO.
Volevo inoltre evidenziare che le analisi del sangue effettuate hanno rilevato un valore di 10 della PCR, oltre a 215 di Colesterolo.
Mi sono subito messo a dieta perché ero vistosamente sovrappeso, di circa 15 kg, tutti racchiusi nella zona addominale.
Stamattina, inoltre, ho cominciato con 5 milligrammi di beta bloccante (nebilox). Mentre le scrivo, a circa due ore e mezza dalla assunzione del farmaco, rilevo solo intensa sudorazione, rigidità nucale e leggera nevralgia in zona parietale.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non si breoccupi, il nebivolo e' un farmaco eccellente.
DI solito pero' io consiglio di inziare con meta' dosaggio per due - tre giorni.
Beva circa due litri di acqua al giorno e si tranquillizzi

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 496XXX

Dottore, ancora grazie, di cuore.
Al momento sto tollerando bene il farmaco.
Le invio i miei più riconoscenti saluti.

[#5] dopo  
Utente 496XXX

Gentile dottore, ho avuto, come le avevo scritto prima, un netto miglioramento sintomatico stamattina. Tuttavia, da circa 30/40 minuti, accuso di nuovo un senso di pulsione/oppressione nella zona carotidea che, seppur lievemente, si trasmette al braccio e alla mano sinistri.

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non vedo motivo di preoccupazione
Si tranquillizzi
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
Utente 496XXX

Ho misurato la pressione poco fa.
Buona la minima.
Idem per le pulsazioni.
Grazie infinite per la professionalità e la disponibilità.

[#8] dopo  
Utente 496XXX

Gentilissimo dottore, dopo 3 giorni di Nebilox la pressione e le pulsazioni si sono entrambe stabilizzate discretamente.
Volevo chiederle, tuttavia, se fosse possibile passare da 5 mg a 2,5, ovvero metà compressa.
Le faccio questa richiesta perché regolarmente, dopo circa un paio di ore dall’assunzione, vengo colto da astenia, nausea, debolezza.
Oggi addirittura un episodio di diarrea.
Poiché il caldo di questi giorni é davvero impietoso, avverto una fiacchezza e in generale un senso di mancamento davvero defatiganti.
Mi consiglierebbe di ridurre il dosaggio?
Grazie in anticipo.

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
io non posso certo modificarle la terapia per cia telematica. il suo medico lo puo fare.


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#10] dopo  
Utente 496XXX

No si figuri, ci mancherebbe!
Mi chiedevo solo se, secondo lei, questi sintomi potessero collegarsi a un dosaggio eccessivo.

[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Può darsi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#12] dopo  
Utente 496XXX

Mille grazie!

[#13] dopo  
Utente 496XXX

Gentilissimo Dottore, mi scusi se torno a scriverla ma ho urgente bisogno di chiarire una sintomatologia recente che avverto da quando ho cominciato ad assumere il betabloccante (nebilox 2,5 mg).
Sulla vena dorsale del piede, proprio sul collo centrale del piede, avverto alla digitopressione (quando allaccio le scarpe ad esempio) un forte formicolio, tipo scossa elettrica (tipo quella che si prova quando si urta la punta del gomito) la quale si estende alla parte superiore del piede e lo intorpidisce. La sera, inoltre, le gambe si irrigidiscono, faccio davvero fatica a salire le scale.
Pur essendo fumatore non avevo mai avuto questi sintomi, e anche in generale, faccio davvero fatica a compiere ogni tipo di sforzo e ho continuamente bisogno di sedermi.
Le sarei grato se potesse illuminarmi. Fino a sabato ho assunto 5 mg di Nebilox poi, da due giorni, su consiglio medico, sono passato a 2,5 mg.
Pressione e pulsazioni sono stabilizzate.

[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
il Nebilox è un eccellente farmaco e come vede funziona.

certo che se fuma alla sua eta significa che non ha paura di morire di infarto, ictus e di cancro.

alteimenti non fumerebbe, le pare?

altro che formicolia al piede....

la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#15] dopo  
Utente 496XXX

É inutile dirle quanto abbia ragione.
Purtroppo non riesco a smettere, forse non riesco nemmeno a pensare di smettere, tanta é la dipendenza!
La ringrazio di cuore

[#16] dopo  
Utente 496XXX

Buonasera Dottore.
Poiché devo recarmi dal dentista volevo chiederle se possano verificarsi effetti indesiderati tra il betabloccante che assumo e gli anestetici locali usati dal dentista.
Ancora grazie infinite.

[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente no
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#18] dopo  
Utente 496XXX

Grazie!

[#19] dopo  
Utente 496XXX

Gentile Dottore, sono ancora costretto a ricorrere al suo prezioso consulto.
In seguito ad assunzione di 2,5 milligrammi al giorno di nebivololo per il mio disturbo arterioso borderline ho ottenuto la stabilizzazione delle pulsazioni e della pressione diastolica.
Tuttavia, a causa di persistenti effetti collaterali (dispnea, gambe pesanti, vertigini) ho provato da 2 giorno a ridurre ulteriormente il dosaggio del nebivololo a 1,25 al giorno. Da due giorni accuso oppressione sternale, respiro pesante, sudorazione eccessiva, senso di forte ansia.
Vorrei capire se ciò dipenda dal dosaggio ridotto oppure se il Nebivololo ha delle interazioni negative con gli altri farmaci che assumo (Escitalopram e Alprazolam). Devo premettere che attacchi di ansia o comunque sensazioni ansiogene di questa intensità e così invalidanti non le avvertivo da molti anni.

[#20] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Riducendo il beta bloccante è possibile che il suo stato perennemente ansioso ne risenta
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#21] dopo  
Utente 496XXX

Volevo aggiungere che, malgrado l’ulteriore riduzione del dosaggio, i parametri pressorii sono ottimi.
In ogni caso, prima di iniziare la terapia con il nebivololo, non avvertivo nessuno dei disagi segnalati. Per questo continuo a chiedermi se non vi sia una interazione tra il nebivololo e l’escitalopram e l’alprazolam.
Le sono grato per la pazienza.

[#22] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi nessuna relazione

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza