Utente 147XXX
Salve,

ho 31 anni e dall'età di 18 avverto occasionalmente episodi di un ritmo cardiaco alterato, sia durante attività fisica sia a riposo; posso riassumere le sensazioni provate in due modi:

- rispetto al consueto ritmo, avverto come un battito mancante seguito da un battito più forte del normale (come un "colpo d'ariete" da dentro lo sterno); il tutto dura meno di un secondo e istintivamente reagisco come se dovessi tossire.
Questo si verifica fino a max 5 volte al giorno ma non quotidianamente, mediamente 3 gg. a settimana.
- per qualche secondo il ritmo è completamente irregolare; credo di tratti di fibrillazione, anche se non avverto un aumento della frequenza.
Questo mi è capitato più raramente, meno di una volta l'anno.

Dalle ultime analisi del sangue, i valori oltre l'intervallo di normalità riguardano:
- la creatinina, che è diminuita nel corso del tempo (da 0,87 all'attuale 0,51 mg/dl)
- il ferro (aumentato da 166 a 186 mcg/dl)

Ho anche effettuato periodicamente diverse ecg e visite cardiologiche, perlopiù nella norma.
I referti anomali invece parlano di:
- 02/2011: "ritmo sinusale, rsr' (qr) in v1/v2 compatibile con disturbo di conduzione destro - ecg ai limiti della norma."
- 05/2017: "azione cardiaca ritmica bradifrequente soffio 2/6 sul centrum - sensorio integro - ecg rs bradifrequente 50 bpm"
- 06/2017: "lieve soffio sistolico al centrum cordis - onda U sulle (?) precordali"
- 06/2018: "Aspetto di cribrosità evidente a carico della parete postero-laterale del v. sx - alla valutazione ecografica lo spessore della porzione cribrosa è circa il 60% dello spessore globale di parete - Ecg nei limiti. Il referto ecocardiografico è compatibile con aspetto di non compattazione miocardica; si programma holter; successiva eventuale indagine MR cardiaca"

Sono quindi in attesa dei risultati dell'holter.

Per controllare il peso e per passione, pratico dal 2010 ciclismo amatoriale senza competizioni ma con qualche uscita anche ad alta intensità oppure di lunga durata.
Posso continuare, a certe condizioni, o la devo interrompere del tutto ?

Come possono essere interpretati il valore basso della creatinina e quello alto del ferro ? Si possono spiegare con il passaggio a una dieta vegetariana con un'assunzione eccessiva di legumi oppure possono esserci cause cardio-vascolari ?

In relazione ai sintomi e ai referti sopra descritti (possibile disturbo di conduzione destro, soffio, onda U, sospetta non compattazione del v. sx), la risonanza magnetica è sufficiente a fare chiarezza o sono consigliabili altri esami/analisi ?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei ha un ECG normale.
La creatinina "bassa" come dice lei e' ottimo segno di funzione renale.
Per cio' che riguarda il ferro non vedo motivo di preoccupazione, anzi vada a donare il sangue.

Per cio' che concerne l'aspetto ecocardiografico esegua ovviamente la RM che le hanno consigliato

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 147XXX

Buongiorno e grazie della risposta.
I valori di creatinina e ferro sono al di fuori dell'intervallo di normalità indicato dal laboratorio, per questo pensavo potessero essere legati a qualche patologia, anche considerando la loro relazione con l'attività cardiaca.

Altri valori (tra cui ematocrito, emoglobina, globuli rossi) sono al livello minimo di normalità e temo che donando sangue scenderebbero oltre.

Per quanto riguarda le "onde U sulle precordali" rilevate in un ecg e il "soffio sistolico 2/6 al centrum cordis", come possono essere accertate le cause ?
(per le onde U ho già effettuato analisi ematiche di sodio e potassio e sono nella norma)

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Io il tracciato non lo posso vedere. Le onde U possono essere presenti in un ECG normale (ripolarizzazione dei muscoli papillari).
Per cio' che concerne il soffio (che io non posso auscukltare ovviamente) : anche i cuori sani possono avere reperti auscultatori di quel tipo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 147XXX

D'accordo, attendo allora esiti dell'holter e ho già prenotato RM cardiaca per il prossimo ottobre.

Avrei ancora una domanda, che non mi è stato possibile fare in occasione della riconsegna del dispositivo holter: nel corso della registrazione, uno dei tre cavi si è staccato accidentalmente dall'adesivo posto sul lato destro del torace e l'ho ricollegato dopo qualche secondo. In questi casi l'esame è attendibile o deve essere ripetuto ?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
I regsitratori sono multicanale per cui se un canale non regsitra gli altri continuano a registare e non c'e' alcun problema, specie per qualche secondo.....

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza