Utente 521XXX
Salve. per pressione minima alta ero trattato con cardura 2 mg la mattina e aprovel 300 la sera (con holter pressorio fatto a settembre che dava risultati discreti). prendevo il sartano poiché l'ace (perindopril che prima usavo) mi dava la tosse. con il freddo il karvea ha iniziato a perdere di efficacia e quindi ora sto assumendo 2,5 mg di triatec col cardura la mattina e 2,5 mg di triatec la sera, su prescrizione del medico di base. la situazione mi sembra un po' migliorata (80/85 la minima) e la tosse quasi assente e probabilmente non imputabile alla terapia ma alla stagione. secondo voi la terapia è adeguata ? oppure era da preferisrsi un altro sartano (il cardiologo che mi ha certificato l'esenzione per ipertensione essenziale senza danno d'organo mi parlò del Telmisartan senza tuttavia cambiarmi la terapia rimandandomi al curante che secondo lui mi conosce meglio). Vorrei evitare calcio antagonisti (norvasc) che ho preso per anni e diuretici che non sopporto. Un saluto e grazie. A.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se il Triatec non le provoca tosse proseguirei con quello, ricordandole che i valori pressori raccomandati sono 120/70 mmHg.
Il cardura è u;a farmaco che io non consiglio dal momento che favorisce la ipotensione ortoststicz

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 521XXX

Grazie

[#3] dopo  
Utente 521XXX

Salve. Come da Lei paventato il TRIATEC mi ha provocato tosse secca soprattutto notturna. Interrotto il farmaco, questo è stato sostituito con altro ACE: Zestril 20 mg una compressa a sera. Ciò in luogo delle 2 pasticche di ramipril da 5 mg (una mattina ed una sera). La tosse allo stato non c'è e i valori pressori della minima sono sui 78/83 (ma ho iniziato l'assunzione da poco). Pensa che la sostituzione siccome descritta sia adeguata? Un saluto. A.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Anche lo Zestril (lisinopril) e' un ACE inibitori, ma la erazione di ogni individuo e' diversa.
Se lo tollera bene tenga presente che quel farmaco e' eccellente e basta una sola somministrazione giornaliera

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 521XXX

Grazie

[#6] dopo  
Utente 521XXX

buongiorno Dottore. Dopo un po' di tempo anche lo zestril ha provocato tosse pur essendo efficace per la mia ipertensione (la minima era sempre sugli 80, a volte anche meno) . adesso il medico mi ha ha dato un altro ace (bifril 30) che prendo da 10 giorni che non mi induce tosse ma non mi corregge (ho 90 la mattina). ricapitolando prendo cardura 2mg mattina, bifril 30mg e cardura 2mg la sera, peso 90 kg, ho 49 anni, mangio con poco sale, faccio poco sport (2 lunghe camminate nel parco a passo veloce a settimana), faccio l'avvocato. che ne pensa? il mio dottore sta pensando di darmi in appoggio 3 gocce di elopram la mattina per evitare il betabloccante. ha detto comunque di mantenere l'attuale terapia per 15 giorni prima di ogni decisione. un saluto e sin d'ora grazie. alessandro

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non capisco la scelta dell' Elopram e la sua relazione con il beta bloccante.
E' evidente che il Bifril non le stia funzionando a dovere e pertanto andra modificata la terapia.
Nel ribadire che il CArdura e' da me sconsigliato, sia per la possibilita' di ipotensione ortostatica che per gli effetti possibili sulla erezione, penso che passare ad una terapia con beta bloccante sia una buona soluzione (es nebivololo, ben tollerato e molto efficace con una notevole protezione del cuore)
Ne parli con il suo Medico

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 521XXX

grazie

[#9] dopo  
Utente 521XXX

Salve. Di concerto col curante tolto ace e tolto cardura (dimezzata dose e poi tolti). Ad oggi prendo solo Lobivon 5 mezza mattina e mezza sera. Battiti diminuiti. Pressione migliorata, non ancora definitamente sotto gli 80 ma è passato poco tempo. Il Suo parere per me sarà come sempre prezioso. Un saluto. Alessandro

[#10]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Avrei scelto il medesimo farmaco per lei.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#11] dopo  
Utente 521XXX

Salve dottore. Di concerto col curante abbiamo deciso per una monosomministrazione mattutina del farmaco lobivon 5. Non prendo altro. Come le dicevo la situazione é migliorata ma il target di essere sempre sotto gli 80 per la minima non è stata raggiunto. Soprattutto la mattina. Certo sulle istruzioni c'è scritto che l'effetto massimo del farmaco dovrebbe ottenersi dopo 4 settimane che non sono ancora passate e che attenderò fiducioso. Per aumentare l'effetto anti ipertensivo assocerebbe qualcosa e se sì cosa?
Tenga conto che ho provato parecchi arb la sera (valsartan, ibersartan, telmisartan, olmesartan) con pochi effetti (ibersartan e temisartan a dosaggio massimo /300 e 80 rispettivamente/ qualcosa facevano), gli ace mi danno tutti tosse (zestril funzionava quasi bene ma con la tosse ho smesso, triatec funzionava un po' in doppia somministrazione, perindopril neppure funzionava) tranne Bifril che non induceva tosse ma neppure funzionava. Ho provato sia la clonidina sia il cardura che Lei sconsiglia e per 5 anni il norvasc sino a 14 mesi fa che non mi controllava più la pressione. I diuretici non li tollero senza contare che ho una glicemia che pur nei limiti alla curva dimostra un inizio di insulinoresistenza. Manca solo ALISKERIN e poi ho provato tutto. Un caro saluto. Alessandro

[#12]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Io aspetterei ancora qualche settimana, anche perche' sta arrivando la stagione calda.
Cerchi di camminare ogni giorno, elimini il sale aggiunto nei cibi e beva molta acqua

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#13] dopo  
Utente 521XXX

Farò così. Grazie!

[#14] dopo  
Utente 521XXX

Salve.
Ho seguito scrupolosamente i suoi consigli.
Tuttavia la mattina e solo la mattina, malgrado il caldo che non sembra aver aggiustato le cose, al risveglio noto qualche alterazione pressoria della minima (talora è regolare, talora 85, talora 87 raramente 90). Ora, ad esempio, alle 4.09 pm ho 78 quindi di giorno la minima sembra ben controllata.
Ricapitolando e per immediatezza:
maschio, 90kg, 179 cm, libero professionista, passeggiate veloci nel parco almeno tre volte a settimana, mangio con poco sale, bevo abbastanza anche facilitato dal caldo terrificante di questi giorni, prendo lobivon/nebilox 5 mg la mattina (ho preso precedentemente ace/sartani/alfabloccanti con scarsa fortuna). Nei primi tempi di assunzione del lobivon ho avuto qualche aritmia (sfarfallamenti e/o sensazione di vibrazione) ma adesso sono passate.
Finisco dicendole che non ho subito affetti indesiterati dal lobivon neppure sulla sfera sessuale la qual cosa mi ha rinfrancato.
il curante, come già le dissi, mi parlò di elopram 3 gocce al giorno tirando in ballo la serotonina e i ritmi circadiani (questo è quello che ho capito o forse non ho capito) ma visto il tipo di farmaco preferirei evitare.
Cosa mi consiglia per la pressione minima mattutina? un saluto e sin d'ora grazie. a.

[#15]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
veramente non le consiglierei alcunche

continui a ridurre il suo peso

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#16] dopo  
Utente 521XXX

Grazie. Mi sembra un buon consiglio!