Utente 545XXX
Buongiorno,
ho 42 anni e sono alto 173 cm e peso 78 kg .
Di recente ho scoperto di avere la pressione alta (150 massima 95 la minima) e un aumento dei battiti a riposo, circa 80 bpm (sono bradicardico, a riposo ho una media di 46 bpm) .
Mi sono accorto di avere la pressione alta perché ho avuto un aumento dei battiti durante la corsa (sono un maratoneta, faccio generalmente distanze superiori ai 42 km).
Il mio cardiologo mi ha prescritto per terapia il Cosyrel 2,5 mg che mi ha aiutato a risolvere il problema della pressione e dei battiti.
Durante la corsa ho però riscontrato che dopo un allenamento di 2 ore avverto nausea, senso di sforzo e vomito .
Sono tornato dal mio cardiologo e mi ha abbassato la posologia del farmaco facendomi prendere al mattino Bisoprololo da 1,25mg e la sera Perindropil da 2 mg.
Con questa nuova cura ho riscontrato un peggioramento della mia condizione: i battiti la pressione non erano più regolari e durante l'allenamento avvertivo lo sforzo e il senso di nausea dopo solo un'ora .
Ho ricontattato il mio cardiologo il quale ha associato il mio problema ad un fattore emotivo e consigliato di procedere con la seconda cura .
In autonomia sono tornato al cosyrel e durante il giorno sto bene ma nell'attività fisica ho ancora gli stessi problemi .
Il problema che avverto durante la corsa deriva dal farmaco ?
La pressione durante la corsa mi si alza o mi si abbassa?
Come potrei risolvere il problema durante l'allenamento?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La corsa, come vede, non le fa bene.
CAmmini un'ora la giorno ma non corra.
Non e' salutare specie per un uomo di oltre mezza eta'.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 545XXX

Dedicherò a Lei la mia prossima maratona ( a breve ).