Aritmia

Buongiorno, ho avuto un infarto nel 2002 trattato con ptca e da allora nessun problema, ligio alle terapie e prescrizioni. Da qualche settimana al minimo stress emotivo parte un aritmia nel senso che il cuore pur non accelerando i battiti in maniera significativa, perde il ritmo (sembra quasi un ritardo tra il battito del poso e quello del cuore), nessun dolore o affanno, ma subito dopo mi viene mal di testa. La cosa dura da mezzo minuto a qualche minuto. Lo stesso accade se intraprendo uno sforzo, anche minimo. Ho fatto 2 visite cardiologiche con eco cardio ed ECG assolutamente regolari. Assumo cardioaspirina 1 cp, Quarq 2, 5x2 e sivastin 20 1cp. Sospeso da anni il betabloccante in quanto bradicardico.
Devo contattare il centro per anticipare un test da sforzo prenotato per gennaio 2020. L'ultimo massimale, regolare, l'ho fatto nel gennaio 2019. Devo riandare al Pronto Soccorso? Qualche consiglio?
Sono commercialista stressato, mio malgrado.
Grazie per l'attenzione
Franco
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 107.2k 3.6k 3
NOn mi pare che lei abbia problemi particolari.
Esegua un HOlter con calma

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Infarto

L'infarto del miocardio: quali sono i sintomi per riconoscerlo il tempo? Quali sono le cause dell'attacco di cuore? Fattori di rischio, cure e il post-infarto.

Leggi tutto