Pressione diastolica che non si abbassa nonostante l'uso di medicinali dopo 3 settimane

Buonasera, a seguito della negativizzazione da Covid il 10/12/21, con sintomi di anosmia, dolori al torace, schiena, stomaco e sensazione di dispnea nonostante saturazione 99%, ho ripreso a lavorare quasi subito.
Tuttavia il dolore allo stomaco mi ha continuato a tormentare per diverso tempo, fino a quando la gastroenterologa mi ha dato l'inibitore della pompa protonica per calmare quello che sembrava un reflusso gastroesofageo.
Tuttavia prima di tale cura, facendo le scale a lavoro, mi sono accorto che faticavo a recuperare, fino a quando un giorno sono stato costretto a sedermi, con sensazione di tachicardia, anche se bpm a 111.
Pensavo fosse il forte dolore di stomaco, invece dopo circa 20 minuti ho misurato la pressione che risultava essere di 150/97.
Dopo 3 giorni, sono andato dal medico generico che non ha riscontrato anomalie in quanto la pressione era di 123/82, tuttavia mi ha detto di misurare la pressione a casa per una settimana ed annotarla sul diario.
Mediamente, in questa prima settimana, la pressione la sera è risultata di 141/96.
Il medico mi ha prescritto il triatec 5 mg, 1 cpr al giorno, d'accordo anche con il cardiologo.
La settimana successiva, sempre con misurazioni serali, la pressione è scesa a 134/93.
Stavolta il cardiologo mi ha aggiunto la Lercanidipina 10 mg.
La media settimanale è passata a 128/91.
Il cardiologo mi ha detto di proseguire con questa cura per altre 2 settimane.

Ancora oggi la pressione diastolica oscilla tra 99 e 88.
Ho 39 anni, ho una madre che soffre di ipertensione, però non riesco a vedere una luce in fondo al tunnel, anche perché precovid, facevo attività fisica frequente, non ho mai riscontrato ipertensione e ora non so più che fare, visto che ecocardiogramma, ecg non segnalano nulla di patologico (il 31/12 ho fatto visita cardiologica).
Mi aiutate a capire se ci sono altri esami da fare?
Quanto tempo ci vuole prima che il tutto si normalizzi?
Secondo voi occorre cambiare terapia?
Da stasera ho cominciato anche a fare l'holter pressorio.
Grazie mille della risposta.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 80,9k 2,9k 2
a parte eseguire azotemia, creatininemia ed elettroliti plasmatici che sicuramente terapia ( me me invia i risultati percortesia?) penso che ilfarmaco,adatto a lei sia un beta bloccante associato o meno,ad un ace inibitore

ne parli con il suo cardiologo

arrivedeci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, ho provato ad inviarLe le analisi sul contatto trovato sul suo sito ma non Le invia, in quanto mi da errore. Mi faccia sapere se ci sono altri contatti dove posso inviarle.

Grazie.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 80,9k 2,9k 2
strano perche' sto ricevendo continuatamente mail

cecchinicuore@gmail.com

oppure

cecchinicuore@me.com

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

L'ipertensione è lo stato costante di pressione arteriosa superiore ai valori normali, che riduce l'aspettativa di vita e aumenta il rischio di altre patologie.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test