x

x

Frequenza cardiaca media elevata

Salve,
sono una ragazza di 24 anni.
Vorrei chiedere un parere riguardo alla mia frequenza cardiaca media.


A riposo si aggira solitamente tra 95-110 bpm.

Per minimi sforzi a volte mi ritrovo ad avere una frequenza pari a 160-170 bpm sostenuta e con un lento recupero (a fine attività, che può essere una banale asciugatura di capelli con il phon, dopo un’ora non sono ancora ritornata ai valori basali di 110 bpm).

Questi innalzamenti si verificano anche non in presenza di sforzi fisici (ad esempio mentre sono seduta a guardare una conferenza, mentre parlo al telefono, mentre studio, mentre sto guardando un film ecc.
) e sono accompagnati spesso da sudorazione.

Percepisco quando ho il battito particolarmente accelerato e posso avvertire anche un leggero senso di oppressione al petto.
Talvolta percepisco anche palpitazioni dolorose (a ogni battito sento un doloretto) che insorgono a riposo e possono durare anche un’ora.


Non escludo una componente ansiosa in grado di darmi questi disturbi, tuttavia, per escludere altro, ho deciso di effettuare una visita cardiologica+ECG che riporto qui di seguito.


EOC: [... ] attività cardiaca ritmica, concitata.
Toni vibrati, non soffi valvolari.
Non stasi periferica.

P. A. 120/70

ECG: ritmo sinusale.
F. C. 97/104.
Morfologicamente nella norma.


Conclusioni: ipercinesia cardiaca neurodistonica.


Infine mi è stato consigliato di:
- valutare parametri TSH, FT4
- effettuare un ECG dinamico holter

Per quanto riguarda i parametri di funzionalità tiroidea, sono nella norma (nella norma anche emocromo).


Riporto qui di seguito l’esito dell’holter cardiaco:
Ritmo sinusale con fc media di 92 bpm (Fc min 54 bpm notturna, Fc max 166 bpm).

Alcune fasi di aritmia sinusale.

Assenza di altri eventi aritmici di significato patologico.

Conduzione AV e QTc nei limiti.


FREQUENZA CARDIACA (Totale QRS: 131379) (Durata Ora: 23: 0)
Media: 95 bpm
Giorno (08: 00 - 21: 00): 109 bpm
Notte (23: 00 - 06: 00): 77 bpm

FC Max: 166 bpm a (1) 16: 33: 07
FC Min: 54 bpm a (1) 01: 29: 10

RR Max: 1310 ms a (1) 01: 38: 02
RR Min: 325 ms a (1) 14: 03: 23

BATTITI MANCATI: 3
1/ a (1) 01: 15: 34 RR = 1480ms
2/ a (1) 06: 22: 35 RR = 1245 ms
3/ a (1) 15: 27: 30 RR = 910 ms

Infine, ho eseguito un test da sforzo in cui mi è stata riscontrata solo questa frequenza cardiaca elevata, ma null’altro di anomalo.


A questo punto vorrei sapere se potrebbe essere opportuno effettuare qualche altro esame (tipo ecocardiogramma) oppure no.


Inoltre vorrei sapere, avendo iniziato da circa due settimane una terapia di profilassi per cefalea muscolo tensiva con amitriptilina, avendo letto che questa può dare tachicardie e considerando la mia frequenza suppongo fisiologica già alta, se questo può comportare un affaticamento ulteriore che potrebbe essere dannoso.


Vi ringrazio
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 87,9k 3,1k 2
Lei ha un holter normale consideerata la sua ansia che ha richiesto farmaci.
La sua frequenza notturna e' normale e questa ne e' la riprova.
Non ho capito perche' le abbiano prescritto la amitriptilna che puo' aumentare inoltre la frequenza.
Se fosse necessario solo per la qualita' di vita ouo'ì aggiungere piccole dosi di beta bloccanre

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la sua risposta. I neurologi mi hanno prescritto l’amitriptilina per una cefalea tensiva frequente che non passa con i vari farmaci analgesici e antinfiammatori. Hanno visto l’holter cardiaco, quindi suppongo che l’abbiano tenuto in considerazione.
Magari, se la situazione dovesse peggiorare causandomi ulteriori fastidi, lo farò presente alla prossima visita di controllo.

Mi è sorto però un ultimo dubbio che vorrei portare alla sua attenzione. Le riporto un unico episodio risalente a pochi mesi fa, di disturbo visivo tipo scotoma scintillante seguito da disturbo del linguaggio (difficoltà nella comprensione delle parole scritte) risolto in circa 1h per il quale ho fatto accesso in P.S., seguito solo dopo qualche ora da una cefalea dalle caratteristiche abituali. La diagnosi è stata: verosimile aura senza emicrania. Ad oggi non si sono però più verificati episodi di aura come questo.

Vorrei chiederle quindi se potrebbe essere possibile una correlazione tra (ipotizzando) presenza di Forame Ovale Pervio (considerando che la cefalea tensiva talvolta sembra assumere caratteristiche di tipo emicranico) e questa condizione di frequenza cardiaca accelerata oppure no.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 87,9k 3,1k 2
Ma mi scusi lei ha mai eseguito un ecocolordoppler cardiaco? con che esito?

Grazie

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
No non l’ho mai eseguito. Potrebbe essere utile nel mio caso?
L’ipotesi FOP mi è sorta per giustificare quell’episodio di aura, ma è solo un’ipotesi per cui non ho mai indagato.
A livello cardiaco ho eseguito solo le cose riportate all’inizio (visita cardiologica + ECG, holter cardiaco).
Potrebbe andare bene così o sarebbe meglio approfondire?

La ringrazio molto.
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 87,9k 3,1k 2
Ma lei postula diagnosi ...cosi?
L' ecocolordoppler cardiaco nel 20121 quando siamo andati su Marte e' indispensabile.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio