Battiti mancanti e malesseri

Gentile Dottore, mi scusi se scrivo di nuovo ma avrei bisogno del suo aiuto.

Mi chiamo Fabio, 40 anni, non fumo da un anno e mezzo ed ho forte familiarità con problemi cardiovascolari.
So di avere un lieve prolasso mitralico e un leggero ritardo di conduzione.


Premetto che da tanto tempo soffro di palpitazioni continue (nel senso di sentire il battito costantemente e pesante, non necessariamente veloce), senso di svenimento e malessere (specialmente acufeni e disturbi alla vista), extrasistoli e battiti irregolari che da quanto emerso finora sembrerebbero legati allo stomaco e all'ansia.

Ultimamente ho spesso un peso o bruciore al centro del petto e formicolio al braccio sinistro; e poi tosse (specie al mattino) e saliva schiumosa, ma soffro di reflusso e so che può essere quello; dolore epigastrico, malesseri con forte debolezza o senso di svenimento più volte durante il giorno.
Forte debolezza più o meno costante e affanno nel fare anche le piccole cose.


Mi sta capitando di nuovo e spesso di avere malori, l'ultimo dei quali dopo aver fatto una doccia, iniziato con una sensazione di debolezza poi un capogiro vero e proprio, cui è seguito dolore al petto e al braccio sinistro, difficoltà a respirare, durati un bel po' di tempo e che mi hanno costretto a sedermi o stendermi.

Da ieri, dopo aver fatto un esame per l'intestino che richiedeva una purga, noto battiti irregolari (ieri sera parecchio) e una strana sensazione al petto e generale.

Ormai sono diventato fortemente ipocondriaco per cui ho fatto dei tracciati con un apparecchietto ecg portatile, dal quale risultano più volte dei battiti mancanti, e mi chiedevo se sarebbe così gentile da vederli.


Purtroppo a distanza di tempo non sono ancora riuscito a risolvere, quello che vorrei chiedere è se verosimilmente devo preoccuparmi e rifare controlli cardiologici (li feci un anno fa circa, compresa una prova da sforzo), oppure sopportarli e considerarli sempre un "regalo" dei problemi gastrointestinali di cui soffro o dell'ansia e dell'ipocondria.

La ringrazio davvero molto, cordiali saluti.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 74k 2,7k 2
Dato che e' un uomo di mezza eta' e' opportuino che lei programmi, con calma una prova da sforzo ed un Holter cardiaco

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore della celere risposta! Va bene, li farò, l'holter già nei prossimi giorni. Senta, ma questi battiti mancanti (non credo siano extrasistoli, io li avverto proprio come pause o battiti debolissimi) possono essere indice di qualche cosa? Io ormai (convivendo con questi malesseri da tanto) cerco di sopportare e aspettare che passino... Dovrei andare al pronto soccorso invece?
Grazie ancora!
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 74k 2,7k 2
Lei avverte con fastidio la pausa post extrasistolica.
Quindi ha delle banali extrasistoli e l' HOlter glielo dimostrera'

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, la aggiornerò se vuole! Buona serata

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio