Dolore prolungato al cuore

Buonasera, ho 53 anni, sono alto 1, 80 e peso circa 80/83 chili, chiedo cortesemente un vostro parere in merito ad una condizione sempre più cronica che sto riscontrando in particolare modo all'episodio che ho avuto venerdì notte.

Ero tranquillamente seduto a leggere mentre all'improvviso ho sentito un dolore che potrei definire come una morsa, accompagnata da forti fitte, che non smetteva, prolungata, ho cercato di controllarla ma non smetteva e alla fine è cessata, sarà durata 5/6 secondi, interminabili, come quando accade un terremoto dove ogni secondo sembra una vita.

Anche il giorno seguente ho avvertito decine di volte fastidi al cuore, soprattutte forti fitte e fatica a fare le cose ma anche solo pensarle di fare.

Sono anni che mi faccio controllare perché sento il cuore un po' in affanno ma le tradizionali visite cardiologiche non hanno riscontrato nulla di che a parte la prova da sforzo dove il cardiologo ha rilevato un'eccessiva frequenza del battito appena iniziata la prova.

Ho avvertito anche un paio di volte il pericoloso sintomo del dolore pressante forte in mezzo al petto, episodi che risalgono ad un anno fa circa.

Visto che purtroppo ho perduto mio fratello per un infarto quando aveva 55 anni, ho un po' di timore.

Vorrei cortesemente un vostro prezioso parere in merito e quali accertamenti mirati mi consigliate di effettuare.

Grazie
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 73,5k 2,7k 2
In realta' il tipo e la durata del dolore che ha presentato non e' riferibile al suo cuore.

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio