x

x

L'ansia è davvero pericolosa per la salute? non so più a cosa o a chi dare ascolto

Salve, sono una ragazza di 18 anni...premetto che nel 2016 (all'età di 13 anni) ho avuto un periodo di circa 6 mesi (compreso il periodo di psicoterapia e guarigione) dove ho sofferto di ansia a seguito di problemi familiari.
Questi 2 ultimi anni di scuola sono stati particolarmente stressanti e sommati ad altri problemi familiari ho avuto una specie di ricaduta che sta durando da quasi 5 mesi...purtroppo essendo ipocondriaca cerco costantemente su internet alimentando il tutto e la cosa che mi mette più preoccupazione è il fatto che un sacco di studi importanti dicono che l'ansia prolungata sia molto pericolosa per la salute perché provoca ictus, infarto, tumori e molte altre malattie anche escludendo i classici fattori di rischio quali fumo, ipertensione, alcol ecc...e questo mi TERRORIZZA letteralmente.
Io non ho mai fumato, mai bevuto, non c'è alcuna familiarità nella mia famiglia e soffro addirittura di pressione bassa (non eccessivamente) ereditaria...le principali cose che ho letto parlavano del fatto che l'ansia rilascia elevatissime concentrazioni di catecolamine e di cortisolo che portano alla formazione di ateromi con conseguente rottura delle placche aterosclerotiche e quindi infarto e ictus e che anche il sistema immunitario è compromesso.
2 mesi fa ho fatto analisi del sangue e sono risultatetutte nella norma, l'altro ieri ho fatto ecg ed ecocardiogramma (entrambi a riposo) e sono risultati nella norma anche quelli e questo mi ha tranquillizzata solo in parte appunto per i motivi elencati sopra.
Che poi leggo sempre che "l'ansia e lo stress a lungo andare provocano questo anche in soggetti perfettamente sani ed escludendo altri fattori di rischio" ma non capisco se con "prolungati" si intenda tanti anni oppure anche solo qualche mese...potreste spiegarmi come funziona tutto ciò per favore?
ho continui pensieri negativi e insieme alle continue ricerche su internet, alimento le mie paure.
L'ansia è davvero così pericolosa?
Devo fidarmi di internet visto che sono cose scritte da medici/psicologi e sono dimostrati da studi fatti da università importanti?
come faccio a capire se quest'ansia mi sta danneggiando il cuore/vasi sanguigni/cervello/altri organi?

grazie in anticipo
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,7k 3,1k 2
lei ha 19 anni è alla sua età la aterosclerosi non esiste e quindi non esistono ne infarto ne ictus.

Pensi ai genitori che perdono un figlio è non muoiono di infarto od ictus, anche se in realtà lo desiderebero

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, grazie per la risposta.
Quindi anche se non ho avuto un'alimentazione molto sana durante la mia adolescenza non ho i vasi già danneggiati?
Premetto che peso quasi 50kg per 164cm quindi non sono in sovrappeso però avevo letto che a chi soffre d'ansia, accelera il processo di aterosclerosi e quindi avrà un infarto entro i 50 anni...È vero che l'ansia o lo stress fanno questo? ho paura per la mia salute. Da 2 mesi mangio in modo molto sano e ho iniziato a mangiare molta verdura, frutta, legumi e tutto ciò che fa bene eliminando dolci, fritti ecc..
2 mesi fa ho anche fatto le analisi del sangue e 2 settimane fa ho fatto una visita cardiologica completa (ecg + eco) per scongiurare ogni tipo di problema e tutti gli esami sono risultati perfettamente normali tanto che mi hanno detto di stare tranquilla...effettivamente mi sono un po' tranquillizzata ma avendo letto su internet che chi soffre d'ansia può morire precocemente mi spaventa.
nella mia famiglia non c'è nessun tipo di malattia quindi non ho familiarità con nulla di tutto ciò che mi spaventa ma sono preoccupata lo stesso.
L'ansia danneggia il cuore? sono a rischio di infarto nonostante i miei 18 anni? Rischio la morte precoce (quindi tra qualche anno) per colpa dell'ansia di questi mesi?
mi potrebbe spiegare un attimo come funziona per favore?
grazie mille
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,7k 3,1k 2
"... accelera il processo di aterosclerosi e quindi avrà un infarto entro i 50 anni...È vero che l'ansia o lo stress fanno questo? ..."

Se fosse vero la meta degli italiani quindi 35 milioni di taliani sarebbero morti.
Curi la sua ansia con uno psichiatra, perche come cardiologo non le posse essere utile

Il mio consulto finisce qui e non le rispondero' piu' oltre su quesiti simili

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve,
mi scusi non volevo farla "arrabbiare", essendo ignorante in materia volevo un parere di un esperto.
Per questo motivo volevo chiederle se ciò che si dice in giro (sempre su internet ovviamente) del fatto che l'ansia danneggia il cuore e il corpo e a lungo andare, porta alla morte è vero o no.
I miei medici mi hanno detto che può essere pericolosa per chi soffre già di patologie cardiache o altre malattie ma su internet medici e alcuni psicologi hanno scritto che invece può fare venire questi problemi a persone anche completamente sane. Io ho 18 anni, so che non dovrei preoccuparmi di queste cose anche perché mi è stato detto da più persone che fino ad ora non è mai morto nessuno di ansia o stress ma quello che mi chiedo è:

è possibile che le persone sane che sono morte di infarto, ictus o altro, siano morte perché soffrivano di stress e ansia? cioè come faccio a sapere io che le persone che sono morte di questi problemi, pur essendo sane, non siano morte appunto per problemi che gli sono venuti per colpa dell'ansia?

grazie in anticipo, prometto che dopo non la disturbo più
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 89,7k 3,1k 2
Le ho gia' risposto.

LIberissima di credermi o meno.

Il mio consulto finisce qui.
Ovviamente ha il diritto di chiesere un parere degli altri bravissimi cardiologi qui sul sito, ma sul prossimo quesito scriva "non per il Dott. Cecchini", cosi risparmiamo tempo si lei che io, perche' non le rispondero' piu' su quesiti simili.

cordialita'

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6]
dopo
Utente
Utente
Lei mi ha risposto in merito all'aterosclerosi, non all'ansia in generale...non capisco perché mi stia rispondendo in questo modo. La mia era una semplice domanda innocua

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto