Utente 273XXX
gentile dottore,

Ho già postato riguardo a questo argomento, ma non riesco a trovare spiegazioni ai miei disturbi. 2 anni e mezzo fa contraggo la mononucleosi e la sifilide (fase primaria con sifiloma): tppa e vdrl positive.
Dopo 15 gg inizio una cura a base di tetracicline, per 15 giorni, trovandomi all'estero mi è sembrata la soluzione più semplice. La terapia mi fu prescritta nel centro analisi provato. Dopo 4 mesi ripeto le analisi: RPR con valore più basso, ma mi dicono che devo ripetere il trattamento, quindi altri 15 giorni di tetracicline. Si , non ho seguito il protocollo standard, perché ero ignorante e mi mangerei le mani. Nel frattempo iniziano parestesie e disestesie fortissime che durano mesi, continue. Dopo il 2 trattamento non ricontrollai per vedere se RPR si era negativizzato. Ho ripetuto le analisi solamente 6 mesi fa: stavolta tppa positivo, RPR ripetuto 2 volte a distanze di 2 mesi, tutti e 2 negativi, immunoblotting igg debolmente positive, igm negative. Sempre 6 mesi fa i miei sintomi peggiorano e persistono tuttora: ricominciano le parestesie e iniziò a soffrire di rigidità, pesantezza, dolori, bruciori sensazioni di fasciature agli arti inferiori, polpaccio destro che sento tirare.. la gamba destra é sempre quella che mi da più problemi. Faccio visite neurologiche: negative, eccetto ROT arti inferiori molto vivaci, tremori diffusi e mingazzini 2 negativo ma si nota difficoltà a tenere le gambe su.
RM encefalo negativa, con minuti focolai di sofferenza parenchimale in regione pontina bilaterale, aspecifici. RM midollo negativa. Ripeto RM dopo 5 mesi: negative. RM encefalo: le alterazioni riscontrate nel precedente esame sono riferibili a spazi perivascolari di nessun significato patologico. TAC: negativa. EMG + ENG negativo.
Ricapitolando: RPR negativo, immunoblotting negativo, RM e tac negative e senza lesioni.
I sintomi però esistono e sono invalidanti. La neurologa mi propone la puntura lombare e io accetto di farla, avrò i risultati tra 3 settimane... Hanno prelevato 7 cc di liquor limpido. Richiedono: C/F, bande, DNA treponema su liquor e anticorpi su siero.
La mia domanda è: è possibile si tratti di neurosifilide, anche se all'epoca era primaria, ma entrata nel sistema nervoso tempestivamente a causa di una cura non ottimale, pur avendo RPR negativo? O più probabile una sclerosi multipla, senza però la presenza delle lesioni?
Secondo le 2 neurologhe è improbabile si tratti di sm. Ma io mi chiedo: la neurosifilide può svilupparsi in così pochi mesi/anni?
Mi scuso in anticipo per il papiro. Vorrei tanto arrivare alla verità.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

molto semplicemente:

La neurosifilide è un ipotesi paventabile in un soggetto che NON è stato MAI curato per Sifilide primosecondaria

Pertanto questa ipotesi mi appare molto improbabile.

Ovviamente deve ragguagliarsi nella sede specialistica MST portando tutti gli esami effettuati.

Mi faccia sapere dopo questo controllo.

Carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 273XXX

Gentile dottore,

Grazie per aver risposto. Sono stato da 2 diversi venerologi/infettivologi e secondo loro, data la cura antibiotica effettuata e RPR negativa, lo hanno escluso. Ps: la neurosifilide sarebbbe subito visibile tramite tac encefalo e RM encefalo e midollo?
A questo punto quindi pare più probabile purtroppo una sm, anche se non ci sono lesioni a parte quelle aspecifiche. L'unica sembrerebbe aspettare il risultato del liquor.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi piuttosto che invece di paventare altri inutili ipotesi sia proprio il caso di aspettare l'esito delle indagini che ho effettuato e vedrà che la mia indicazione sarà corretta. Ancora saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it