Utente 506XXX
Sulla mia pelle sono comparsi degli eritemi rossastri, dannatamente pruriginosi e talvolta anche doloranti; si tratta di chiazze estese e piuttosto radicate ed apparentemente sembrano voler dare l'impressione di veri e propri eritemi. Tutto questo è iniziato due anni fa, quando mi ritrovai sul polpaccio destro un eritema, il primo di una lunga serie. All'inizio pensai che si trattasse di una dermatite da contatto. Infatti, nonostante l'incredibile prurito e fastidio, dopo una una settimana e mezzo scomparve da solo, lasciando però un segno, che a distanza di questi due anni mi porto ancora dietro, visibile chiaramente tanto quanto allora. Pensai che fosse normale, che si sarebbe tolto col tempo, ma non fu così. Dopo qualche altra settimana, un altro eritema comparve sulla mia pelle. E da allora il mio incubo è iniziato. Da due anni quindi, soffro di questo problema, molto strano, poichè questi eritemi pruriginosi possono comparire ovunque, in qualsiasi zona del corpo, senza una precisa durata di permanenza, che può variare da giorni a settimane e ricomparire poi dopo, nella stessa zona o in un altro luogo, senza preavviso. In particolar modo si presenta negli arti inferiori e nei glutei, ma alla loro scomparsa, lasciano segni indelebili, non pruriginosi, ma vere e proprie chiazze eritematose violacee che non scompaiono col tempo. Ho provato numerosi e molti trattamenti in questi due anni, davvero tanti e svariati, ma non ho tutt'ora risolto il mio problema. All'inizio mi fu diagnosticata una dermatite da contatto dovuta a qualche germe o batterio che aveva aggravato il fatto, per questo mi fecero assumere: Ayrinal compresse (un'ora prima di cena per 2 settimane) con l'aggiunta di Syalox 150 (1 compressa al giorno per cicli alterni di 3 mesi), inoltre mi fecero fare le analisi delle urine, che uscirono nella norma e senza complicazioni, ma la cura non funzionò. Mi dissero che forse il problema me lo creavo da solo e per questo mi spinsero, con mio scetticismo, a fare un consulto neurologico ed una TAC completa alla testa: tutto bene. La seconda volta tornai a farmi visitare e mi fu diagnosticata un'orticaria cronica che provai a curare con l'applicazione di "Beta 21 crema" ma anche qui senza risultato. A quel tempo ed anche nell'ultimo mese ho fatto una serie di analisi complete (Emocromo, VES, PCR, ANA, Anticorpi DNA, C3, C4) con tutti risultati ottimali. Una terza volta sono tornato, mi diagnosticarono una dermatite fissa da curare sempre con la crema Beta 21 per un mese ma non accadde nulla. Ho girato i migliori neurologi e dermatologi di Napoli e dintorni, ma nessuno ha saputo curarmi. Faccio sport, non ho mai avuto incidenti di qualche tipo, non ho allergie nè intolleranze, seguo una dieta sana e bilanciata ed in famiglia non ci sono casi simili nè casi ereditari. Vi prego, aiutatemi, ho 22 anni e vivo col costante timore che queste macchie possano non scomparire mai e la cosa mi sta abbattendo psicologicamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo utente, prima di pensare a cose spiacevoli, direi di fare una diagnosi corretta di questa situazione: deve sapere che nella sede dermatologica questa diagnosi non può mancare.

Essa può essere effettuata con la visita clinica ed esami specifici. Pertanto non si faccia prendere dall’ansia ma programmi la visita dermatologica con la finalità di avere una corretta diagnosi di questa situazione.

Ovviamente troppe sono le ipotesi per poter paventare qualcosa di serio da qui

Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it