Utente 507XXX
Buongiorno dottori, questa settimana in seguito a biopsia mi è stato diagnosticato un Melanoma in situ TIS, il mio dermatologo mi ha prescritto un ulteriore intervento chirurgico per allargare il sito di prelievo di ulteriori 0.5 e su questo mi trovo perfettamente d’accordo.
L’esame istologico recita:LOSANGA ESCISSIONALE COLORAZIONE E E MELANOMA AD ESTENSIONE SUPERFICIALE IN SITU PRIMO LIVELLO DI CLARK ASSENZA DI ULCERAZIONE EPIDERMICA SENZA NOTE DI REGRESSIONE, MARCATO INFILTRATO INFIAMMATORIO, ASSENZA DI MITOSI ATIPICHE, TNM TIS NELLE SEZIONI ESAMINATE LA LESIONE RISULTA CIRCONDATA DA TESSUTO SANO GIUNGENGO NELL’ASSE MAGGIORE RISPETTIVAMENTE A 1.0 MM ED A 3.0MM DAI MARGINI DI RESEZIONE CHIRURGICI.
Ho qualche domanda, dal secondo intervento può risultare qualcosa di più invasivo o grave? Come sarà il secondo intervento? Verrà esaminato il linfonodo sentinella? Ci sono altri esami a cui verró sottoposto? Che percentuale ho di sviluppare un altro melanoma? C’e Qualche esame a parte la videodermatoscopia per capire se ci sono altri melanomi? Scusate per le domande ma al mio dermatologo non le ho fatte perché ero un po’ spaventato ma ora che son passati 2 giorni comincio ad avere dei dubbi.grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gemtilissimo rispondo alle sue domande:

dal secondo intervento può risultare qualcosa di più invasivo o grave?

R: stante la diagnosi a mio avviso NO.

Come sarà il secondo intervento?

R: come il primo e ma cicatrice sarà più ampia (Per il melanoma in situ si calcola 0,5 cm di diametro radiale intorno alla pregressa cicatrice ed in profondità)

Verrà esaminato il linfonodo sentinella?

R: non è previsto il linfonodo sentinella per una stadiazione di melanoma in situ

Ci sono altri esami a cui verró sottoposto?

R: io faccio effettuare un’ecografia dei linfonodi regionali al paziente, il quale poi deve essere sottoposto al follow-up semestrale

Che percentuale ho di sviluppare un altro melanoma?

R: la percentuale è più alta rispetto alla popolazione generale che non ha avuto un melanoma, né ha un parente di primo grado affetto da melanoma, ma non è standardizzabile nei singoli soggetti

C’e Qualche esame a parte la videodermatoscopia per capire se ci sono altri melanomi?

R: NO, la dermoscopia digitale è sufficiente per la valutazione anche di Melanomi iniziali e dei nei dermoscopicamente atipici

Spero di aver chiarito tutti i suoi dubbi.
Cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Più chiaro di così... ci sono stati pazienti che lei ha seguito o di cui ha avuto notizia che nonostante la diagnosi di TIS sia poi risultato altro in seconda biopsia?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sono vent’anni che ho asporto melanomi, e non mi è mai accaduto di trovare secondarismi nere losanghe di allargamento di margini di resezione in occasione di alcuna lesione da me asportata.

Deve capire una cosa importante: non è la profondità o la gravità del melanoma a creare questo problema, ma è l’errata asportazione iniziale dello stesso.

Pertanto auspichiamo che se dall’esame istologico il melanoma non risulta in completamente escisso questo rischio non dovrebbe assolutamente porsi!

Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 507XXX

Grazie Dottore è stato chiarissimo, la terrò informato sul prossimo intervento.. cordialità

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Molto bene!

Saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it