Gastropanel, acidita di stomaco e disbiosi grave

Salve.
Da due mesi soffro di acidita di stomaco che durano tutto il giorno, eruttazioni continue, salivazione abbondante al risveglio.
Ho sempre sofferto di problemi digestivi ma ora si sono riacutizzati in maniera prepotente.
Ho eseguito il gastropanel i cui risultati sono:
Pepsinogeno I 96, 9, Pepsinogeno II 6, 7, pepsinog I/Pepsinogeno II 14, 4, Gastrina 17 basale 11, 3, Hel.
Pyl.
7, 2.
Unico valore sballato Gastrina (da tener presente che avevo preso Esomeprazolo 10 mg fino al giorno prima del prelievo).
In concomitanza ho eseguito il test per la disbiosi Scatolo <10 (normale) e INDICANO 102, 60 disbiosi grave >80.
Ho anche ALP fuori range a 105 (range 33-98), globuli bianchi leggermente inferiori alla norma 4, 59 anziché 4, 80.

Mi chiedevo se con questi risultati devo fare la gastroscopia o la posso evitare e che nome ha il mio problema (Gastrite).
E sopratutto devo continuare con il Lucen 10 e per quanto tempo?

L'Indicano che indica disbiosi grave puo' suggerire una correlazione tra intestino tenue e acidita' di stomaco?
Vi ringrazio
[#1]
Dr. Gianni Nicolini Gastroenterologo 612 19
Gent.ma la gastrina si alza proprio con uso di prazoli per cui il gastro panel va bene . Se i disturbi gastrici sono ricorrenti è indicato comunque eseguire la gastroscopia avendo più di 50 anni . ALP alterata va valutata con gli altri esami transaminasi e GGT , a volte può essere collegata alle ossa per cui è utile valutare tiroide, calcio e densitometria ossea e valori di vitamina D . In genere la disbiosi si associa alla gastrite per cui eseguirei un ciclo di lactobacilli o bifidi ma non ripeterei il test in assenza di alterazioni dell'alvo o dolori o gonfiore addominale. Dopo i 50 anni anche in assenza di familiarità per tumore del colon è utile il sangue occulto. I globuli bianchi sono ai limiti inferiori per cui bisogna valutare nei prossimi mesi il loro andamento ma potrebbero essere tuoi valori "normali" senza che implichi delle patologie.

Dott. Gianni Nicolini
Gastroenterologia, endoscopia & ecografia.

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinitamente per la chiarezza nella risposta. Seguirò senz'altro i suoi consigli. Grazie infinite.

L'osteoporosi è una malattia dell'apparato scheletrico che provoca il deterioramento delle ossa. Come si riconosce, quali sono i fattori di rischio e come si cura?

Leggi tutto