x

x

Consigli alimentari

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Ho 29 anni e da un anno e mezzo sono affetto da prostatite cronica. Nei giorni scorso un parente molto appassionato di naturopatia ed igienismo mi ha consigliato di intervenire in modo deciso sulla mia alimentazione, cercando almeno per un mese di alimentarmi in modo diverso. Lo scopo sarebbe quello di depurare l'intestino, che secondo lui avrebbe un legame diretto con la prostata. In pratica mi ha consigliato di:
1)fare colazione con un frutto di stagione + eventualmente 1 bicchiere di succo di frutta;
2)pranzare eliminando la pasta. Cercando di mangiare soltanto legumi assoluti oppure ortaggi o verdure (senza pasta);
3)assumere un'altra porzione di frutta al pomeriggio;
4)a cena mangiare una fetta di carne oppure pesce con delle verdure di contorno + 1 panino integrale.
In pratica dovrei evitare la farina bianca e preferire quella integrale. Almeno per un mese.
Ora, l'unico dubbio che mi sovviene (alimentato da mia madre) è che questo tipo di alimentazione possa favorire fenomeni colitici e sia troppo povera di carboidrati. Aggiungo che non soffro di problemi intestinali e che 5 mesi fa feci una colonscopia con esito normale. Sono regolare nella evacuazione quotidiana.
Di solito già mangio tutti i giorni a pranzo legumi, ortaggi o verdure, ma sempre con la pasta.
Ritenete che questo approccio alimentare temporaneo possa dare problemi intestinali?
Grazie
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signore,
la dieta esposta non determina problemi intestinali.
Cordiali saluti.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio