Utente
Salve cari medici,
ieri mi sono recata in pronto soccorso in seguito a dei fastidi allo stomaco.
Da circa una settimana avverto nausea e senso di vomito imminente percepito come un "tirare" della gola, tanto che mi da fastidio poggiarci sopra le mani perchè ho la sensazione che aumenti il senso di vomito.Inoltre accuso una grande pesantezza, anche a digiuno che è massimizzata al risveglio.
Negli ultimi giorni il fastidio è peggiorato...mi sembra di avere un corpo estraneo tra gola ed esofago. E' una strana sensazione che raggiunge l'apice quando deglutisco la saliva (e non bevande o cibo, per assurdo!), in parole povere mi sembra di deglutire un uovo intero, invece della saliva! E mi sembra di sentirne la difficoltosa discesa. Come dicevo non ho problemi a mangiare o bere, anche se questo fastidio mi da la sensazioen di pienezza e la nausea mi tiene ben lontana dalla voglia di mangiare! In pronto soccorso dopo gli esami di routine (ecg ed emocromo + vari)nella norma ed ecografia addome che riporta "verosimile sabbia biliare" mi hanno consigliato una gastroscopia. Ora la mia domanda.... Non è eccessivo sottoporsi ad una gastro per un sintomo che dura da così poco? Io ho pensato di contattare prima un gastroenterologo, ho l'appuntamento giovedì sera..e di farmi dire da lui se sia il caso o meno di proseguire con le indagini. D'altra parte mi viene il dubbio che il medico, senza esami in mano non possa dirmi un granchè e non vorrei buttare soldi, per capirci! Chiedo a voi un consiglio...per capire se la mia decisione è stata saggia o se conviene tornare sui miei passi e disdire la visita per prenotare invece una gastroscopia.
Infinite grazie a tutti per l'aiuto.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Concordo con la visita dal gastroenterologo. Sarà lui a decidere l'eventuale terapia (come dovrebbe essere per i suoi sintomi e per la sua età) prima di procedere all'indicazione della gastroscopia.

Un cordiale saluto
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore,
sono stata dal gastroenterologo.
Mi ha prescritto Omeoprazen e Debrum.
E' normale che in 15 giorni i sintomi non siano assolutamente diminuiti?

Continuo a sentire questa sensazione strana tra gola ed esofago, fin dal risveglio. Passa solo mentre mangio e bevo.
Questo senso di corpo estraneo mi porta a cercare di autoprovacari delle eruttazioni che mi danno beneficio immediato ma brevissimo.

Ho provato, visto che il medico era orientato su un problema nervoso, ad associare dello xanax, ma nemmeno questo sortisce alcun effetto.

Le chiedo, questa cura ha effettivamente tempi lunghi per dare benefici?
Potrebbe darsi che si tratti di ansia ma il Debrum non sia efficace per questa problematica e nemmeno lo xanax, ma che mi occorra invece una terapia antidepressiva?
Infine: mi sono accorta di avere del catarro molto molto denso e appiccicoso, l'ho scoperto casualemnte perchè solitamente lo ingoio... Potrebbe essere questa la causa dle mio disturbo? Semplice catarro che si appiccica alle pareti provocandomi questo senso di restringimento?

Grazie molte.
Saluti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia per il reflusso va bene e continuerei. Il nodo alla gola, comunque, potrebbe essere legato anche ad un problema di ansia e per questo bisognerebbe attendere l'effetto della terapia ( e la sua consapevolezza). Per il catarro, se continua, può essere utile chiedere una visita ORL.

Legga nel frattempo il mio articolo sul nodo alla gola:


https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1459-il-nodo-alla-gola.html


Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per il suo aiuto dottore...
Vorrei chiederle ancora un paio di cose.
Il nodo alla gola, è possibile che venga percepito in tratti diversi?
A volte mi sembra davvero un nodo alla gola..altre volte all'esofago, altre allo stomaco...
E' compatibile con il bolo isterico, questa sintomatologia?

Ho inoltre scoperto di avere la sideremia bassa, non di molto, ma bassa...solo quello, il resto degli esami, emoglobina compresa, erano ottimali.

Crede che questo valore, unito a questi strani sintomi a stomaco/esofago, possano richiedere ulteriori approfondimenti?
Quando sono stata dal gastroenetrologo non avevo ancora questi esami sotto mano, potrebbero fare una qualche differenza?

La ringrazio ancora per la sua pazienza e perdoni l'abuso del suo tempo.
Laura

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il bolo isterico per sua definizione è riferito alla gola. Un fattore ansiogeno, comunque, può avere riflessi in ogni segmento del tratto intestinale e, quindi, anche all'esofago e allo stomaco.

Non credo proprio ci sia una connessione fra disturbo che riferisce e la riduzione della sideremia. Ovviamente il gastroenterologo valuterà le possibili cause ed indicherà i necessari accertamenti.


un cordiale saluto



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Salve dottore, rieccomi a bussare alla sua porta!
Purtroppo i disturbi permangono.
Mi sveglio con la nausea e questa sensazione di corpo estraneo...
e continuo così tutto il giorno.
Nonostante ciò l'appettito è rimasto ottimo...insomma, in certe fasi della giornata il senso di nausea si trasforma in senso di fame.
Mangio tranquillamente senza spiacevoli sensazioni nè di nausea, nè di corpo estraneo.
Dopo un tot di tempo dal pasto però, una mezz'ora, ricomincia.

Io ho un passato di ansia e attacchi di panico che credevo di aver superato...inoltre i disturbi ansiosi non si erano mai riversati sul tratto gastro-intestinale.

Lei pensa che sia il caso di sostituire il Debrum, tra l'altro leggo sul foglietto illustrativo che è indicato per "manifestazioni spastico dolorose con componente ansiosa" mentre io NON ho affatto dolore?

Insomma, secondo lei devo ricontattare il gastroenterologo e magari proseguire con questa benedetta gastroscopia... O vedere un neurologo ed impostare una terapia per l'ansia?

Il dramma è sempre quello.."starò sottovalutando un problema serio??", o sto amplificando e somatizzando un problema di natura ansiosa?

E' una domanda che mi ha assillato parecchio nella mia fase ipocondriaca...ed ora..rieccola!

Scusi se ho divagato.
Potrebbe spiegarmi qual'è l'iter migliore da seguire, a suo parere, coi miei sintomi?

Grazie per le sue gentilissime e competenti risposte.
Laura

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Considerando la persistenza dei disturbi (nodo alla gola) prenderei in considerazione una visita psicologica/psichiatrica.

Cordialmente.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Salve ancora dottore,
speravo di non doverla piu' disturbare...e invece!
Ho prenotato una visita psichiatrica, per domani..quella temo mi serva a prescindere...
Però vorrei porle un'altra domanda.
Oggi mi è accaduta una cosa strana e vorrei capire le eventuali connessioni con i miei disturbi precedenti.
Sono andata al bagno, spinta dallo stimolo alla defecazione.
In realtà ho solo urinato perchè, nonostante la sensazione e una certa dose di sforzo, non ho defecato.
Alzandomi ho notato la tazza parecchio macchiata di sangue e pulendomi, ho impregnato la carta.
Cosa significa una perdita ematica piuttosto sontanziosa, senza defecazione?
Ricordo che diversi anni fa avevo avuto un problema simile ed un medico, in seguito a ispezione rettale, aveva trovato una ragade.
Potrebbe trattarsi di questo?
Capirà come la mia disfagia/nausea and co, miste a questa nuova problematica, mi stiano risvegliando una massiccia dose di paura!
Grazie grazie grazie davvero.
Mi è stato di grande aiuto e la ringrazio profondamente per la sua disponibilità.
Ancora cordiali saluti e tante scuse per il disturbo che le arreco con le mie incessanti domande.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Più che una ragade (la cui presenza è sempre accompagnata da dolore) si tratterà molto probabilmente di un sanguinamento emorroidario. Ovviamente sarebbe utile con controllo proctologico per darle la conferma.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Salve dottore,
mi è stata eseguita un'esplorazione rettale che non ha evidenziato nulla.
In seguito visita ambulatoriale dal chirurgo...non ho capito esattamente cosa abbia fatto! Credo un anoscopia...possibile?
In pratica l'internista mi ha rimandata al chirurgo poichè era munito di questo strumento che consentiva di andare leggermente piu' a fondo, rispetto all'esplorazione col dito.
Anche da questa non è emerso niente, no emorroidi e la mucosa in perfette condizioni.
A questo punto mi è stata consigliata una colonscopia con la dicitura "per escludere patologia infiammatoria del colon".
Non so proprio cosa fare! Siamo passati dalla gastro da titolo alla colon!
Di nuovo le chiedo, crede sia il caso di approfondire con questo esame così invasivo?
Crede che una visita specialista con un proctologo potrebbe rivelarsi piu' utile di quella col chirurgo o anche lui avrebbe bisogno della colon per darmi un'idea del problema?
E infine, di cosa potrebbe trattarsi?
I miei allarmi "tumore" stanno iniziando a suonare...ed è un dramma!
Grazie.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il sanguinamento è stato un episodio isolato o si è ripetuto ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Salve gentilissimo dottore,
il sanguinamento si è ripetuto diverse volte.
E' iniziato martedì sera,
mercoledì mattina ho defecato due volte, la prima con sangue, la seconda senza...ravvicinate.
Giovedì mattina, feci e sanguinamento, idem nel pomeriggio con sanguinamento abbondantissimo.
Sono andata in guardia medica e loro mi hanno mandato in pronto soccorso!
La visita con l'internista riporta "addome trattabile, non dolente; non evidenti emorroidi; non presente sangue al dito esploratore.
Mi ha prenotato una visita urgente con un chirurgo, effettutata ieri mattina.
Purtroppo non ho capito cosa mi abbia fatto il chirurgo e non riesco nemmeno a decifrare la sua scrittura!
Sicuramente mi ha inserito uno strumento nell'ano...
e mi ha detto che non la mucosa era intatta.
Ieri ho defecato senza sangue.
Stamattina invece c'era di nuovo, ma molto meno.

Il mio dubbio è solo che non sono effettivamente stata visitata da nessuno specialista proctologo...
Insomma, in fondo in pronto soccorso mi hanno consigliato anche una gastroscopia, chea dire del gatsroenterologo era assolutamente eccessiva!
Vorrei capire se siamo nella stessa situazione...
Grazie davvero dottore.
Svolgete un lavoro impagabile.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

la gastroscopia nel suo caso non ha alcuna indicazione per le caratteristiche del sanguinamento che, da come descrive, potrebbe avere un'origine ano-rettale. Troverei indicata una visita con lo specialista proctologo prima di procedere ad una colonscopia che non è l'esame idale per esplorare la regione anale.

Ad ogni modo sospetto solo una patologia "benigna" e non altro.

Tranquilla

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Grazie dottore!
Cercherò di tranquillizzarmi..anche se è dura...!
Oggi ho avuto 4 episodi di diarrea con perdite davvero consistenti di sangue...tazza schizzata, acqua rossa e gocciolamento, per intenderci!

Avrei bisogno di capire una cosa, per decidere come muovermi:
la mia colonscopia è prenotata per martedì mattina....
Dovrei quindi annullarla, per proseguire nell'ottica di una visita specialistica.
Le domando, la visita col proctologo potrebbe rivelare qualcosa in piu', rispetto a quella del chirurgo?
Mi sipego...
l'anoscopia del chirurgo e l'esplorazione rettale hanno escluso che ci siano emorroidi e ragadi.
E' davvero così o può essere che il proctologo, magari con una rettoscopia, possa vedere qsa che sta piu' a fondo?

Non so che fare! Io ero certa si trattasse di emorroidi...ma il referto dell'anoscopia dice che la mucosa è intatta e non ci sono segni di emorroidi.

Dunque, da dove arriva il sangue così abbondante?
E infine, il proctologo dispone di strumenti diagnostici piu' accurati dell'anoscopio?

Non so piu' come ringraziarla per il tempo che mi ha dedicato.
Le scrivo ogni volta con il fastidio di procurarle disturbo...
ma questo sito è l'unico mezzo a mia disposizione per raccapezzarmi in una giungla di sintomi, pareri discordanti e un medico di base non molto affidabile.
Spero di potela lasciare in pace quanto prima, per svariate ragioni!
Cari saluti e ancora, per l'ennesima volta, GRAZIE DI CUORE.
Laura

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi che con le ultime informazioni che mi ha dato (Oggi ho avuto 4 episodi di diarrea con perdite davvero consistenti di sangue.. ) e considerando che la colonscopia e per martedì, ritengo utile attendere tale esame. Diarrea e sangue fanno pensare ad una malattia infiammatoria. Mi aggiorni a dopo l'esame.

Cordiali saluti


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente
Salve carissimo Dott.,
torno ora dalla colonscopia.
Le incollo il referto:
preparazione intestinale buona.
Si esegue pancolonscopia; esame condotto fino all'ileo terminale.
La mucosa del sigma compresa tra i 40 e i 15 cm dalla rima anale presenta iperemia puntiforme (biopsie per escludere IBD o ASLC) mentre quella rettale appare macroscopicamente indenne.
Non altre lesioni nei restanti tratti esplorati.
Conclusioni: Iperemia del sigma.

Mi ha prescritto una serei di esami del sangue: emocromo con formula, ves, pcr, calprotectina fecale, quadro proteico, Ab anticytomegaloverus IgM, Ferritinemia e successivamente, con questi e le biopsie, una visita gastroenterologica.

Cosa ne pensa dottore?
Cos'è ASCL? Non lo trovo nemmeno su internet!
IBD sono infiammazioni croniche tipo colite ulcerosa o morbo di crhon, vero?

Tante grazie e buon lavoro!|

[#17]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le biopsie sono state eseguite per escludere una IBD (crohn o colite ulcerosa) oppure una ASLC (Acute self-limited colitis), ossia una colite acuta che si risolve spontaneamente. Nel suo caso, l'iperemia puntiforme al sigma non credo possa essere una IBD.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#18] dopo  
Utente
Salve dottore..
rieccoci.
In attesa delle biopsie sono finalmente riuscita a fare l'eco addome che mi era stata richiesta un mese fa, per quei disturbi allo stomaco.
Ne sono venuti fuori dei calcoli!
"Colecisti ripiegata e con diversi piccoli calcoli mobili".

Ho di nuovo bisogno di lei...
Possono spiegare, questi calcoli, la mia nausea costante?
Come andranno trattati? Ci sono dei farmaci?
Lo specialista di riferimento è sempre il gastroenterologo?

Ancora mille grazie...
Vorrei poter inviare a tutti voi medici online un bel cesto natalizio..
lo farò, virtualmente!
Cordialissimi saluti e uan buona serata.

[#19]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I calcoli possono dare sicuramente nausea, disturbi digestiti e dolori e/o coliche riferiti allo stomaco e/o al fianco destro. La terapia consigliabile è quella chirurgica. Ne parli comunque con il gastroenterologo.

Grazie del cesto natalizio on line. E sempre un bel pensiero.

Tantissimi auguri


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#20] dopo  
Utente
Salve dottore,
spero abbia passato bene il Natale!

Avrei una nuova domanda:
è arrivato l'esito delle biopsie della colonscopia ed è assolutamente incomprensibile ai miei occhi!

E' tutto nella norma tranne:
Biopsie colon ascendente e biopsia retto: Lembi di mucosa colica normoformata sede di lieve flogosi granulocitaria focale.

Chiaramente andrò dal gastroenterologo con i risultati ed anche per i calcoli alla cistifellea...ma per ora..potrebbe antciparmi il significato di "flogosi granulocitaria focale"?

Grazie infinite, come sempre...
e i miei migliori auguri per il nuovo anno!
Laura

[#21] dopo  
Utente
Salve dottore,
spero abbia passato bene il Natale!

Avrei una nuova domanda:
è arrivato l'esito delle biopsie della colonscopia ed è assolutamente incomprensibile ai miei occhi!

E' tutto nella norma tranne:
Biopsie colon ascendente e biopsia retto: Lembi di mucosa colica normoformata sede di lieve flogosi granulocitaria focale.

Chiaramente andrò dal gastroenterologo con i risultati ed anche per i calcoli alla cistifellea...ma per ora..potrebbe antciparmi il significato di "flogosi granulocitaria focale"?

Grazie infinite, come sempre...
e i miei migliori auguri per il nuovo anno!
Laura