Utente
Buonasera a tutti, cerco di spiegare il mio problema in poche parole: sono un uomo di 32 anni e circa 5/6 anni fà cominciai ad avere bruciore di stomaco, pesantezza e senso di rigurgito. Preciso che per diversi anni a cena abusavo a mangiare e bere ed andavo subito a dormire. Rivoltomi al medico curante lo stesso mi prescrisse gaviscon e motilium per 30 gg. ed il problema andò via; circa un anno fà si ripresenta, il medico mi consiglia gastrocopia ma io rifiuto e prendo ancora gaviscon e motilium; il problema sembrava passare. Da circa 5 mesi, di seguito ad un periodo molto difficoltoso lavorativamente ho iniziato ad avere forti dolori sternali, senza acidità e principalmente quando faccio pasti abbondanti ed abuso con alcolici e dolci. Sempre in questi 5 mesi ho anche perso circa 4/5 kg ed ultimamente il dolore sternale continua ad essere costante (alcuni giorni più forte, altri quasi inesistente) a volte mi accorgo anche di avere qualche brevissima palpitazione e senso di stordimento. Il medico curante mi ha riconsigliato di fare sia la gastroscopia che un elettrocardiogramma. Qualcuno potrebbe darmi qualche spiegazione di seguito alla breve anamnesi che ho fatto? GRAZIE

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
sembra un quadro di Malattia da Reflusso GastroEsofageo,
magari complicato da Esofagite (stando a quanto racconta).

Ha ragione quindi il suo medico curante,
le consiglio anch'io di effettuare una gastroscopia che confermi il sospetto diagnostico.

Le sue abitudini alimentari
non sono esattamente utili a star meglio in casi come il suo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Sembrerebbe trattars idi reflusso. Il calo di peso è compatibile ma l' indicazione del suo medico riguardo agli accertamenti appare condivisibile. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
Utente
Buonasera dottori,
in mattinata ho eseguito gastroscopia di cui di seguito vi riporto relazione: esofago regolare per calibro. si rileva ernia iatale da scivolamento. cavità gastrica normoespansibile. normale la mucosa del fondo e del corpo gastrico. l'antro è rivestito da mucosa iperemica. si eseguono biopsie per esame ist. e ricerca H. Pylori. pirolo centrale. normale il bulbo e la II porzione duodenale.
CONCLUSIONI: Ernia iatale da scivolamento. Iperemia gastrica antrale (istologia in corso per H. Pyl.).
Sono stato nel pomeriggio dal medico curante il quale mi ha prescritto relativa terapia (PERIDON 10 mg. al mattino a stomaco vuoto - PANTORC 40 mg. prima dei pasti - GAVISCON 10ml. dopo pasti).
Ora, Vi chiedo cortesemente: 1) con riferimento all'esito dell'esame c'è qualcosa di preoccupante? 2) la terapia è adeguata al caso specifico (Ve lo chiedo non per sfiducia nel mio medico)? 3) è necessario fare elettrocardiogramma, visto che il dolore sternale dovrebbe essere strettamente connesso alle patologie riscontrate? GRAZIE!

[#4]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No.
Si, la terapia è coerente.
A giudizio deu suo medico puo' essere indicato un approfondimento cardiologico.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
1 - Non si preoccupi;

2 - La fiducia è ben riposta=la terapia è adeguata;

3 - E' corretto che valuti il suo medico.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottori, premesso che sto continuando la cura di cui sopra e mi sto astenendo dal mangiare e bere cibi e bevande controindicate e le cose sembrano andare meglio anche se oggi avverto un leggero dolore sternale.
La prima domanda: il dolore sarà causato dal brusco cambiamento delle temperature? Martedì ho appuntamento dal dentista che dovrebbe estrarmi un dente e mi ha detto di prendere da 2 gg. prima degli antibiotici; posso assumerli o è meglio evitare? GRAZIE

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, credo sia improbabile. Gli antibiotici potrebbero temporaneamente peggiorare la sintomatologia ma se necessari per l' intervento odontoiatrico credo vadano assunti.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Ovviamente condivido quanto riferito dal collega Favara,
inoltre le suggerisco di assumere, durante l'assunzione degli antibiotici, dei fermenti per attutire eventuali effetti indesiderati.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Buonasera dottori,
sto continuando con la terapia di cui sopra. Le cose sembrano andare meglio anche se a volte il dolore sternale in corrispondenza del cuore si fa sentire; anzi ho notato che si fa sentire maggiormente quando mi innervosisco per poi sparire lentamente.
L'unica cosa che ancora mi preoccupa è la perdita di peso, sopratutto dopo aver fatto il cambio di stagione e indossato pantaloni e magliette che lo scorso anno mi vestivano a pennello, adesso mi vanno terribilmente larghi. Come devo fare per riacquistare peso raggiungere l'ideale? (attualmente peso 57 kg, sono alto 1.68 e 32 anni, nel giro di 1 anno avrò perso più di 5 kg)! GRAZIE

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La perdita di peso comunicata come dato fine a se stesso è un dato vago,
pertanto deve comunicarlo al suo curante,
che ben conosce il suo paziente e saprà cosa consigliarle!

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it