Utente 251XXX
salve, come premesso nell'oggetto chiedo questo consulto a causa di quotidiani dolori che dall'ipocondrio destro si trasferiscono sul fianco in zona fegato e dietro la schiena in zona sotto scapola fino alla zona lombare. Vanno avanti da una decina di giorni, erano iniziati leggeri successivamente aumentati, ora restano d'intensità invariata, senza darmi tregua in qualsiasi momento della giornata e della notte. Soffro di gastrite acuta, ernia iatale e reflusso gastroesofageo diagnosticato il tutto ad aprile 2012 avendo effettuato gastroscopia e eco addome senza rilevare altro. In cura con gastroloc e gaviscon i sintomi di nausea e pienezza erano andati via; ma di sintomi nuovi qui sopracitati mai avuto esperienza; sono andato dal mio medico di base che toccandomi mi aveva di nuovo detto di riprendere la cura con gastroloc per due settimane perchè alla palpazione dell'addome avevo sentito dolore in zona addome alto sempre sul lato destro! in seguito sono andato al pronto soccorso perchè i dolori mi davano impossibilità a stare troppo tempo in piedi e a dormire, si alleviano leggermente se sto semisdraiato sul letto o a pancia in giù senza però mai cessare.Al pronto soccorso mi hanno fatto esami del sangue trovando leggermente alti Leucociti e Potassio basso,la bilirubina totale e la lipasi pancreatica mi ha detto che erano entro la norma, rx torace non si osservano lesioni pleuroparenchimali a focolaio in atto,lli nella norma, cuore nei limiti e niente fratture, sento comunque che i dolori in zona lombare e dorsale non sono muscolari perchè non mi impediscono movimenti e alla torsione del busto non avverto dolore!
Le ho dato queste informazioni per avere un quadro più specifico della mia situazione generale, Temo possa centrare il pancreas con tutto questo considerando che sono dolori a barra, col mio medico di base ora sono impossibilitato a consultarmi perchè in ferie. Attendo qualche consiglio e parere.
Grazie.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
un medico non lascia mai il paziente da solo,
anche se è in ferie il suo curante,
esisterà senz'altro un sostituto per visitarla.

Detto questo,
le riferisco che i dolori a barra (di origine pancreatica) non sono come quelli da lei descritti per i quali,
visto quanto riferisce in tema di sintomi e diagnostica già effettuata,
propenderei per la loro pertinenza colica (distensione gassosa).

Verifichi la mia ipotesi con visita diretta,
magari di un gastroenterologo di sua fiducia.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 251XXX

grazie per la risposta immediata dott., provvederò a contattare il gastroenterologo di fiducia, volevo un attimo aggiornarla su due problemi dimenticati prima, che in questi ultimi giorni prima alterno problemi di diarrea faccio fatica,in questo caso quando vado di corpo prima esce un muco bianco giallino e poi quasi nulla, l'altro invece è all'ispirazione profonda avverto un dolore interno altezza bocca dello stomaco che arriva dritto in mezzo alle scapole, il mio medico curante però dice di essere dolore intercostale.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Credo possa essere invece legato all'ernia iatale.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it