Utente
Salve, ho 30 anni, in sovrappeso con ernia iatale da scivolamento di tipo 3 secondo Los Angeles (se ben ricordo la dicitura) e soffro di colon irritabile.
Come da titolo, volevo avere informazioni riguardo ad un problema che non so se si tratti di spasmi esofagei o meno.
Ho letto che generalmente gli spasmi esofagei producono dolore retrosternale, ma io non soffro molto di questo dolore retrosternale, capita pochissime volte .
Il mio problema è una sensazione che mi infastidisce e mi fa stare male per pochi secondi ma tanto basta per darmi appunto quei pochi secondi di malessere intensi.
In pratica la mattina quando mi sveglio e sono a stomaco vuoto, se vado a defecare con o senza sforzo oppure resto semplicemente seduto, avverto come una specie di spasmo non doloroso (la sensazione è come se qualcosa si muovesse o palpitasse) alla bocca dello stomaco (più o meno) e quando questo succede mi manca l'aria, il cuore palpita per qualche istante in modo deciso, mi viene spontaneo piegarmi un pò in avanti come se ricevessi un pugno allo stomaco ed una sesazione di stanchezza momentanea...il tutto come detto dura qualche secondo.
A volte, come stamattina, durante la defecazione questo spasmo/palpitazione a livello dello stomaco può ripetersi 2/3 volte sempre per qualche istante. Mentre quando sto in piedi non avverto quasi mai questa sensazione ma può capitare, cosi come qualche volta capita anche dopo aver mangiato.
Quindi volevo capire se si tratta appunto di uno spasmo esofageo o del movimento che produce l'ernia quando si forma in quanto ripeto è quasi indolore ma mi fa star male.
Prima che mi venisse diagnosticata l'ernia iatale 2 anni fa già soffrivo di questo problema e se non ricordo male mi dissero che era associato all'ernia, ma dato che non ricordo e comunque sto male quando mi succede volevo avere maggiori delucidazioni ed una rassicurazione visto che sono in una fase quasi ipocondriaca ed ho paura di avere problemi ben più gravi come scompensi cardiaci (visto che come ho detto sopra il cuore palpita in modo deciso per la durata del malessere).
Ringrazio chiunque mi risponda e vi chiedo scusa nel caso si tratti di una mia fissa, ma vi prego di avere pazienza perchè mentalmente sto passando un brutto periodo accompagnato da forte stress emotivo e nervosismo.
Auguro una buona giornata a tutti.

P.s.
Tre giorni fà dopo aver cenato sono uscito in giardino e dato che il pavimento era bagnato sono scivolato cadendo a terra sul fianco destro, non mi sono fatto particolarmente male, a parte un dolore alla schiena ma sul fianco sinistro, e comunque dopo la caduta ho avvertito la necessità di andare a defecare, dopodichè fino a ieri, avvertivo un pò di dolore all'intestino nella parte sinistra, diciamo verso la fine del colon trasverso verso il discendente. Potrebbe essere causato da un brutto movimento durante lo scivolamento e l'impatto (tipo la pressione delle costole sx sull'intestino e/o comunque l'urto che ho avuto con la pavimentazione)?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I disturbi esofagei sono causati dalla sua enia iatale e soprattutto dall'esofagte di grado discreto. Sta eseguendo una terapia appropriata ?

I disturbi al colon non sono ad ogni modo legati al trauma.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott. Cosentino
grazie per la celere risposta, ne avevo davvero bisogno.
Attualmente mi trovo in america e sono in attesa dell'assicurazione medica, nella mia precedente visita mi è stato prescritto del omeprazolo da prendere la mattina a stomaco vuoto, mentre per il reflusso avevo uno sciroppo (non ricordo a base di cosa) ma ho finito il medicinale e devo attendere per l'assicurazione, anche se seguendo alcuni consigli datomi da dottori e letti su internet sono riuscito a controllare in qualche modo il reflusso (es stare in piedi o camminare dopo mangiato, evitare di mettermi a letto prima di un'ora dopo cenato ecc..) e devo dire che sto meglio almeno con il reflusso.
Comunque almeno il sapere che i disturbi che sento dono dovuti dall'ernia mi fa stare "MEGLIO" psicologicamente visto che si escludono altre patologie.

Volevo inoltre togliermi un'ulteriore curiosità...
Perchè ogni volta che devo defecare, oppure che ho un mal di pancia, il mio organismo si innervosisce, comincio a sentirmi nervoso e molte volte accuso anche dei giramenti di testa sia prima che dopo aver defecato.
A cosa è dovuto?
Perchè finchè non devo andare in bagno sto al quanto bene, ma nel momento in cui comincio ad avvertire lo stimolo mi vengono le vertigini....

Per quanto riguarda il colon, lei crede sia il caso di effettuare una colonscopia o è il caso di aspettare?
Vede io ho messo in piedi una dieta ad esclusione visto che se mangio cipolle, pomodori crudi, fagioli ecc, mi si scatena la diarrea non appena finito di mangiare ed ho paura che tra i vari tentativi il colon possa aggravarsi ulteriormente.
Per un periodo sono andato avanti con riso e pollo e sono stato molto bene, però non posso mangiare sempre le stesse cose, lei mi insegna che il nostro organismo necessita comunque di una dieta variegata.
Tra le altre cose mi sembra di trovare un pò di serenità con l'intestino bevendo camomilla calda con un pò di miele la sera, visto che a fine giornata ho sempre dolori crampiformi alternati tra la parte dx e sx.


Le auguro una buona notte visto l'orario (qui sono le 15.21) e ancora grazie per la risposta celere. Mi creda non sa quanto mi senta meglio.
Distinti Saluti

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I sintomi intestinali possono essere giustificati da una sindrome del colon irritabile, che è una forma funzionale. Non vedo necessità di una colonscopia. Starei controllato con l'alimentazione favorendo camomilla ed infusi ai semi di finocchio per "sedare" il colon.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dottore, le uniche perplessità rimangono qualche dolore tra colon e stomaco(a volte il dolore è talmente fastidioso che mi passa la fame mangio si e no una volta al giorno ed ho paura che mi stia prendendo a livello psicologico di evitare di mangiare per non accentuale dolori e reazioni sgradevoli) e di vertigini...io non so da cosa possano essere dovuti, magari soffrendo di ernia iatale potrebbe trattarsi di vertigini dovute ad una eventuale sanguinamento dell'ernia stessa con conseguente anemia?
Da premettere che non mi sembra ci sia sangue più o meno occulto nelle mie feci, ma non so se in caso di sanguinamento dell'ernia il sangue dovrebbe trovarsi anche nelle feci o meno.
L'ultimo esame delle feci risale più o meno a fine anno 2011, in quanto,sempre per problemi al colon (i giramenti di testa li avevo comunque) defecavo feci nere ma si è poi scoperto che non si trattava di sangue occulto o di sangue nelle feci, ma di una colorazione che davano i biscotti OREO e che non ho più mangiato visto che per me, il colorante o quantomeno i prodotti utilizzati per questi biscotti sono dannosi.
A volte dipende anche dalla posizione che assumo, per esempio quando la mattina mi sveglio sto bene, ma quando mi alzo comincia qualche giramento di testa...quando devo defecare i giramenti di testa, ansia e tachicardia sono spesso presenti, e molto più accentuati se devo andare di corpo "urgentemente". Altre volte quando sono seduto e mi alzo, oppure se mi abbasso per prendere qualcosa o peggio ancora se comincio a pensare e fisso lo sguardo da qualche parte mi basta un piccolo movimento che comincia a girarmi subito la testa, ma anche un dondolio del letto (per esempio quando mia moglie dondola le gambe sul letto) oltre ai giramenti di testa mi viene anche da vomitare.
Il fatto è che queste situazioni magari non saranno nemmeno connesse tra di loro, ma accadono allo stesso tempo facendomi stare molto peggio.
Comunque cercherò degli infusi ai semi di finocchio per testare se il mio colon li accetta e si rilassa, altrimenti continuo con la camomilla.
Mia moglie ha acquistato una camomilla con menta...l'ho provata ma mi sembra non trarne benefici, assoluta mi da più sollievo.

Distinti saluti e buona giornata

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ernia non ha alcuna influenza sulle vertigini. Ha pensato di consultare uno specialista ORL per escludere una labirintite ?

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Non ho mai consultato un ORL (credo si intenda otorinolaringoiatra?) però pernsandoci qualche problema all'orecchio ce l'ho..
Quando non sono applicato a fare niente e non c'è molto rumore sento sempre fischi nelle orecchie ed in + a volte ho una sensazione di orecchio chiuso o pressato..qualche volta capita anche che mi faccia male...ma siccome la casa ha molti spifferi, infatti la notte anche se tutto è chiuso passa sempre un pò di vento e la mattina mi sveglio spesso dolorante.
Però davvero non avevo pensato a questo.. Il prima possibile mi farò una visita per capire se soffro di labirintite e quale sia la causa.
Grazie per l'indizio dottore, l'apparato uditivo era l'ultima cosa a cui pensavo...forse i miei problemi di vertigine potrebbero essere dovuti a questo.
Ricordo che un'anno fa sentii come una specie di "botta" all'orecchio dx ed arrivarono delle vertigini incredibilmente forti, non ne avevo mai avute del genere in vita mia, gli occhi si muovevano da sx a dx in continuazione perchè vedevo tutto capovolgersi nel vero senso della parola.
Grazie ancora, quando farò questo esame le farò sapere..

Distinti Saluti

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene, a risentirci.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it