Utente
Già nel 2007 scrissi un consulto circa fastidi all'ano/retto e per il quale ebbi come diagnosi , da una successiva visita proctologica rettale, una modesta infiammazione e alcune emorroidi interne curate con suppost e pomate. Negli anni ho poi avuto problemi intestinali e di stomaco in quanto soffro di ernia iatale esofagite da refluggo e gastroduodenite , sempre curate a periodi alterni. Spesso accuso questi problemi nel periodo estivo . Quest'anno a fine giugno ho avvertito fastidio a causa di una emorroide esterna poi rientrata da sola. In seguito avvertivo un fastidio a fondo schiena, all'interno e ho pensato sempre a emorroidi. Una sera avevo mal di stomaco e purtroppo mi capitava quando non digerivo bene qualche alimento inoltre ero molto in ansia perchè il mio gatto stava morendo . Alla notte lui stava malissimo e io ho iniziato ad avere forti dolori allo stomaco che pian piano sono come scesi per ritrovarli il giorno dopo alla pancia . Sono andata dal medico e ho iniziato la cura per la gastrite e per la pancia mi ha dato dei fermenti. Intanto ho iniziato ad avvertire fastidi all'ano come mi era già successo nel 2007. Una sensazione di gonfiore interna. Il medico mi ha visitata e prescritto degli integratori per le emorroidi. Sono andata in vacanza e tutto è migliorato, la pancia non ha fatto piu' male e il fastidio all'ano era quasi scomparso. Finite le 3 settimane di vacanza siamo andati in Sicilia e da mia suocera abbiamo mangiato di tutto. Purtroppo convinta di star bene ho mangiato molti fritti, bevuta molta cocoa cola (cosa che non faccio mai) e i cibi erano sempre molto piccanti. Inoltre il gran caldo mi ha reso stitica e lo sforzo ha fatto ripresentare il fastidio all'ano. Tornata a casa dopo una serata da amici con pizza a base du Wurstel è ricominciato il mal di pancia. La pancia fa male tutta , colon ascendente, discendente, traverso, fosse, retto e mi è ricomparsa una emorroide asterna e il fastidio interno. Ho ripreso le bustine per le vene e i fermenti ma pare non bastino. La prossima settimana andro' a far visita alla proctologa e al mio medico ma intanto volevo capire se una grossa irritazione all'intestino possano portare disturbi anche anali e rettali. Premetto che non ho mai visto sangue nelle feci e non ho dissenteria ma la sensazione di fastidio all'ano e di "pienezza" e quando sto' seduta il peso mi fa avvertire fastidio interno . Sono molto in ansia perchè temo sempre tumori . Grazie

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I disturbi che lamenta potrebbero essere imputabili a una sindrome del colon irritabile. Certamente le scorrette abitudini alimentari complicano la situazione. Ne parli con lo specialista.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
Certamente io sono anni che soffro di colon irritabile con dolori solitamente riguardanti il lato destro ma piu' spesso il sinistro verso il basso pero' di solito la colite si presentava con mal di pancia alla mattina che di solito si esauriva dopo essere andata di corpo con feci spesso non composte. Nell'arco della giornata non avevo mai mal di pancia se non gonfiore e aria a volte e , solo con certi cibi e neppure sempre , poteva capitare di dover "correre " al volo. Tutto questo era durato moltissimi anni ma negli ultimi , dopo una cura per l'esofagite, anche l'intestino era migliorato quindi non avevo piu' avuto disturbi cosi' forti. Pero' come si è presentata ora , senza diarrea ma solo con dolori sparsi per tutto il colon e retto mi è parsa strana. Volevo poi sapere se i disturbi rettali possono essere rapportati sempre alla colite. In questi giorni la pancia pare star nuovamente bene e di pari passo anche i fastidi al retto. ORa quando mi siedo non avverto piu' il fastidio che mi impediva di stare eretta ma in ogni caso avvetro ancora la sensazione di non aver evaquato del tutto alcune volte e ho sempre l'anello emorroidario un po' gonfio.
Giovedi' il mio medico mi riceverà e vorrei avere una idea di cio' che potrebbe dire.

[#3] dopo  
Utente
Ho fatto la visita con il mio medico di base . Mi ha dato una cura per l'intestino a base di integratori e altri integratori per le vene oltre o ad una pomata interna. Vorrei sapere pero' , e su questo il mio medico è stato vano, se un fastidio al retto puo' essere determinato da emorroidi interne. Il disturbo anale (gonfiore ) è diminuito anche se ora si evidenzia bene una emorroide ma circa 7 cm più sopra ho un fastidio che avverto quando mi siedo o mi appoggio. Non avverto fastidio evaquando ma ho questo fastidio all'altezza del cocige tanto per capirci .

[#4]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Per capire quale sia il problema rettale sarebbe consigliabile una rettoscopia.
Dr. Roberto Rossi

[#5] dopo  
Utente
Gentile dott.ROssi.
Perdurando i fastidi sono andata a fare una visita specialistica. La dott.ssa che mi ha visitato ha rilevato modeste emorroidi interne e emorroidi esterne trombizzate. Mi ha dato la cura e in effetti ne h otratto beneficio purtroppo permane un piccolo fastidio che non sono stata tanto capace forse di spiegare e che mi lascia il dubbio su cosa possa essere. QUando sto' seduta in certe posizioni avverto un fastidio , non proprio dolore, come se qualche cosa mi tirasse il gluteo . ;Mi rendo conto che non è facile esporre una sensazione piu' che un vero dolore. Avverto nella parte destra all'altezza circa del coccige un fastidio che non so se imputare inerno al retto o esterno. Se contraggo i muscoli anali lo sento di piu' ma lo sento anche ad esempio se sono sdraiata sul letto con le gambe all'insu ' (lo faccio spesso per sgonfiare le caviglie alla sera ). QUindi questa cosa l'avverto in pratica anche quando schiaccio il fondo schiena . La dott.ssa mi ha detto che poteva essere una infiammazione al coccige ma io non sento come se avessi preso una sederata per terra. Avendomi fatto una visita interna inserendo anche una cosa simile ad uno specolum chiedo se ci fosse stato qualche cosa di strano se l'avrebbe visto. Potrebbe essere un fastidio portato da emorroidi interne ? Non so cosa fare , torno e richiedo un'altra visita ? L'ho fatta poche settimane fa.

[#6]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Credo che se il fastidio continua una visita di controllo sia necessaria.
Dr. Roberto Rossi