Utente
salve dottore ho qui il referto esofago-gastro duodenoscopia.
il referto dice;
ESOFAGO BEN CANALIZZATO MUCOSA DI ASPETTO NORMALE FINO AL SUO TERZO INFERIORE CON MUCOSA SOVRACARDIALE IN ATTO IPEREMICA MA ESENTE DA LESIONE ATTIVE.
CARDIAS:IN SEDE POSTO A 40 CM CIRCA DALL' A.D.,INCONTINENTE,E LINEA Z E' REGOLARE,MA RISALITA DI CIRCA 8 CM RISPETTO AI PILASTRI DIAFRAMMATICI.
SOMACO:RIVESTITO DA LAGO MUCOSO COME DI NORMA,LE PARETI SONO NORMODISTENSIBILI E RICOPERTE DA MUCOSA DIFFUSAMENTE ROSEA E LISCIA.IN RETROVISIONE SI CONFERMA LA PRESENZA DELLA CAMERA ERNIARIA.
PILORO:INDENNE
DUODENNO:BULBO E PORZIONE DISCENDENTE NORMOCONFORMATI E RIVESTITI DA MUCOSA ROSEA LISCIA.
DIAGNOSI:Iperemia dell'esofago distale in ampia ernia jatale
CURA:LUCEN 40MG DUE VOLTE AL GIORNO-GAVISCON ADVANCE BUSTINE 10 MG OGNI FINE PASTO PIU' UNA PRIMA DI ANDARE A LETTO...PER 2MESI.
HO DIMENTICATO DI DIRE AL DOTTORE CHE TIPO DI DIETA SEGUIRE E POI VORREI UN VOSTRO PARERE MEDIDICO...
ASPETTAND VOSTRA RISPOSTA CORDIALI SALUTI...

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Occorrerà valutare la risaposta a questa terapia e decidere se implementarla con procinetici.
Le hanno detto che ci sono norme di igienico-alimentari da rispettare?

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Dovrebbe gentilmente riferirci i disturbi. Ad ogni modo nell'articolo allegato (Il reflusso gastroesofageo .....a tavola) troverà quanto può essere necessario di sapere per la corretta alimentazione.

https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-il-reflusso-gastro-esofageo-a-tavola.html


Per quanto concerne l'esito della gastroscopia mi lascia perplesso la nota : > CARDIAS:IN SEDE POSTO A 40 CM CIRCA DALL' A.D.,INCONTINENTE,E LINEA Z E' REGOLARE,MA RISALITA DI CIRCA 8 CM RISPETTO AI PILASTRI DIAFRAMMATICI. <<

Tale quadro farebbe propendere per un sospetto esofago di Barrett. È corretto quanto riportato ?

Grazie
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
Risp:Dot Quatraro;non mi hanno detto niente x quanto riguarda norme di igienico-alimentari da rispettare.

Risp:Dot.Cosentino tutto quello ke ho scritto l'ho copiato alla lettera sul referto.
I'unico disturbo che ho e quello del reflusso se mangio piu' del dovuto(a sazieta').

Fino ad esso ho mangiato di tutto ma sempre con il probblema del riflusso avevo fatto rx in doppio contrasto circa 6 anni fa con un ernia jatale 2,5cm..e dopo 6 anni ho fatto questi esami ed e' tutto peggiorato per mia negligenza.

domanda:
-esiste una cura per migliorare questa diagnosi?
-va bene quella che mi hanno dato?
-esiste una cura migliore?
-dovrei fare accertamenti piu'approfonditi?

Nel rigraziarvi delle vostre ripsposte e in attesa di vostre altre risposte cordiali saluti..

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Per quanto mi riguarda non penso nella maniera più assoluta al Barrett,
ma ad una voluminosa ernia iatale da scivolamento di circa 8 cm.
(stando al referto che ha riportato).

Chiaramente un'ernia così voluminosa dà problemi di ingombro mediastinico e andrebbe anche considerata l'opportunità risolutiva di un intervento chirurgico.
Questo tipo di trattamento è indicato specie quando l'ernia è molto voluminosa.

Chiaramente è mandatario per lei essere più che scrupoloso nel rispetto delle norme igienico alimentari: consumando pasti piccoli e frequenti durante la giornata, evitando le abbuffate, alcol, caffè, cioccolato, frutta acidula (agrumi), cipolle e cibi speziati, oltre che il fumo. Attenzione al sovrappeso ed alla stipsi eventuale.

Come le dicevo, aggiungerei dei procinetici (favoriscono lo svuotamento gastrico) alla sua terapia.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Lei domanda:
-esiste una cura per migliorare questa diagnosi?
-va bene quella che mi hanno dato?
-esiste una cura migliore?
-dovrei fare accertamenti piu'approfonditi?

Ecco, relativamente al secondo quesito le posso dire che la descrizione riportata nel referto :

>> CARDIAS:IN SEDE POSTO A 40 CM CIRCA DALL' A.D.,INCONTINENTE <<

.. significa che il cardias è nella sua posizione naturale (= in sede) considerando la sua altezza. Per cui c'è qualche incongruenza con quanto riportato dopo: >> LINEA Z E' REGOLARE,MA RISALITA DI CIRCA 8 CM RISPETTO AI PILASTRI DIAFRAMMATICI. << e con la diagnosi di " ampia ernia iatale".

Molto probabilmente avrà l'ernia, ma la descrizione è del tutto inverosimile (e fa pensare al Barrett). Per cui quello che le posso suggerire è di parlarne con il medico che le ha fatto la gastroscopia e ......chiarire, ma se permangono dei dubbi le consiglio di ripetere l'esame (eventualmente con altro professionista). Poi si potrà parlare di terapia e delle possibilità di trattamento del reflusso, ma con le idee chiare.

Un cordiale saluto

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Salve Dottori,
ho riparlato con il dottore e mi ha fatto l'esofago-gastro duodenoscopia.ha detto che ha trovato solo un ernia jatale di 8 cem(6 anni fa l'ultimo controllo era 2,5cm).
Tutto il resto e' nei limiti di norma.
mi ha lasciato come terapia lucen 40mg (2 capsule al dì una mattina alee 8 e una la sera mezz'ora prima dellacena) piu' gaviscon( mattina dopo pranzo dopo cena e prima di andare a dormire),per un periodo di due mesi,poi sara' il medico di famiglia a ridurre il dosaggio.
Poi un controllo tra 18 mesi.
prima di questa cura ho preso lanzopranzolo per 6 anni una cps al dì,ma il dottore della gastro mi ha detto che e' una cura vecchia e così l'ha cambiata con quella indicata prima.
Per quanto riguarda l'intervento mi ha detto che non ci sono risultato concreti,perche' e facile che l'ernia puo' riscivolare e quindi ne vale la pena operare, tranne che' il caso era piu' grave piu' gravi.
E' da una settimana che faccio questa cura, il riflusso si e' ridotto a quasi nulla anche perche' ho iniziato ha fare una corretta alimentazione, ma da quando ho iniziato ho un po' di probblemi di stitichezza e gas a non finire e mi domando sara' la cura?dovrei prendere qualcosa per la stitichezza e per questi gas in eccesso?
Comunque e' stato un piacere sentire due pareri diversi da due Prof.come voi.
aspettando una vostra risposta conclusiva e che non vi rechi disturbo cordiali saluti..

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Nessun disturbo.

La cura è condivisibile.

La stitichezza va combattuta perchè, anche se può sembrare strano, può indirettamente incentivare il reflusso.

Le consiglio di utilizzare prodotti semplici e maneggevoli come Simeticone e Macrogol,
oltre ad una dieta equilibrata.

Saluti e Buona domenica a lei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. È stato chiarito il dubbio del referto "anomalo" per cui quasi mezzo stomaco è in torace. Considerando la sua giovane età il mio suggerimento, parlandone con il suo medico, è di eseguire una radiografia con mezzo di contrasto dell'esofago e stomaco.

Va bene la terapia antisecretiva ed aggiunga eventualmente delle fibre tipo psyllium per migliorare l'evacuazione.

Un cordiale saluto..
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it