Utente 297XXX
salve gentilissimi dottori
ho deciso di scrivere qui perchè ormai sono tre giorni che ho un dolore quasi persistente all'altezza dello stomaco o meglio, esattamente dove c'è quella specie di concavità tra i pettorali e l'alto addome! Io spesso in passato, nonostante sono giovane, ho sofferto di bruciori di stomaco/reflusso/gastrite tanto che l'anno scorso avevo fatto anche una gastroscopia (che aveva evidenziato solo una leggera gastrite) anche perchè mio padre ha l'helicobacter ma per fortuna il test nel mio caso ha dato esito negativo.
Di fatto questo dolore però non è in alcun modo somigliante ai soliti bruciori o crampi da stomaco, anzi, è molto più simile ad un classico mal di pancia intestinale, quindi con dolore pieno e intenso che cresce a ondate, poi magari passa un pò, poi ritorna. Ma è un dolore pieno, per niente somigliante ai crampi o ai bruciori che ho sperimentato molte volte in passato! Infatti tuttora mi sto domandando se non possa centrare il cuore invece che lo stomaco dato che il dolore a volte sembra estendersi al petto! Però in questi 3 giorni ho fatto anche la mia solita attività fisica (corsa + palestra) e non ho avuto alcun problema...In effetti sono piuttosto preoccupato perchè sembra diventare più intenso e persistente rispetto a quando è insorto totalmente dal nulla tre sere fa!
Non ho assolutamente idea di cosa potrebbe essere, e andare in PS mi sembra alquanto esagerato...
C'è da dire che vengo da due settimane abbastanza stressanti (esami universitari ecc.) però non vorrei sminuire il tutto attribuendolo ad una cosa psicologia o di stress perchè vi assicuro che il male c'è davvero!!
Vi ringrazio comunque molto per questa possibilità

P.s. vorrei aggiungere che a volte il dolore è più all'altezza del petto, che però tuttavia pare migliorare stando in piedi, e che continuo ad avere eruttazioni di aria, e a volte quando mi vengono sento un pò di male come se l'aria spingesse per uscire sullo stomaco...però non so quanto questo sia collegato

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Da come descrive, potrebbe trattarsi di un reflusso gastroesofageo. Ne parli con il suo medico per una terapia specifica. In attesa è bene osservare le norme dietetiche antireflusso.

https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-reflusso-gastro-esofageo-tavola.html

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 297XXX

Grazie dottore, adesso valuterò il da farsi in base alla persistenza o meno dei sintomi!
Una sola domanda: l'esomeprazolo (che prendevo all'occasione quando avevo bruciori) può servire?

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. Può essere sicuramente utile.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 297XXX

Grazie dottore mi scusi il ritardo!
Adesso ho iniziato ad assumere esomeprazolo al mattino da 3 giorni, vediamo.
Comunque è sicuramente qualcosa di stomaco perchè al dolore si aggiungono durante il giorno a volte crampi proprio quelli fastidiosi da gastrite...! Grazie mille! Un saluto e Buona Pasqua

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Auguroni anche a lei.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it