Utente 129XXX
Salve, volevo riferire alcuni problemi intestinali con i quali mi trovo a condividere la mia esistenza da alcuni mesi e cercare di capire come risolverli nella maniera migliore, visto che non sembra ancora arrivare una soluzione.
I problemi intestinali sono iniziati circa un anno fa, con un virus intestinale, non curato opportunamente. Da quel momento, ho cominciato ad aver problemi di Turba Alvo, con meteorismo, dolori intestinali, flatulenza, astenia e problemi di non regolare evacuazione. A seguito dei sintomi, mi sono rivolto al gastroenterologo e ho fatto una serie di esami del sangue per indagare celiachia, risultata negativa. Poi, esami parassitologici delle feci, negativi, e breath test al lattosio e lattulosio, di cui solo l'ultimo positivo. Mi è stata diagnosticata una SIBO opportunamente trattata con Normix per 1 settimana. Per qualche mese, i sintomi sono quasi scomparsi, poi sono tornati a farsi sentire nella pienezza dei loro fastidi. Ho ripetuto la cura per SIBO, inizialmente i sintomi scompaiono ma poi dopo qualche settimana ritornano. Preoccupato dalla situazione mi sono ancora rivolto a un Gastroenterologo che mi ha indicato una COLONSCOPIA, che sto aspettando di fare. La mia principale questione è la seguente: sebbene mi sono subito attivato e rivolto al Gastroenterologo e ho fatto gli esami consigliati i problemi persistono da circa una anno. Adesso, mi accingo a fare la colonscopia ma non vorrei che dopo mi venissero chiesti altri esami e i problemi continuino. Poichè questi problemi intestinali mi condizionano come umore e mi rendono complicata la vita quotidiana, in quanto sono poco lucido e molto stanco, per continui problemi intestinali, vorrei chiedere se esistesse qualche soluzione per concentrare tutti i necessari esami in un breve lasso di tempo e finalmente identificare una soluzione al problema. Oppure, la colonscopia può essere ritenuta un esame centrale per identificare eventuali infiammazioni intestinali. In altre parole, vorrei cercare di arrivare a una definizione del problema il prima possibile, quindi accetterei con gratitudine e ringraziamento i Vostri preziosi consigli. Grazie di tutto.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Purtroppo non credo sia possibile dire se la colonscopia possa rappresenatre l'ultimo esame oppure quello determinate. Sta di fatto che è un esame da fare. La cosa più plausibile è che si tratti però di SIBO ricorrente. Quale è stata la dose e la durata della terapia con la rifaximina ?


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 129XXX

Gentile Dr. Cosentino, innanzitutto mi permetta di ringraziarla cordialmente per l'interesse mostrato sul mio caso, abbastanza fastidioso dal mio punto di vista.
Nel trattamento della SIBO mi è stata prescritta la cura di Rifaximina (Normix, Rifacol) per 1 settimana, con l'assunzione di 2 compresse di 200 mg, esattamente dopo colazione, dopo pranzo e dopo cena, cioè ben 6 compresse/giorno. Poi, se mi permette, le aggiungerei la storia dei fastidi come segue: in aprile 2012, ho fatto un ciclo di Rifaximina, e per diversi mesi è andata abbastanza bene, poi a Ottobre 2012 sono tornati i fastidi e a Novembre 2012 ho rifatto la cura. Quindi sono ancora andato bene fino a Gennaio 2013, di nuovo i fastidi di alvo e ho fatto cura di Rifaximina. Dopo cura bene ma adesso da un po' di tempo ancora nuovamente fastidi.
Il problema è appunto quello della SIBO pregressa e appunto sembra che i meccanismi difensivi che prevengono la SIBO non funzionano bene e mi è stata chiesta la Colonscopia. L'ultimo Gastroenterologo sembra sospetti ancora SIBO, SCI, o Diverticoli. Non conosco bene i termini, ma è quanto scrippo sulla risposta della visita. Adesso, sto aspettando x fare la Colonscopia, ma spero che si riesca a delineare una soluzione perchè i sintomi sono molto fastidosi.
Poi, avrei preferito concentrare tutte le ricerche in un intervallo relativamente breve per esempio anche una settimana in ospedale per arrivare a un quadro completo, ma sembra che la mia idea non sia condivisa da Gastroenterologo.
Detto questo, spero ancora di avere qualche consiglio prezioso da Lei.
Ancora un test sulle intolleranze alimentari crede che possa essere utile nel mio caso?
Dal mio punto di vista, spero di avere un quadro completo della cosa, trovare un rimedio buono e tornare ad avere una regolarità di alvo. Accetto molto volentieri suoi consigli per arrivare a una soluzione.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Purtroppo non avrei suggerimenti particolari. Credo anch'io che possa trattarsi ancora di SIBO, ma in tali casi la terapia con rifaximina deve essere più genereosa ( 2 compresse ogni 6 ore per 12-15 giorni) in modo da avere un miglior risultato. Tenga conto che, purtroppo, la SIBO può recidivare.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 129XXX

Grazie ancora Dr. Cosentino. Chiarissimo. Andrò a fare la colonscopia e poi discuterò ancora il problema con il Gastroenterologo per trovare la soluzione più adatta.
Invece mi può dare qualche indicazione sul test di intolleranze alimentari e un ecografia di addome basso e alto. Pensa che questi test possano essere utili nel mio caso?
Attendo un suo gentile feedback
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gli unici test attendendibili sono quelli per il lattosio (Breath test) ed il glutine (ricerca anticorpi specifici) . Sul resto vi è molta incertezza .....

Saluti




Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 129XXX

Salve per completare il quadro di indagine dei miei problemi intestinali, volevo appunto riferire che mi sono sottoposto a Colonscopia come opportunamente richiesto dal mio specialista e l'esito finale è stato appunto "Nulla da Rilevare da Colonscopia condotta fino a Ileo con tecnica di isulfazione di acqua".
Sebbene l'esito della Colonscopia sembrerebbe escludere qualsiasi malformazione, i problemi intestinali mi continuano e si manifestano in particicolare con:
- eccessiva presenza di gas intestinale, soprattutto nelle ore serali che il mio corpo cerca di espellere per bocca/retto
- senso di gonfiore e di pressione nella parte bassa di addome
- movimento interno alla pancia
- senso di debolezza
Tutto questo continua a darmi un fastidio incredibile e al momento non sono ancora riuscito ad individuare possibili alimenti che mi provocano questi fastidi. Forse con i prodotti a base di lievito, ma alcune volte mi disturbano altre volte no.
Per ultimo, negli ultimi tempi ho notato che necessito urinare molto più frequentemente e alcune volte anche durante il riposo notturno per 1/2 volte che mi genera disturbo del sonno.
Ovviamente farò visionare i risultati della Colonscopia al mio Gastroenterologo per discutere insieme una possibile trattamento del problema.
Nell'attesa sarei lieto di ricevere le indicazioni di specialisti che hanno affrontato casi simili. Come posso liberarmi di questi fastidi e se necessario devo ancora sottopormi a qualche ulteriore indagine che potrebbe essere utile al riguardo.
Grazie delle indicazioni che vorrete fornirmi, Vi ringrazio vivamente in anticipo.

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A questo punto bisognerebbe concentrarsi sulle eventuali intolleranze: lattosio, glutine (o Gluten Sensitivity ).

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 129XXX

Gentile Dr. Cosentino,
La ringrazio per il tuo cordiale interesse al mio caso medico e le sue preziose note esplicative. Lei mi sembra estremamente preparato nel suo campo, e ne approfitto per indirizzarmi verso test e ricerche che possano risultare utili nel mio caso.
Riguardo alle sue ultime indicazioni posso aggiungere alcuni dettagli:
- sul lattosio, ho già fatto il breath test al lattosio e il risultato è negativo. Diverso invece per il breath test al lattulosio, che nelle diverse prove è risultato positivo, segnalando appunto la presenza di una SIBO.
- sul discorso della Gluten Sensitivity, ho letto il suo interessante articolo su Medicitalia, e mi viene da segnalare che, nelle prime indagini che feci per scongiurare la celiachia era risultato un solo test positivo. Appunto,
Test AB-Anti Gliadina Deamidata
IgA 22,3 positivo
IgG 1,0 negativo
Tutti gli altri test Anti-Edomisio e Anti-Transgulaminasi erano negativi.
Appunto, al riguardo del test di Anti- Gliadina positiva, in occasione di visita al Gemelli di Roma, mi venne detto che non era significativo in quanto aveva una certa validità solo per i bambini e non certo in una persona di 35 anni come me.
Sempre riguardo al suo interessante articolo sulla Gluten Sensitivity, posso ancora dire di riconoscermi nei disturbi intestinali (soprattutto, gonfiore e presenza eccessiva di gas intestinale, con dolori addominali) ma anche extraaddominali come stanchezza costante, difficoltà a concentrarmi e cefalea, quando generalmente sono una persona estremamente attiva e dinamica.
Per non dilungarmi troppo, gentile Dr. Cosentino accetterei ancora una volta le sue preziose indicazioni al riguardo, visto che questa settimana dovrò anche incontrare il mio Gastroenterolo, Prof. Attinà di Roma, per discutere insieme i problemi dopo esito di Colonscopia. Invece il mio medico di famiglia sembra si sia orientato su un Colon Irritabile, sebbene io non mi riconosco in questa situazione, e mi sembra solo il modo più veloce di risolvere i problemi.

Grazie per la sua cordiale attenzione.
I migliori saluti





[#9] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


>> mi sembra solo il modo più veloce di risolvere i problemi.<<

Molto frequentemente la definizione di "colon irritabile" viene utilizzata, impropriamente, per definire una serie di sintomi che non hanno niente a che fare con tale sindrome. Sono convinto che solo dopo aver escluso altre condizioni patologiche (Gluten Sensitivity, ecc.) si possa parlare di colon irritabile.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 129XXX

Gentile Dr. Cosentino,
Volevo opportunamente informarla sulle indicazioni ricevute nell'ultima visita dal mio Gastroenterolo. Dopo aver opportunamente visionato l'esito negativo della Colonscopia e dopo aver ribadito allo specialista che continuo ad avere i soliti fastidi, di gonfiore e gas intestinale, senso di pressione e dolore all'addome e associati una stanchezza e spossatezza, il medico mi ha suggerito di fare 2 cose:
- una cura contro la SIBO con Rifacol per 1 settimana intera/mese, per 3 mesi consecutivi, insieme a Zirfos
- un test chiamato CitoToxec

Appena dopo il test CitoToxec devo andare ancora a visita.
Gli ho citato anche della Guten Sensitivity, e sebbene è rimasto sorpreso mi ha detto che solo successivamente potremo considerare anche questa ulteriore ipotesi.

Gentile Dr. Cosentino,
volevo gentilmente chiederle cosa ne pensa delle soluzioni precedenti e quali possono essere gli ulteriore passaggi per avere un quadro completo della situazione. Dopo il CitoToxec potrebbe chiedermi ancora altri test?
In ogni modo, la cosa che mi preoccupa è che i dolori ancora ci sono e dopo diversi mesi di indagini ancora non abbiamo un idea chiara del perchè.
Sarei lieto di ricevere un suo prezioso consiglio

Grazie di cuore per la disponibilità da parte sua

[#11] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il trattamento della SIBO prevede 2 compresse ogni 8 ore di rifaximina per 15 giorni. I test per le intolleranze alimentari, purtroppo, non sono molto attendibili. Le uniche due intolleranze riconosciute dalla medicina ufficiale sono quella al lattosio e quella al glutine. Valuterei anche la Gluten Sensitivity.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 129XXX

Dopo gli ultimi consulti che ho ricevuto da specialisti estremamente professionali e competenti, inserirei gli ultimi aggiornamenti sui problemi intestinali che ho avuto negli ultimi mesi.
Dopo i diversi controlli medici eseguiti dietro la supervisione di un medico Gastroenterologo volevo appunto riferire l'evoluzione dei mie problemi per avere ancora qualche indicazione specialistica che sia utile ai miei propositi.
Come annoveravo, nel mio caso sono stati fatti controlli su celiachia NEG, controlli di colonscopia NEG, controlli di intolleranza al lattosio NEG e l'unica patologia rilevata è stata appunto SIBO.
Il Gastroenterologo mi ha fatto fare anche Intolleranze Alimentari e suggerito di evitare alcuni alimenti a base di lievito/latte/saccarosio.
Poi, mi ha fatto fare un ciclo di RIFACOL per 1 aettimana al mese per 3 mesi consecutivi al dosaggio di 6 pillole/giorno.
Da ultimo il Gastroenterologo mi ha fatto fare un ciclo di 15gg con Debridat in quanto suppone anche una componente emotiva.

SITUAZIONE FINALE:
Dopo aver iniziato con i sintomi caratteristici di Turba Alvo, al momento mi trovo che il problema di diarrea è risolto, il meteorismo è ridotto ma ancora esiste, ma rimangono dolori addominali e aria da espellere (in particolare nel dopo cena).
Il mio Gastroenterolo mi ha detto che siamo sulla buona strada, tuttavia ancora ci sono alcuni fastidi quindi volevo l'opinione di qualche Gastroenterologo esperto in quanto ritengo che un opinione diversa non faccia male.

AL MOMENTO MI CHIEDO:
Dopo il ciclo con Debridat ancora ho dolori/fastidi intestinali e aria interna alla sera, e forse ritengo un dato interessante vado abbastanza spesso al bagno per urinare. Nel corso della notte anche 2 volte.
Di conseguenza, mi chiedo cosa dovrei fare ancora e/o è il caso di controllare anche altre funzioni non intestinali, non so stomaco, fegato....................................
oppure continuare a sopportare i fastidi/dolori, che alcune volte sono abbastanza condizionanti, in attesa che appunto spariscano nel tempo?

I suggerimenti di eventuali Specialisti saranno ben apprezzati e ringrazio tutti in anticipo per il supporto ricevuto.
Grazie di cuore
Paolo

[#13] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I problemi intestinali potrebbero essere legati ad un colon irritabile di base. Ci vuole solo pazienza. Mentre per i problemi urinari dovrá consultare un urologo.


Buona domenica.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 129XXX

Sui problemi intestinali che ho descritto precedentemente, volevo ancora riportare gli ultimi aggiornamenti. Posso dire che ancora persistono i seguenti problemi:
- dolori e fastidi addominali
- flatulenza
- gas intestinale
- evacuazione abbastanza regolare, tranne alcuni casi
- extraintestinali, stanchezza cronica, mal di test
Dopo aver fatto tutti i controlli necessari, come:
- Anticorpi Celiachia NEG, solo Anti-Gliadina una volta POS
- Colonscopia NEG
- Ecografia NEG solo una calcificazione fegato
- Breath Test Lattosio NEG, Breath Test Lattulosio POS (diverse volte)
- Intolleranze alimentari, con affidabilita' discutibile

Mi è stata trattata una SIBO recidiva diverse volte e assegnata una condizione di Colon Irritabile. Mi è stato anche consigliato di non essere preoccupato, in quanto i problemi farebbero escludere Malattie Importanti, ma posso dire che anche i sintomi correnti continuano a darmi complicazioni nella vita quotidiana, con ripercussioni anche sul piano psicologico come senso di insicurezza.

Da ultime valutazioni del Gastroenterologo, ci sarebbe da testare solo una Gluten Sensitivity!!!!!!!!!!!!!! per il fatto che rimane parecchio gas intestinale!!!!!!!
Mi è stato indicato di fare i seguenti test:
- DQ2 e DQ8
e provare una dieta per 2 settimane senza glutine, se i diversi fastidi scompaiono in maniera netta BENE, altrimenti si tratta solo di colon irritabile con quale convivere.
Prima di fare questa ultima prova, apprezzerei ancora una volta le indicazioni di specialisti di problemi intestinali, in quanto posso riferire che i sintomi con i quali vivo da diverso tempo, mi apportano diversi fastidi nella vita quotidiana e vorrei sostanzialmente elevare il mio livello di benessere.
Apprezzerei qualsiasi ulteriore consiglio/indicazione.
Grazie in anticipo

[#15] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Con quale terapia ha trattato la SIBO ?

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente 129XXX

Salve Dottore,
Mi è stata prescritta una terapia con Normix e altre volte con Rifacol con il dosaggio di 6 compresse al giorno per 7 gg.
Ho seguito la terapia diverse volte e sebbene nei primi mesi successivi, i sintomi scompaiono poi dopo diverse mesi inaspettatamente si ripresentano.
E dal momento che resta sempre una forte presenza di gas intestinale, i diversi specialisti hanno cominciato a valutare la Gluten Sensitivity:
Sulla Gluten Sensitivity mi è stato detto che generalmente il glutine genera reazioni quasi immediate, quindi se dovesse essere questa la ragione dei miei problemi, dopo solo qualche gg senza glutine, tutto dovrebbe scomparire.
Per questo mi è stato detto di provare solo 2 settimane.
Apprezzerei di nuovo sue indicazioni.
La ringrazio per il momento

[#17] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
OK per l'eliminazione del glutine per testare la Gluten Sensitivity, ma la terapia per la SIBO è di 15 giorni di rifaximina (2 comp x tre al giorno).

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#18] dopo  
Utente 129XXX

ANCORA una volta grazie per il suo prezioso supporto.
La cosa che mi preoccupa e´ che i miei problemi intestinali e extraintestinali mi continuano e come lei puo´ immaginare mi rendono piuttosto nervoso.
E´ da diverso tempo che controllo la situazione ma non siamo arrivati a nulla di fatto. Al momento mi trovo fuori da Italia, esattamente in Germania per lavoro, e dovro´ rivolgermi a un medico locale per fare chiarezza e cercare di migliorare la mia condizione sanitaria.
In base alla descrizione dei miei problemi, cosa mi consiglierebbe di intraprendere nell´immediato?
Sarebbe il caso di fare una nuova cura antibiotica, magari per 15 gg come lei mi suggerisce e poi testare alimentazione senza glutine per 2 settimane?
oppure il contrario?

Spero di avere ancora qualche supporto prezioso al fine di sentirmi meglio e controllare il mio stato mentale.
Grazie in ogni modo

[#19] dopo  
Utente 129XXX

Volevo ancora chiedere, per testare se si tratta di Gluten Sensitivity, si possono considerare sufficienti 2 settimane senza glutine?
E ancora potrebbe anche trattarsi di episodi ricorrenti di SIBO?
oppure quando la SIBO si verifica regolarmente, si ragiona nel senso che ci sono altri fattori che scatenano la SIBO?
Sarei lieto di avere ulteriori indicazioni, in quanto sebbene pongo molte domande miro solo ad avere una condizione fisica migliore nella quale mi sento in forma.
Grazie a tutti

[#20] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per testare la GS due settimane senza glutine sono sufficienti, ed inizierei da questo. Poi procederei a rifare il trattamento di 15 gg con la rifaximina.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#21] dopo  
Utente 129XXX

Apprezzo assolutamente le sue preziose indicazioni terapeutiche e ovviamente provo a metterle in pratica e tenerla aggiornata.
Ne approfitto ancora per chiederle se, un breath test al fruttosio che mi hanno gia´ prenotato qu in in Germania in quanto risulta mancante nell´analisi della mia situazione, vale la pena farlo oppure no?

Per il resto, provo a condividere le sue preziose indicazioni col medico di riferimento e a capire se posso migliorare il tutto.
Mi sento solo di aggiungere che questi fastidi richiedono una pazienza incredibile!!!!!!!!!!!

[#22] dopo  
Utente 129XXX

Volevo semplicemente aggiungere un piccolo dettaglio, che potrebbe anche essere privo di senso per il trattamento medico dei miei problemi intestinali, ma poichè ho avuto effetti benefici sulla mia situazione, credo sia opportuno citarlo.

Mi riferisco a quanto avvertito oggi.
Posso dire che oggi avevo un pò di fastidi intestinali con la solita flatulenza e dolore addominale, anche se meglio rispetto a altri gg.
Poi nel pomeriggio, durante il lavoro ho avuto modo di prendere parte a un compleanno e sono stato invitato a bere un bicchiere di spumante a stomaco vuoto (dato che avevo mangiato alle 13.00).
A dire il vero, non volevo bere per la paura di avere dolori intestinali.
Ma posso dire che alcool mi ha leggermente stordito e successivamente ho sentito la parte intestinale distesa e i dolori sono scomparsi fino a quando effetto alcool è durato.
Poichè nel mio caso, si ipotizza una SCI e immagino che dipende da sistema nervoso, volevo chiedere come potrebbe essere interpretato questo episodio, se ha senso o se il mio ragionamento e' del tutto privo di senso?

[#23] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Evidentemente l'alcol ha avuto un effetto .....sedativo. Anche sul suo colon. Ovviamente non é da considerare come terapia.....


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#24] dopo  
Utente 129XXX

La ringrazio come sempre per il suo supporto medico, gentile Dottore.
Sicuramente non considero alcool come una terapia applicabile.
Ma potrebbe essere sensato pensare che, se fosse uns SCI, alcool ha influenzato sistema nervoso e di conseguenza ha prodotto dei benefici fisici?

E ancora e´ giusto pensare che mentre in Gluten Sensitivity i problemi insorgono immediatamente dopo assunzione di glutine e non dopo molte ore?

Grazie ancora

[#25] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Entrambe risposte positive.....

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#26] dopo  
Utente 129XXX

Grazie, grazie e veramente grazie.
Ammiro gli specialisti che si prodigano per il prossimo e il benessere delle persone.
Per completare il quadro dei miei problemi, ho notato sulla punta della lingua delle strane linee bianche, che sopratutto al mattino sembrano essere anche fastidiose.
Mi viene da pensare che sono sicuramente collegate ai problemi intestinali, in quanto altro non troverei, e´ CORRETTO?

Per la mia assunzione di latte, sebbene il mio breath test al lattosio e´ stato sempre NEG (a differenza del Breath Test al lattulosio, quasi sempre POS) sembra che ogni volta che prenda il latte la flatulenza aumenta e anche giramenti di testa.
In realta´ dopo alcuni test di intolleranze alimentari, il Gastroenterologo mi ha suggerito di sospenderlo per svariati mesi e qd l´ho reintrodotto i fastidi sono stati grandi.
Sul latte di Soya mi e´sembrato di tollerarlo meglio.
Cosa si puo´ dire al riguardo?
Posso ancora provare a bere latte o ci devo rinunciare?
Grazie

[#27] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
1) si può trattare di problemi digestivi.

2) il Breath test al lattosio non è infallibile per cui quello che conta é il riscontro pratico. Quindi può avere una leggera intolleranza. Non deve assolutamente eliminare il latte ma gradatamente capire qual'e la sua soglia di tollerabilità.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#28] dopo  
Utente 129XXX

Grazie ancora per le spiegazioni.
2) Per problema latte, dovrei provarlo solo qualche gg a settimana, per esempio 2gg oppure con maggiore frequenza ma in quantita´ molto limitate?
E conviene usare il latte senza lattosio?
Per me e´abbastanza strano dato che in gioventu´ ho sempre preso il latte in abbondanza.

Poi volevo aggiungere che, ai miei problemi piu´ frequenti come:
- dolori intestinali, in parte estremamente bassa di intestino e destra
- alvo, qualche volta irregolare
- gonfiore e flatulenza
- extraintestinali, come stanchezza cronica e torpore (per i quali il mio medico, dice che dipendono solo da mente!!!!!cosa alla quale mi riconosco poco)

ho notato che, nei gg in cui i problemi intestinali sono piu´ insisdiosi, ho un aumento delle urine e vado almeno 4/5/gg volte a urinare, ma in quantita´ piuttosto elevate e di colore estremamente chiaro trasparente.
Volevo chiedere, questo fastidio e´collegato sempre ai problemi intestinali o cosa dovrei fare bene?
Se fosse una SCI, e´possibile che il Sistema nervoso aumenta anche la quantita´ di urine e la minzione?
Grazie per qls parere

[#29] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
1) >> con maggiore frequenza ma in quantita´ molto limitate<< certamente, latte con lattosio...

2) l'ansia incide sul colon e sulla vescica ....



Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#30] dopo  
Utente 129XXX

Per capire meglio la mia situazione e come il mio organismo reagisce, ho iniziato da 2/3 gg a mangiare senza glutine, sostanzialmente a base di:
- frutta
- carne/pesce
- pomodori/verdure varie
- uova
Posso dire dai primi giorni che ancora ci sono i classici fastidi come:
- flatulenza
- presenza di aria
- e in più un senso di giramento di testa, leggera nausea
- forse va meglio il dolore, in quanto risulta essere minore.
Il mio Gastroenterologo mi ha consigliato di fare questa prova per 2 settimane, e mi ha anche spiegato che con questa eliminazione del glutine, se fosse Gluten Sensivity, dovrebbe scomparire qls sintomo e dovrei sentirmi completamente rinato, senza nessun tipo di fastidio?
Posso avere se possibile qualche spiegazione al riguardo?
Poi, durante queste 2 settimane posso almeno usare il latte in quantita limitate?

E ancora il Breath Test al Fruttosio che mi è stato indicato, e' utile nel mio caso?
Grazie per tutte le spiegazioni

[#31] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008

Proverei la dieta senza glutine e poi penserei al BT al fruttosio. Ecco un articolo sulla Gluten Sensitivity.

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1040-celiachia-gluten-sensitivity-ipersensibilita-glutine.html


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#32] dopo  
Utente 129XXX

La ringrazio Dottore per gli utili suggerimenti.
Il suo interessante articolo lo avevo letto e gli unici test che mi sono rimasti sono DQ2/DQ8 che anche il mio medico mi ha suggerito.
La mia strategia prova e':
- 2 settimane/gluten free
- poi Breath Test Fruttosio
- poi chiederei a medico 2 settimane con rifaximina per SIBO, sempre se il medico concordi.
Al momento, mi trovo nella 2. settimana prova senza glutine.
Primi commenti: nei primi gg ho avuto nausea (che generalmente non ho), i diversi fastidi come dolore addominale, flatulenza e gas interiore non sono scomparsi ma si sono attenuati leggermente. Ma dopo 4/5 gg si sono ricomparsi, e anche abbastanza intensi. Poi e' anche rimasto il senso di stanchezza!!!
Mi chiedo se i benefici iniziale sono dovuti anche al cambio dieta???
Altro dettaglio, prima di dieta il dolore era principalmente parte bassa dx, adesso invece in intestino molto basso. In questi gg. sono rimasto sempre stitico, sebbene anche prima non avevo problemi di diarrea.

Completo le 2 settimane, e poi riferisco i dettagli, che mi sono appuntato.
Dopo 2 settimane, dovrei reintrodurre il glutine e notare le prime reazioni?
Mi chiedo ancora quanta pazienza serve in questa tipologia di fastidi!!!
Finora l'unica cosa che ho notato e', che dopo trattamento con Normix/Rifacol per una settimana ci sono benefici immediati, poi ricompaiono i sintomi, ma non subito!!!!
Spero di ricevere ancora qualche utile guida, in quanto sto provando le potenziali soluzioni, ma ancora non raggiungo il mio obiettivo
Grazie in ogni modo

[#33] dopo  
Utente 129XXX

Volevo riferire sulle mie 2 settimane "Gluten Free" che mi accingo a completare.
In questa prova di dieta alimentare, posso dire che:
- i miei problemi intestinali sembrano leggermente attenuato ma non scomparsi (come ci si aspettava)
- ho avuto estrema stitichezza, ancora dolori addominali bassi e forse meno aria e meteorismo
. in cambio alcuni giorno ho avuto nausea e giramenti di testa
- ho digerito sicuramente meglio il latte, col quale avevo problemi
- la stanchezza cronica continua

Mi chiedo come posso considerare questi risultati?
Posso pensare di reintrodurre il glutine e magari mangiarlo meno spesso?
Devo orientarmi a considerare altre soluzioni?
Cosa devo riferire al mio medico?
E quale strada devo seguire?

Sarei lieto di ricevere e condividere qualche altra informazione.

[#34] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se ha beneficio con l'eliminazione del glutine continuerei ancora per qualche tempo con tale dieta....


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#35] dopo  
Utente 129XXX

Con la dieta "Gluten Free" di 2 settimane, posso dire che continuo ad avere i miei soliti problemi intestinali, in particolare:
- eccessiva aria intestinale, che devo espellere in ogni modo
- dolori alla parte intestinale bassa
- meteorismo
- qualche volta anche un po' di nausea
- extraintestinali.

Posso anche dire che, il dolore permane sebbene meno intenso.
Poi ci sono gg in cui va meglio, altri in cui va peggio.
Non vorrei che i miglioramenti sono anche legati ai fermenti Prolactis LT che mi hanno fatto prendere in gennaio.
Volevo ancora gentilmente sottoporre alcuni quesiti:
- per quanto tempo ancora dovrei provare a mangiare senza glutine?
- appena provo a reintrodurre il glutine devo esaminare i primi effetti?
- se il glutine provoca una reazione immediata in GS come dovrei interpretare i miei fastidi che persistono?
- posso eseguire il Breath Test al Fruttosio in 1 settimana, sebbene mangio senza glutine?
- posso anche esporre al mio medico di provare una nuova cura di Rifamixina per 2 settimane?

Spero di avere qualche utile suggerimento.
Ringrazio in anticipo per indicazioni.

[#36] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sono troppe le problematiche da poter affrontare in modo esaustivo on line. Credo a questo punto sia utile investire del problema il suo medico o il gastroenterologo di riferimento.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#37] dopo  
Utente 129XXX

Ringrazio ancora per le utili indicazioni ricevute.
Nel mio caso personale, continuo a essere seguito da un Gastroenterologo di riferimento, ma poiche´ non ci sono evidenze chiare, si tratta ancora di fare prove su prove. Ma devo avere assolutamente uno specialista che mi segua, non posso assolutamente pensare di fare a mio modo.
Per tale ragione, continuo a utilizzare anche il presente supporto online, e sarei lieto di avere ulteriori indicazioni pratiche che poi posso condividere con il mio medico.

Spero di avere ancora qualche utile suggerimento che mi permetta di imboccare la strada giusta.
Grazie ancora

[#38] dopo  
Utente 129XXX

Continuando, nella ricerca di possibili soluzioni ai miei problemi intestinali, sarei lieto di avere ancora qualche indicazione terapeutica e/o suggerimento.
Riferisco sulle mie ultime prove.
In ultimo incontro con il medico Gastroenterologo al quale mi sono rivolto recentemente, trovandomi fuori da Italia per lavoro, ho riferito:
1\ di aver provato la dieta priva di glutine x 4 settimane, e i problemi sono sostanzialmente rimasti, forse si è attenuato il meteorismo ma il dolore è rimasto e una estrema stitichezza
2\ il Breath Test al Fruttosio NEG
3\ ho proposto al medico una prova con rifamixina x 15gg per trattare ancora la SIBO. Il medico me l'ha sconsigliata, in quanto dice che si tratta di problema di alterata flora batterica e la rifaximicina accentuerebbe il problema......

Una Terapia prescritta: Probiotici x riequilibrio flora per 3/4 mesi.
Ma i problemi mi continuano.........................................e sebbene tutti i test sono stati NEG non capisco come mai i problemi continuano....

E dopo la dieta "Senza Glutine" alla reintroduzione di pasta nella mia dieta, si e' manifestato un aumento del meteorismo che era unica cosa migliorata.
MI chiedo dopo 4 settimane senza glutine e' una reazione del mio corpo o cosa?
E cosa dovrei fare ancora?
Sarei lieto di avere ulteriori suggerimenti in quanto ultimo medico gastroenterolo e' stato troppo vago......
Ringrazio in anticipo.

[#39] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'unico suggerimento che avrei é ripetere il trattamento per la SIBO.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#40] dopo  
Utente 129XXX

Ringrazio come sempre per ultimi suggerimenti ricevuti.
Per essere molto sincero, in ultimo incontro con medico gastroenterolo, che ho avuto lunedi' scorso (qui in Germania) sono uscito relativamente insoddisfatto.
Capisco bene che i medici si basano sui risultati dei test e nel mio caso sono tutti NEG tranne il Breath Test al Lattulosio, ma continuo ad avvertire fastidi che, come è normale che sia, influenzano anche il mio umore.
Proverei ancora con un trattamento contro la SIBO, in quanto ritengo i suggerimenti ricevuti qui, assolutamente affidabili.
Unica questione e':
Al momento, mi sono portato dietro alcune scatole di Rifacol e Normix da Italia in quanto temevo una ricaduta.
Facendo bene i calcoli posso fare un trattamento di 8gg con la dose di 2 pillole da 200 mg per 3 volte al giorno. Mi chiedo sarebbe un trattamento sufficiente per una SIBO?
Oppure potrei fare:
- 8gg con Rifacol per 2 pillole da 200mg/3 volte giorno
- 8gg con Normix per 2 pillole da 200mg/3 volte giorno
Ma mi chiedo se non fosse pericoloso mescolare 2 farmaci diversi?
Oppure dovrei farmi mandare da Italia almeno altre 2 scatole?
Gradirei avere ancora un indicazione per non commettere errori.

Riflettendo un attimo, volevo ancora chiedere, ho iniziato i problemi intestinali qualche anno fa, credo con una SIBO (Infezione intestinale) non curata bene.
Dopo ho fatto una cura con Rifaximina x 8gg, per un po' di tempo sono stato bene, poi si sono ripresentati questi problemi che mi hanno portato a fare tutti gli accertamenti del caso e arrivare alla situazione attuale.
Con un trattamento di 15 gg, potrebbe/dovrebbe scomparire tutto?

Grazie per le preziose indicazioni


[#41] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Cambia il nome commerciale ma si tratta sempre di rifaximina. Quindi i farmaci sono equivalenti. I 15 gg di terapia sono ovviamente più efficaci. La SIBO, comunque, può recidivare.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#42] dopo  
Utente 129XXX

Mi viene da esprimere semplicemente una cordiale gratitudine ai suggerimenti avuti in questa sede. Proverei ancora una terapia per la SIBO con rifamixina, a dosaggio di 1200 mg/giorno, tenendo sotto osservazione i risultati successivi.
Non prendo la rifaximina da oltre un anno e forse e' il caso di tentare.
In un interessante articolo ho letto che la rifaximina per 2 settimane nel 90% dei casi risolve la SIBO, ma mi viene da pensare come mai i medici che ho consultato mi hanno sempre prescritto la terapia per 1 settimana......
Sembra un mistero.
Poi volevo chiedere un altra curiosità, qd ho iniziato con i problemi di digestione nelle analisi del sangue era uscito Helicobacter presenti ma collegato Urea Breath Test NEG. Potrebbe essere anche questo un esame da ripetere?
E l'esame delle feci parassitologico sempre normale, evidenzia che non ci sono alterazioni batteriche?

[#43] dopo  
Utente 129XXX

A dimenticavo, ho anche letto che la SIBO si associa spesso ad alterazioni come celiachia o intolleranza al lattosio. Ma nel mio caso, nella lista degli esami fatti, tutto risulta NEG, solo il BT al lattulosio è stato POS.
La mia domanda e', la SIBO può comparire anche se non ci sono altre anomalie intestinali??
E se non curata bene può ripresentarsi??
Grazie ancora per tutte le possibili soluzioni.

[#44] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Lascerei perdere l'helicobacter, combattuto spesso inutilmente e con gravi danni (per la terapia antibiotica, della flora intestinale. La SIBO può essere la sola affezione e può recidivare.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#45] dopo  
Utente 129XXX

Vorrei ancora condividere qualche indicazione medica, in quanto mi viene da pensare che, nel mio caso potrebbe trattarsi di iniziale SIBO, non curata appropriatamente che si ripresenta.
Nel caso in cui ripeta il trattamento rifaximina per 15gg, immagino nella mia ignoranza che verra´ distrutta un po´ di flora intestinale.
Sarebbe sensato coadiuvarla con probiotici/fermenti lattici oppure dopo il trattamento con rifaximina?
E se riuscissi ad avere beneficio, quali precauzioni prendere per evitare che la SIBO ritorni e normalizzare la flora intestinale?
E ancora il Breath Test al lattulosio e al Glucosio, servono per la stessa finalita´, cioe´ diagnosticare un eventuale SIBO?
Ringrazio in anticipo per i buoni suggerimenti.


[#46] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
1) Utili i probiotici dopo la cura

2) Non esistono precauzioni

3) Si

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#47] dopo  
Utente 129XXX

Volevo riferire che, nelle ultime settimane, prendendo fermenti lattici e probiotici, in particolare un Prodotto chiamato Prolactis LT, come suggeritomi da gastroenterologo ho avuto dei benefici, e i dolori addominali si sono ridotti.
Dal momento che, ho avuto benefici ho ritenuto sensato, non fare un nuovo trattamento di Rifaximina per SIBO, almeno per il momento.
Ancora esiste aria interna, e flatulenza.
Ancora il nuovo gastroenterologo visitato mi ha consigliato di fare un analisi delle feci per valutare la composizione quali/quantitativo della flora batterologica ed eventualmente intervenire, in quanto potrebbe trattarsi di alterata flora microbita.
Volevo avere qualche indicazione al riguardo, anche alla luce dei benefici con i fermenti, se e' il caso di continuarli e per quanto tempo??
Grazie come sempre

[#48] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente dovrà essere il gastroenterologo ad indicare la tempistica della terapia anche in base al risultato dell'esame delle feci.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#49] dopo  
Utente 129XXX

Sempre riguardo ai miei problemi intestinali, volevo riferire gli ultimi ritrovati, per avere qualche preziosa indicazione/consiglio da specialisti qualificati in materia.
Come dicevo, il medico al quale mi sono rivolto di recente nel mio luogo di lavoro, mi ha consigliato di fare:
- test di analisi della flora batterica intestinale (ch. KyberKompakt), dal quale e' risultato che alcuni tipi di batteri, Faecali e Akkermansia, sono in misura ridotta rispetto alla normalita', e indicata una cura di ripristino per circa 6 mesi;
- prima di fare cura batteriologica, di eseguire i test del respiro per Glucosio e Sorbitolo, per controllare se ci fosse SIBO recidiva.
I risultati dei test sono stati:
Minuti 0 20 40 60 80 100 120 140 160 180
Ppm 12 14 26 19 09 08 09 09 08 07 x Glucosio
PPm 03 04 05 04 03 03 04 05 07 08 x Sorbitolo

Dal momento che, i risultati scritti non mi arrivano ancora, volevo chiedere una veloce indicazione, in particolare riguardo al Glucosio, per capire se si può di nuovo pensare a una SIBO. Altrimenti mi e' stato detto di fare solo la terapia per ripristino di flora microbica.
Infatti, mi trovo ancora fuori Italia e non sempre e' semplice discutere questi temi in lingua straniera.
Apprezzerei di cuore avere ancora qualche utile indicazione tecnica da specialisti.
Ringrazio in anticipo per la gentilezza.

[#50] dopo  
Utente 129XXX

Riguardo gli ultimi Breath Test che ho eseguito di recente, mi e´ stato comunicato che, sono entrambi negativi. In particolare, il Breath Test al Glucosio, quindi mi e´ stato indicato che, non e´ necessario sottoporsi alla rifaximina per SIBO, ma solo a una cura di ripristino della flora batterica con probiotici e fermenti.
A discapito dei risultati negativi, i fastidi intestinali persistono e continuano a manifestarsi, sempre con forte meteorismo, dolore addominale, e a volte necessita´ di evacuare in bagno.
Volevo chiedere se ha senso sottoporsi alla rifaximina per 1/2 settimane e provare a vedere i risultati?
oppure se e´totalmente sconsigliabile?
Da tenere presente che ultima volta che ho preso la rifaximina e´ stato piu´ di un anno fa.
Mi sarebbe veramente gradita qualche indicazione.
Ringrazio in anticipo

[#51] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Anche con test negativo a volte c'è indicazione a procedere ugualmente alla terapia con rifaximina.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it