Utente 264XXX
Spettabili dottori, ho da alcuni anni un problema di frequente meteorismo che con diversi farmaci antimeteorici come il simeticone ad alti dosaggi non sono riuscito a risolvere e occasionalmente una aumentata motilità. Ho eseguito degli esami tra cui una colonscopia e l'esame del sangue per celiachia senza risultati. Sono risultato intollerante al lattosio ma anche evitando accuratamente latte e derivati non ho avuto miglioramenti. Terapie con farmaci psicolettici o antidepressivi a basso dosaggio hanno ridotto la motilità ma non il meteorismo che per il suo persistere continuo è stato considerato difficilmente imputabile soltanto ad un disturbo d'ansia secondo uno psicologo che ho consultato. Trattamenti con antibiotici intestinali come rifaximina, tinidazolo e metronidazolo non hanno dato benefici. Ho comunque eseguito dei breath test al glucosio ed al lattulosio che hanno escluso una proliferazione batterica nell'intestino tenue ma è risultato un tempo rapido di transito oro-cecale di 45 minuti rispetto al valore di riferimento di 60-120 minuti. Attualmente stò tentando un trattamento con fermenti più lungo di quelli già provati in passato ma nel frattempo potreste cortesemente darmi un opinione su quale può essere il significato del risultato per il tempo di transito e come potrebbe essere opportuno procedere per determinarne la causa?
Non ho mai eseguito una gastroscopia, un problema allo stomaco potrebbe indurre del meteorismo?
Vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi informazione potrete fornirmi

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La velocità di transito intestinale è spesso di natura funzionale e pertanto viene accentuata dall'atteggiamento ansioso del paziente. Per quanto riguarda l'aumento di gas intestinale questo potrebbe essere correlato ad abitudini alimentari incongrue come ad esempio l'assunzione di grandi quantità di verdure, legumi, bevande gassate,caffè ,alcolici fuma di sigaretta ecc. Anche la fibra può concorrere ad aumentare il meteorismo e l'abitudine di mangiare velocemente,la scarsa masticazione ,il chewingum,l'abitudine di parlare durante i pasti....
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 264XXX

Buonasera, per indagare una possibile causa dei sintomi ho eseguito degli esami del sangue dai quali è risultato un valore un pò alto di bilirubina diretta.

BILIRUBINA FRAZIONATA
totale 1,69 mg/dl Rif. < 1,1
diretta 0,48 mg/dl Rif. < 0,30

Potrebbe esserci una correlazione con i miei sintomi? Sono valori che a Vostro avviso richiedono ulteriori indagini?

[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Lei verosimilmente ha un morbo di Gilbert, che non rappresenta una patologia benigna causata da un difetto di eliminazione della bile. Nulla di allarmante. Difficilmente è da correlare con i suoi sintomi.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente 264XXX

Buonasera Dr. Rossi, La ringrazio per la risposta ma stavo leggendo che la Bilirubina indiretta aumenta nella Sindrome di Gilbert, nell'emolisi e nelle reazioni a farmaci mentre la Bilirubina diretta aumenta nell'ittero da ostruzione biliare e nella Sindrome di Dubin-Johnson. Non è quest'ultimo il mio caso?
La ringrazio ancora per le informazioni

[#5] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Nel suo caso la maggior quota di bilirubina è quella indiretta.
Dr. Roberto Rossi

[#6] dopo  
Utente 264XXX

La ringrazio molto per le informazioni. Le auguro un buon fine settimana.
Distinti saluti

[#7] dopo  
Utente 264XXX

Buongiorno, per indagare la causa dei miei problemi intestinali ho provato ad eseguire un GastroPanel con i risultati che riporto di seguito. Premetto che i miei sintomi sono solo intestinali e non ho mai avvertito dolori o bruciore ad esofago e stomaco. Diversi valori sono però risultati fuori range, mi potreste dare un'opinione e consigliarmi se è il caso di procedere in questa direzione? La sera prima dell'esame avevo mangiato qualcosa poco dopo la mezzanotte ma il prelievo di sangue è stato eseguito verso le 10 del mattino successivo, potrebbe aver alterato il risultato dell'esame?

GastroPanel
(met. Immunoenzimatico ELISA)
Pepsinogeno I 28,80 ug/l 30,00 - 165,00
Pepsinogeno II 1,80 ug/l 3,00 - 15,00
Pepsinogeno I / Pepsinogeno II 16,00 3,00 - 20,00
Gastrina 17 basale 0,1 pmol/l 1,0 - 10,0
Helicobacter pylori Abs 7,10 EIU <30

Interpretazione
Bassi valori di Pepsinogeno I possono indicare una moderata atrofia del corpo e bassi livelli di Gastrina 17 possono indicare atrofia dell'antro.

Grazie mille