Utente
Buongiorno,
da poco meno di un mese ho iniziato una cura farmacologica per un problema di acufeni. Sto assumendo Trental (da 400) e ho finito la cura con Deltacortene (da 25). L'otorino mi aveva prescritto anche Antra (da 20mg) da assumere al mattino, dicendomi che comunque sarebbe andato bene un qualsiasi gastroprotettore. Mi aveva prescritto quello ma potevo anche prenderne un altro se lo avevo già in casa.
Vado in farmacia e il farmacista mi dice che solitamente i medici prescrivono gli inibitori di pompa protonica con tanta facilità, ma che non sono veri gastroprotettori e che comunque è meglio non assumerli se non strettamente necessario. Mi ha consigliato quindi di assumere Bio Anacid che è a base di erbe naturali e da quanto ho capito rafforza la mucosa che protegge le pareti dello stomaco.
Inizialmente dopo poco che assumevo le compresse di Bio Anacid sentivo qualche piccolo dolorino allo stomaco. Siccome qualche piccolo disturbo lo avevo e non ero convintissimo, finito le compresse di BioAnacid ho comprato Antra prescrittomi dall'otorino (lo avevo assunto anche a Dicembre e non mi aveva creato alcun problema). I problemi sono peggiorati, nel senso che non riuscivo più a digerire, avevo sempre lo stomaco gonfio e un lieve mal di testa. Assumo Antra da una settimana, e visto che ora ho terminato la cura cortisonica, stamattina ho provato a non prendere la capsula di Antra. Ho letto che il suo effetto è di 18-24 ore, dopodichè le cellule che producono acido gastrico si riformano. L'ultima capsula che ho assunto è stata circa 30 ore fa, ma ho ancora dei disturbi, sia di digestione che un dolore alla bocca dello stomaco.

Non so che fare, se continuare ad assumere Antra, se prendere altri gastroprotettori che non inibiscono la pompa protonica (in tal caso mi saprebbe consigliare qualche prodotto valido?), o smettere di assumere del tutto gastroprotettori (ora sto assumendo solo Trental 400, 2 cp al giorno).

La ringrazio, in attesa di gradita risposta.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il mio suggerimento è di assumere sia l'antisecretivo (che avrebbe dovuto assumere dall'inizio) che l'antiacido.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
ok, l'assumo fino a quando prendo altri farmaci oppure se il fastidio continua, lo assumo per un periodo più lungo? C'è qualche indicazione temporale?

Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia va assunta almeno per 30-45 giorni anche se ha smesso il farmaco.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Ok. Un'ultima domanda, mi può consigliare un antiacido?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non possiamo indicare i nomi commerciali, ma gli antiacidi a base Alginato di sodio possono andare bene. Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, io sto continuando con la terapia, ma da qualche giorno avverto dei bruciori di stomaco anche assumendo Antra. Fino ad ora, assumendo Antra, lo stomaco non dava alcun tipo di problema.

Ho fatto caso e i problemi sono iniziati quando ho iniziato una nuova confezione del farmaco (4 giorni ormai). Osservando la scatola, l'unica differenza che noto è che nella nuova confezione c'è scritto "capsule rigide GASTRORESISTENTI", mentre nella vecchia confezione c'è scritto soltanto "capsule rigide".
Il mio dubbio: ma se la capsula è gastroresistente... cioè resiste nello stomaco.. può essere che non faccia effetto?
Ma in tal caso, che senso avrebbe commercializzare un farmaco antisecretivo, se le sue capsule resistono nello stomaco e vanno oltre?

Comunque, io sto assumendo il farmaco da un mese. E ho ancora disturbi. Può essere normale che ci voglia più tempo?

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nulla di "anomalo". Il farmaco viene assorbito a livello duodenale. Se i disturbi persistono è probabile sia necessario incermentare la dose (parlandone con il suo medico).


Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it