Utente
Buongiorno,
prima di tutto voglio farvi i complimenti per l'eccellente modo in cui rispondete agli utenti, siete sempre cortesi e disponibili.

Sono una ragazza di 25 anni, vegetariana. Da settembre 2012 ho incominciato a vedere del sangue e del muco intestinale nelle feci. Non provavo dolore ed il sangue era poco. Sono diventata anche un po' stitica. Ho pensato subito di avere le emorroidi perchè so che possono presentarsi in periodo di stress ed infatti il sangue è comparso proprio dopo il decesso per leucemia del mio ex ragazzo che mi ha causato molta tristezza e stress. Inoltre mia mamma è stata operata di emorroidi per cui facendo due chiacchiere con il mio medico di base (ma nessuna visita) siamo giunti a questa conclusione.
Per qualche giorno ho preso il Daflon ed una crema rettale ed il sangue è sparito, dopo non molto però è ricomparso ma sempre senza dolore.
Ho dunque deciso di fare una visita proctologica per avere delucidazioni. Ieri dopo la visita proctologica e l'anuscopia il medico mi ha detto che non ho emorroidi ma una proctite. Mi ha prescritto Topster schiuma rettale per 15 giorni che inizierò ad usare oggi e mi ha consigliato una colonscopia per escludere malattie come Morbo di Crohn, Rettocolite Ulcerosa, ecc..
Ancora oggi non ho alcun tipo di dolore.

C'è un problema. Io soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo e da anni prendo infatti la Sertralina. Purtroppo ho fatto un'ossessione per gli aghi (e non per il dolore) per cui non c'è nulla da fare ma questi non si devono avvicinare a me. So che sembro stupida ma il mio problema è più forte della ragione ed anche se mi rendo conto che è stupido non riesco davvero a superarlo (per ora).
So che solitamente si usa la sedazione per via endovenosa facendo la colonscopia perchè altrimenti è molto dolorosa, io dunque dovrei farla senza sedazione.
Chiedo un vostro consulto per sapere se ci sono altri esami da fare prima di arrivare alla colonscopia che non coinvolgano aghi nelle vene (domani faccio anche l'esame delle feci).
Ho letto inoltre su questo forum che nell'ospedale di Milano si pratica anche la colonscopia robotica con AXEL e che non è dolorosa. Si può fare quindi senza sedazione? Nel mio caso potrebbe essere utile o devo fare per forza la colonscopia tradizionale? Voi che cosa mi consigliate?

Informazioni aggiuntive:

Sono allergica a Nichel, Alcool Stearilico e Palladio.

Mia mamma è stata operata di emorroidi con polipi ed ha una diverticolite importante, va spesso in rischio di peritonite.

Ringrazio anticipatamente per le cortesi risposte.

Distinti saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,

la colonscopia robotica AXEL viene eseguita presso il nostro centro e non necessita di sedazione, ma un ago in vena viene ugualmente inserito in quanto si tratta pur sempre di un esame invasivo (anche se indolore) e ci può essere necessità di somministrare liquidi e farmaci.

I suoi sintomi potrebbero essere realmente compatibili (se sono state escluse le emorroidi) con una colite infiammatoria e non penserei ad altro ..... Altri accertamenti di esplorazione del colon ci sono (colonscopia virtuale) ma non sono in grado di "vedere" la mucosa (e quindi una eventuale infiammazione) ed effettuare dei prelievi bioptici.

Si faccia coraggio .....

Resto a sua disposizione


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta, ma è quindi d'obbligo? Perchè chiedendo nell'ospedale della mia provincia mi hanno riferito che se decidessi di fare la colonscopia tradizionale senza sedazione non necessiterebbero di prendere nessuna vena.

Se dovessi smettere di sanguinare con il topster prescrittomi, sarebbe consigliabile fare comunque una colonscopia?

Distinti saluti

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


>> Perchè chiedendo nell'ospedale della mia provincia mi hanno riferito che se decidessi di fare la colonscopia tradizionale senza sedazione non necessiterebbero di prendere nessuna vena. <<

ASSOLUTAMENTE NO !

L' AGO IN VENA deve essere SEMPRE POSIZIONATO in quanto ha una funzione di "sicurezza" per il paziente anche se non viene praticata la sedazione. Infatti, essendo la colonscopia un esame invasivo (stiramento del colon, dei mesi, insufluazione d' aria, ecc.) si potrebbe verificare una reazione vagale con calo della pressione arteriosa. Se il medico non ha preliminarmente inserito l'ago potrebbe avere serie difficoltà a reperire velocemente una vena per somministrare farmaci e liquidi. Quindi NON SI FIDI del centro che le ha fatto una simile proposta.


A questo punto attenda l'effetto del farmaco, ma si ricordi:

LA COLONSCOPIA DEVE ESSERE SEMPRE ESEGUITA CON UN AGO IN VENA !!!!!!


Cordialmente



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la sua cortesia ed esaustività.
Aspetterò dunque di vedere uno sperato effetto positivo del farmaco così da non dovermi sottoporre a colonscopia, non tanto per l'esame ma per la fobia degli aghi di cui parlavo.

Avevo scordato di dire che qualche mese prima dell'esordio di questo problema, in fase premestruale avevo transitori problemi di candidosi vaginale perdurati per mesi (non diagnosticati tramite esami di laboratorio ma soltanto dai sintomi che avevo).
Inoltre qualche giorno prima dell'inizio del problema avevo praticato col mio ragazzo del sesso anale, ma questa volta usando per curiosità per la prima volta una crema rilassante che lui aveva procurato ma di cui non conosco nè il nome nè la composizione (qualcosa a cui sono allergica?).
Non so se tutto questo sia pertinente ma ho ritenuto opportuno aggiungerlo per escludere ogni dubbio.

La terrò informata sugli esami delle feci e sull'effetto del Topster.

La ringrazio ancora per la sua gentilezza e disponibilità.

Distinti saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La pratica anale puô avere favorito il problema. Credo che la colonscopia si stia ........allontanando.

Mi aggiorni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Gentile Dr. Cosentino,
volevo informarla che le analisi delle feci sono risultate tutte negative.
Ho iniziato inoltre le applicazioni di Topster schiuma, ho però un dubbio: io sono allergica all'alcool stearilico e mi sono accorta che nell'elenco degli eccipienti di Topster schiuma c'è anche il Cetostearilpoliossietilenesteri del sorbitano. Può farmi allergia? Se si, posso utilizzarlo comunque oppure rischia di aggravarmi il problema?
La ringrazio anticipatamente della sua disponibilità.
Distinti saluti.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se non ha avuto reazioni può continuare. Ad ogni modo non determinerà un aggravamento della malattia.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it