Utente
salve,
da ormai 3 settimane sono afflitto da dolori all'addome.
Localizzati prevalentemente sopra l'ombelico e nella parte bassa della schiena, ma un po' in tutto l'addome.
Il fastidio peggiore è paragonabile alla sensazione che si ha quando si mangia un cibo andato a male o si prende freddo a stomaco pieno.
Al mattino non avverto alcun fastidio, nemmeno dopo colazione, ma circa 2-3 ore dopo pranzo, il dolore comincia e persiste per circa 3 ore, dopo le quali, ritorna la fame. Dopo cena il fastidio è minore.
Ovviamente sto evitando tutti i cibi pesanti.
La frequenza intestinale è irregolare, come sempre d'altronde, ogni due giorni circa, la consistenza varia da normale a diarrea, il colore è marrone scuro, non nero.
Il mio medico curante mi ha visitato più volte, senza rilevare niente.
Ho eseguito le analisi:
- EMOCROMO COMPLETO, unico valore fuori dai range: eosinofili: 7.89 %, 0.49 k/ul
- PROTEINA C REATTIVA, tutto ok
- ASPARTATO AMINOT. (AST, GOT), tutto ok
- ALANINA AMINOT. (ALT, GPT), tutto ok
- ESAME URINE, tutto ok
- Ricerca Helicobacter pylori (metodo immunocromatografico): negativo
- Ricerca immunologica sangue occulto: 10
- ecografia completa addome: tutto regolare

La prima ipotesi formulata è stata la causa allergica, visto che da dicembre dell'anno scorso, ho un prurito insistente, soprattutto a mani e piedi, e mi compaiono macchie rosse (tipo orticaria). Anche per questi sintomi sono stato visitato da uno specialista che non ha rilevato alcuna anomalia.
Quindi ho cominciato a prendere l'antistaminico (rupatadina), ma non ho ottenuto risultati.
Successivamente è stata ipotizzata una ulcera duodenale, quindi mi ha prescritto, rabeprazolo 20mg e Grandal 800mg al bisogno.

il rabeprazolo, l'ho interrotto perché mi faceva stare peggio, il Grandal sembra che abbia un certo effetto.

chiedo una vostra gentile opinione, perché la situazione non sta migliorando e per sapere anche se c'è una possibile correlazione fra prurito e i dolori.

Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ha eseguito una gastroscopia ? Come specialista intende il dermatologo ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo specialista consultato è stato un gastroenterologo?
Non vedo relazioni con l' <<ulcera duodenale>>.
Ha effettuato le indagini per le intolleranze alimentari?
Ha previsto di effettuare una colonscopia?

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
Utente
Lo specialista che ho consultato per il prurito è un allergologo. e ho fatto i test allergologici del sangue per i seguenti alimenti:

F1 Albume
F13 Arachide (Arachis hypogeae)
F2 Latte
F24 Gambero (Pandalus borealis)
F25 Pomodoro (Solanum lycopersicum)
F3 Merluzzo (Gadus morhua)
F4 Grano (Triticum aestivum)
F49 Mela (Malus sylvestris)
tutti negativi

non ho eseguito ne colonscopia, ne gastroscopia.
Quale sarebbe il caso di fare?

ho fatto bene ad interrompere il rabeprazolo? visto che mi faceva stare peggio?

grazie

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il PPI non mi sembra utile visto che si tratta di dolori associati a disordine evacuativo.

La cosa più giusta è fare prima una visita specialistica,
gli esami da eseguire saranno conseguenti.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Troverei indicata una visita gastroenterologica e dermatologica.


Ci aggiorni.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
grazie per la vostra gentile disponibilità.

un'ultima domanda, secondo voi è inutile che prenda anche il GADRAL*800MG/10ML (magaldrato)?
perché sembra che mi faccia stare meglio.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se ha benefico può assumerlo.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
buongiorno,
stamani ho consultato il mio medico curante.
mi ha prescritto:
RANITIDINA 300mg, una compressa dopo cena e una esofagogastroduodenoscopia, di cui ho già preso appuntamento per il 12 novembre, primo giorno utile.

Grazie

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Prendiamo atto dell'informazione,
tenga presente che la Ranitidina ha funzione antisecretiva,
alla stregua del rabeprazolo.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
buongiorno,
ho appena effettuato la gastroscopia.

l'esito è:
Normale aspetto dell'esofago, ernia jatale da scivolamento. Iperemia antrale (eseguito test rapido per la ricerca di HP), normali le restanti porzioni gastriche. erosioni a fondo fibrinoso bulbo duodenale (biopsie), normale DII

cosa potrebbe essere?
perché è necessaria una biopsia?

grazie

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A parte il reflusso (a causa dell'ernia) ed una gastrite (iperemia antrale), le erosioni duodenali possono essere spia di infiammazioni che coinvolgono l'intestino tenue, occorrerà attendere l'esito istologico.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
buongiorno,
ho ritirato oggi l'esame istologico.
la diagnosi è:
frammenti di mucosa duodenale, uno solo dei quali correttamente orientato, con strutture ghiandolari e villi normotrofici, linfociti intraepiteliali numericamente normali (<25/100 C.E.) (CD3 n.n.), Angectasie e note flogistiche aspecifiche della tonaca propria.

cosa potete dirmi?

grazie

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una lievissima infiammazione, un responso che rasenta la normalità.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
salve,
sono a chiedere nuovamente la vostra gentile consulenza.
i dolori addominali sono spariti da gennaio, sembra che la cura con la ranitidina abbia avuto effetto, ho interrotto la cura a inizio gennaio.
Il problema è che da circa un mese ho un cattivo sapore in bocca, localizzato in fondo alla lingua sulla sinistra, è un sapore amarognolo, che sembra apparire dopo la colazione e mi "accompagna" fino a sera. Non ho altri disturbi.
Il mio medico curante sospetta che sia dovuto al reflusso e mi ha prescritto nuovamente la ranitidina. Ma dopo qualche giorno di cura, la mia situazione non cambia.

voi concordate con la diagnosi del mio medico?
quali esami potrei fare per approfondire la questione?

grazie

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
>> Ma dopo qualche giorno di cura, la mia situazione non cambia.<>

Darei retta al suo medico ed aspetterei ancora qualche giorno.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di reflusso alcalino.
Utile il magaldrato,
ne parli con il curante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it