x

x

Gastrite o ansia?

Salve a tutti sono nuovo in questo forum, quindi farò una breve descrizione di me e di ciò che sto provando in questo periodo.
Sono un ragazzo di 20 anni e da più o meno due anni ho problemi continui allo stomaco, mi spiego è cominciato tutto per caso con un senso di nodo alla gola e la forte sensazione di vomito cosa che mi costringe alle volte di rimanere in casa per paura di farlo in pubblico (cosa che mi ha sempre spaventato).
I sintomi continuano con forti dolori alla bocca dello stomaco, pressione sul petto, testa confusa, necessità di eruttare e nausea continua con diminuizione e totale assenza di appetito anche non avendo mangiato niente, inoltre sento il mio stomaco molto gonfio e pieno d'aria (questo forse giustifica il fatto delle frequenti eruttazioni) e alle volte difficoltà nella respirazione tanto che ritengo necessario inspirare molto forte l'aria dal naso a mò di tic (non so se ho reso bene l'idea).
Questo non capita tutti i giorni ma almeno 2 settimane al mese mi ritrovo in queste condizioni.
Ora premetto che mi sono rivolto al mio medico di fiducia molte volte dicendomi che io sono un tipo ansioso,e mi ha prescritto una gastroscopia (fatta un annetto fa) che forunatamente ha dato esito negativo + una visita gastroenterologa.
Da allora il mio medico mi ha prescritto Lucen, contro reflusso, da prendere la mattina appena sveglio per alleviare dolori allo stomaco, ma con scarsi risultati.
Vorrei sapere se devo ritenere opportuno ritornare dal mio medico dicendo che il farmaco non ha l'effetto sperato e cercare di capire se è il caso di rivolgermi presso qualcun altro.
Mi scuso per essermi dilungato molto ma volevo dare un'idea delle mie condizioni.
Spero in un vostro consulto.
Grazie.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.8k 2.2k 88
Si tratta di una forte sindrome ansiogena ed in questo caso la terapia antisecretiva ha poco effetto. Potrebbe essere utile qualche procinetico, tipo levosulpiride ma, soprattutto, tanta tranquillità. Ne riparli con il suo medico.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (La Madonnina), Roma (Villa Benedetta) Calabria (Reggio-Crotone)
www.endoscopiadigestiva

[#2]
dopo
Utente
Utente
Sicuramente ne riparlerò, ma nel caso sia veramente così è possibile che il mio medico ritenga opportuno prescrivermi degli ansiolitici per vedere come reagisco senza prescrivermi delle sedute di psicoterapia?
Grazie per le sue delucidazioni Dr. Cosentino.
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.8k 2.2k 88
Si. Potrebbero essere utili degli ansiolitici.

Auguroni.


Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto