x

x

Gastrite e cambio IPP dannoso?

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve, prima di raccontarvi la mia storia vi espongo i risultati di gastroscopia ed ecografia addome eseguite rispettivamente il 02/04/16 e il 22/03/16.
Referto gastroscopia:"Esofago ben canalizzato con mucosa di aspetto regolare. Cardias risalito e beante per ernia jatale da scivolamento di piccola taglia. Cavità gastrica ampia con pliche ben distendibili e mucosa esente da lesioni ulcerative o infiltrative. Discreta quota di bile nello stomaco. Angulus indenne. Antro con mucosa diffusamente iperemica.Si esegue HP-test. Piloro euciclico. Bulbo e seconda porzione duodenale regolari con bile nel lume."
Diagnosi gastroscopia:"Ernia jatale da scivolamento, gastropatia antrale iperemica in soggetto con reflusso duodenogastrico. HP-test: negativo".
Referto ecografia addome superiore:"Fegato di normali caratteri morfovolumetrici ed ecostrutturali. Normale calibro e decorso delle vv. sopraepatiche e dei rami portali. Non dilatazione delle vie biliari. Colecisti di normali caratteri, alitiasica."
Sono un ragazzo di 32 anni e soffro da inizio marzo di gastrite. Ho iniziato a curarmi con esomeprazolo sandoz 40 mg la mattina a digiuno fino a metà aprile (associato a gastrotuss dopo i pasti e peridon prima dei pasti). Da metà aprile ho preso lo stesso esomeprazolo ma scendendo a 20 mg e poi dopo 2 settimane l'ho sostituito con omeprazen 20 mg la mattina a digiuno. Nel frattempo avevo abbandonato gastrotuss e peridon perchè stavo bene.
Arriviamo al punto: sono in cura con zoloft (a bassi dosaggi iniziali per alleviare gli effetti collaterali) e xanax da circa 20 giorni a causa di un fattore ansioso (molto probabilmente spina irritante della mia gastrite) con crisi di panico . Mi sono affidato ad una psicoterapeuta che è anche medico generico e lei stessa mi ha prescritto zoloft e mi ha detto di scalare xanax progressivamente (lo assumevo da circa 10 gg mentre ero in viaggio di nozze causa aggravarsi dei sintomi ansiosi). Inoltre mi ha suggerito di cambiare omeprazen 20 mg (che assumevo con regolarità) con esomeprazolo 20mg.
Ho acquistato esopral 20mg e l'ho assunto da mercoledì mattina scorso. Dalla sera stessa ho cominciato ad avere strani sintomi quali sensazione di fame continua, crampi sopra ombelico e un pò di reflusso con sapore amaro in bocca. Giovedì e venerdì ho proseguito con esopral ma i sintomi sono peggiorati, bruciore esofageo e sensazione di spine alla bocca dello stomaco. Sabato, domenica e lunedi sono tornato a prendere omeprazen 20 mg prima di colazione e 20 mg prima di cena e la situazione era lievemente migliorata. Poi lunedì sera ho consultato un gastroenterologo che mi ha detto che lo zoloft dà questi problemi e il miglior farmaco è l'esomeprazolo da assumere 40mg a digiuno la mattina. Martedì e ieri ho nuovamente preso esopral e sono tornati i buchi allo stomaco e tanta acidità. Stamattina sono tornato ad omeprazen e sto tamponando con riopan. Mi chiedo: il cambio di IPP causa questi problemi? O l'esopral è controindicato per me?
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Non credo, tuttavia i farmaci vanno assunti secondo le indicazioni mediche sia per quanto riguarda il tipo, sia per le dosi, faccia quindi riferimento al medico che la segue. Prego.

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta, comunque sotto consiglio del mio medico sono tornato ad omeprazen 20 mg mattina e 20 mg sera, in effetti la gastrite è tornata pian piano alla normalità. La cosa che invece mi ha fatto un attimo restare sbalordito è stata che il mio medico, dopo una visita in cui mi ha palpato il colon, mi ha fatto notare che i miei problemi di crampi sopra l'ombelico sono derivanti da una forma di colite ( i dolori erano parecchi durante la palpazione) che, a suo modo di vedere, può influire sulla gastrite e sul reflusso in particolare ( secondo lui un gonfiore del colon, soprattutto la parte del colon trasverso, può andare ad influire sullo stomaco causando un reflusso maggiore del dovuto a causa anche della mia ernia iatale).
La ritenete un'ipotesi plausibile?
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Ottimo.
Si, puo' essere.Prego.