Utente
Gent.mi dottori, ho 32 anni, h. 1.60 per 47.5 kg di peso, e vi scrivo per rappresentarvi il mio caso. All'incirca una settimana fa ho cominciato ad accusare delle fitte di dolore/bruciore alla parte inferiore destra dell'addome. Questo stato di malessere accompagnato ad un forte senso di nausea mi ha indotto, una sera in cui il dolore/bruciore si è concentrato in particolare nella zona appendicolare, a recarmi al p.s. laddove però hanno escluso un attacco di appendice o colica renale. L'addome infatti è risultato molle e palpabile e le analisi del sangue davano esito negativo. Nei giorni seguenti le fitte si sono attenuate ma è rimasta una sensazione di malessere generale allo stomaco e, in particolare, sempre alla parte inferiore destra dell'addome, dove non accuso un dolore forte e costante bensì come degli spasmi dolorosi e un bruciore. Preciso che ho addome gonfio. I medici che mi hanno visitato infatti palpandomi hanno riferito di avvertire molta aria nell'intestino(il mio stomaco si sente in continuo movimento) e non nascondo che in quelle rare occasioni in cui questa riesce ad uscire(scusate l'immagine poco felice) i dolori e il malessere si attenuano parzialmente. A volte questi spasmi si propagano anche all'inguine destro e alla gamba destra. Avendo io 2 mesi fa sofferto di una eruzione da herpes zoster sul gluteo/coscia destra il medico mi ha riferito che potrebbe anche trattarsi di nevralgie post erpetiche, data la loro localizzazione. Ad ogni modo ciò che più mi preoccupa è l'esito delle analisi del sangue e dell'emocromo in particolare da cui risulta una leggera anemia:
Rbc 3,94 ( 4,50-6,50/4,00-5,50)
Hgb 11,90 (13,00-17,50/12,00-16,50)
Hct 35,1 (40,00-54,00/37,00-47,00)
Ptl 111 (150-400)
Lymph 1,44 (1,50-3,50)
Questi i valori fuori norma, tutto il resto invece entro i limiti. Ora la mia domanda è: devo preoccuparmi? Questo mio malessere potrebbe essere la spia di una patologia più importante? Non ho mai notato sangue, almeno vivo, nelle feci e chi mi ha visitata non ha avvertito masse a livello intestinale. Al momento della palpazione inoltre non sento dolore. Preciso che non mangio carne rossa e quindi la mia anemia potrebbe avere altre cause? Il medico del p.s. mi ha detto che avevo analisi perfette ma probabilmente non lo sono anche se tutti gli altri valori anche non legati all'emocromo lo sono. Vi ringrazio in anticipo e attendo vostra cortese risposta.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non vedo collegamenti fra disturbi intestinali (da colon irritabile) ed emocromo. Ad ogni modo farei la ricerca del sangue occulto fecale.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dott. Cosentino, grazie innanzitutto per la sua celere risposta. Dunque lei ritiene che i miei siano disturbi da colon irritabile? Le ho riportato i valori dell'emocromo in quanto, come ho detto, mi è venuto il timore che possa trattarsi di qualcosa di più grave e al riguardo ho letto che tra i sintomi del tumore del colon vi è proprio l'anemia. Certo la mia è molto leggera e probabilmente spiegabile con la mia dieta vegetariana ma a questo punto, come lei suggerisce, sarebbe meglio eseguire il test del sangue occulto nelle feci. La ringrazio nuovamente dottore.
Cordialità

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. Mi aggiorni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it