Utente 248XXX
Buongiorno a tutti,

Mi chiamo Giada e ho 27 anni. Sono alta 1.65 x 47 kg circa, sono magra...decisamente. Il mio calvario è iniziato mesi e mesi fa, anzi anni. Sono stata in cura per un problema di muscolatura pelvica e nervi annessi, nello specifico ho dovuto curare e curo tutt'ora una neuropatia periferica determinata da un lavoro errato da parte della mia muscolatura, in quanto ho problemi posturali dovuti ad una malocclusione di terza classe, che sto curando da quasi un venti giorni con l'ausilio di un bite confezione ad hoc per me.

Ho scritto in questa sezione, in quanto da mesi avvertivo un bruciore alla gola dovuto ad un'esofagite da reflusso : fatta la diagnosi, ho iniziato la terapia per curare il reflusso, ma devo dire che il carico di stress di questi mesi è stato pesantissimo per complicazioni dovuti alla neuropatia, ai fastidi stessi del reflusso, ma soprattutto a vicissitudini famigliari.

Ormai da qualche mese, tra l'altro, mi sveglio di notte, quasi sempre dopo un 2 ore massimo che prendo sonno : tachicardia, nausea, gonfiore addominale e ultimamente anche questi fastidiosissimi brividi di freddo che mi pervadono tutto il corpo e spesse volte mi accompagnano anche durante la giornata.

Dopo varie preghiere al mio medico, finalmente ieri ho ottenuto l'impegnativa per poter fare una gastroscopia, tuttavia nel mentre sto continuando a prendere lansoprazolo 30 mg al dì...
Da qualche giorno la situazione è anche peggiorata, ho una nausea perenne, gorgolii vari e una spossatezza immane, nonchè una lieve alterazione della temperatura basale ( 37 ° )...

Il mio medico sostiene che non troveranno nulla alla gastroscopia, se non una gastrite...gastrite che lui definisce "anche nervosa"...Io mi sto demoralizzando molto, per tutto : ho dovuto interrompere gli studi per questi maledetti problemi di salute che mi affliggono da anni, mi mancano 6 esami alla laurea e non riesco a far niente. Sto vivendo molto male e vorrei un parere in più, anche se so che senza una gastroscopia non si può dire molto...
Ho fatto già esami per la celiachia, sono risultata negativa, tuttavia pensano sia ipersensibile al glutine e quindi mi è stato tolto.

Grazie a chi mi risponderà!

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Penso anch'io che la gastroscopia non ci possa dare un aiuto. Molti dei suoi sintomi gastroenterologici sono su base ansiogena. Bene, comunque, la sospensione del glutine.


Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 248XXX

Io sono dell'idea che il mio stress sicuramente possa influire sul mio apparato digerente, ma è più i disturbi che mi crea quest'ultimo a farmi star male psicologicamente...Non so più nemmeno che terapia io debba intraprendere.