Utente 475XXX
Salve, da circa un annetto convivo con numerosi problemi di stomaco. Dolori epigastrici, difficoltà digestive e stitichezza, il tutto trattato con pariet 20 e levopraid all'occorrenza e buoni risultati. Da circa un mese e mezzo tuttavia avverto notevoli disturbi, i due gastroenterologi che mi hanno visitato non si sono sbilanciati e anzi hanno associato il tutto a stress e tensione nervosa dovute ad un carattere apprensivo. Sono comunque in attesa per fare una radiografia allo stomaco con mezzo di contrasto. Ora i sintomi sono questi: crisi di extrasistole quotidiane, dolore al torace (però esterno, come se si trattasse di lividi) e soprattutto un senso di oppressione al petto e respiro corto e affannoso costante. La domanda è la seguente: l'ernia iatale può provocare tali sintomi? Se si, dovrei ipotizzare anche una ernia paraesofagea, visto che non soffro di rigurgiti o reflusso ma solo di problemi legati al torace? Ps: per scongiurare ipotetici problemi cardiaci, ho effettuato un elettriocardiogramma dal cardiologo ma tutto è risultato perfettamente nella norma. Anche una radiografia al torace non ha evidenziato problemi.
In attesa di risposta
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non credo.Farei una gastroscopia. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Vorrei chiederle due cose ancora:
1) lei ritiene la radiografia allo stomaco con mezzo di contrasto meno adatta al mio caso?
2) i problemi legati all'ernia iatale sono solo di reflusso oppure essa stessa causa fastidi organici? Cioè il corpo avverte davvero questa porzione di stomaco che risale, oppure tutto si concentra sul reflusso che di solito ne consegue?

[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Esatto
Tutto si concentra sul reflusso tranne casi particolari
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 475XXX

Vorrei porle un ultimo quesito: è provato che uno stato di ansia costante e stress influiscono sul reflusso, acuendo i sintomi?

[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non so se è provato ma e' di comune osservazione.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it