Utente 493XXX
Buonasera Dottori, sono una donna di quasi 33 anni, e sto veramente vivendo un periodaccio. Da sempre faccio i controlli di routine (analisi e controlli vari) ma ora sono circa 4 anni che faccio dei controlli adeguati e mi prendo cura di me al 100%
(Ecografie addominali, ginecologia, pap-test e analisi del sangue anche piu approfondite).
A livello ginecologico sono sempre stata bene ma sempre la ginecologa mi diceva se andavo bene in bagno in quanto dalla tansvaginale si è sempre vista tanta aria.
Ho un reflusso (non ho mai fatto gastroscopie) ma dai miei racconti il mio medico dice sia un'ernia iatale che si muove e mi crea dolore e acido (che ne pensa?)
Da un mesetto ho tantissima aria nel colon (meteorismo colico nel discendente e nel trasverso).
Tutto trovato nei vari controllo ecografici.
Ho dolori che vanno e vengono a:
Sinistra dello stomaco
Fianco sinistro
E sento un peso nelle ovaie (è aria che si sposta)?
L'ecografista è anche gastro e mi ha dato fermenti e movicol poiché inizialmente mi avevano trovato delle feci ferme.
Dopo un po di giorni di lassativi sono riuscita ad andare normale (poco ma normale e tutti i giorni).
Il mio medico di base dopo la palpazione mi ha dato Normix e spasmex e carbone (non mi hanno fatto nulla)!
Non so piu che fare perche ho questi fastidi che giornalmente mi accompagnano e mi fanno stare sotto ad un treno, distrutta, non sorrido piu e ho solo fastidio. Anche dopo aver espulso il dolore continua, cosa posso fare? Gastro? Colon sono indicati?
Nessuno dei dottori me l'ha consigliato
Possono essere sintomi di malattie importanti?
Reflusso puo provocare questo o è solo aria che si sposta?
Non ho mai fatto test intolleranze nè controllo feci, sarebbero utili?
Non so piu cosa fare dopo 2 visite e controlli, spero (nella distanza) mi possa dare una mano e rispondere alle mie tantissime domande, scusandomi in anticipo per l'ammasso di quesiti (ma io vorrei capire) cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
buongiorno cara, in effetti ha messo in mezzo una serie di domande...
diciamo che in grandi linee l'ernia jatale può causare il reflusso , l'aria chiaramente può spostarsi lungo i tratti intestinali e darle fastidi, cose gravi da quello che ci scrive non sembrano esserci, di fondo probabilmente cè anche un discorso di "ansia".
in questo momento non farei nè la gastro nè la colon , di terapie se ne possono provare diverse.
spero di averla aiutata ...
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 493XXX

Salve dottore! Grazie della sua velocissima risposta.
Il reflusso lo tengo a bada con gastroprotettori da diverso tempo, ogni tanto riesce fuori.
Si effettivamente l'ansia ci sta, poichè non riesco a capire cosa ho e perchè i vari rimedi utilizzati non hanno aiutato?
Normix, carbone ecc...?
E' normale avere la pancia che tira anche dopo aver evacuato e anche la schiena che tira?
Non dovrei liberarmi e stare meglio dopo aver evacuato?
Mi ha aiutato tanto con la sua risposta coincisa ed io le dico semplicemente se è sicuro che non vede brutte malattie in me e se gastro e colon sono cmq "inutili" perchè alla fine la mia diagnosi è "meteorismo colico abbondante del trasverso discendente"
Mi faccia sapere, grazie veramente!