Utente 464XXX
Gentilissimi Dottori, di recente ho effettuato una ph-impedenziometria il cui responso è stato: "ESAME PH-IMPEDENZIOMETRICO POSITIVO PER REFLUSSO GASTROESOFAGEO PATOLOGICO DI NATURA ACIDA E A COMPONENTE LIQUIDA, PRESENTE SIA IN CLINO CHE ORTOSTATISMO. ESTENSIONE PROSSIMALE NEL 62% DEGLI EPISODI.
ASSOCIAZIONE DEBOLMENTE POSITIVA TRA SINTOMI ED EPISODI DI REFLUSSO".

Cosa significa "ASSOCIAZIONE DEBOLMENTE POSITIVA TRA SINTOMI ED EPISODI DI REFLUSSO"? Aggiungo che, oltre al reflusso, ho una modesta iperemia antrale e una duodenite.

In conclusione vi chiedo se esiste una qualche relazione tra reflusso acido e questa modesta iperemia dell'antro.

Ringraziandovi, vi auguro un buon proseguimento di giornata.

Cordialmente.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Significa che non esiste un rapporto temporale certo tra i sintomi e gli episodi di reflusso.
L' iperemia e' indice di gastrite che richiede una definizione istologica mediante biopsie. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 464XXX

Il reperto istologico riferiva "note flogistiche aspecifiche del chorion mucoso".
Quindi l'iperemia dell'antro è dovuta dal reflusso acido?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Puo' essere ma non è detto.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 464XXX

C'è un modo per capirlo?

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si certo, ad esempio la risposta alla terapia.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente 464XXX

È da tre anni che sono in terapia di mantenimento. Prima con omeoprazolo; ora con ranitidina.

[#7] dopo  
Utente 464XXX

Quindi? Saprebbe rispondermi? Grazie.

[#8]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Quindo va verificata la risposta alla terapia dal medico che la segue personalmente che valutera' se eseguire ulteriori accertamenti o modificare la terapia. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#9] dopo  
Utente 464XXX

Va bene Dottore, la ringrazio davvero tanto.
Un'ultima domanda: l'iperemia antrale può essere dovuta a uno svuotamento gastrico rallentato?

[#10]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non credo
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it