Asportazione tratto sigma stenotico, diverticolite con ascesso e presunto morbo di crohn

Buongiorno e grazie per questo spazio.
Vado a descrivere la mia situazione: a metà dicembre scorso, dopo tanti fastidi avuti sin dai primi di novembre, giungevo al PS con forti dolori addominali, sangue nelle feci (non completamente formate) e febbre.
A seguito di una prima visita e TAC, venivo trattenuto per il ricoverato nel reparto di chirurgia.
A seguito di TAC con mezzo di contrasto veniva riscontrata la presenza di diverticoli con ascesso peridiverticolare causato dalla perforazione di uno di diverticoli e la stenosi del tratto sigma.
Sono rimasto in ospedale 8 giorni a digiuno totale e senza acqua, alimentato con flebo e con somministrazione di antibiotici ev, al fine di scongiurare un intervento con applicazione di stomia, tentando di rudurre il fenomeno infiammatorio.
Stabilizzata la situazione, sono stato dimesso con indicazione di seguire una dieta priva di scorie, senza verdure, fibre, legumi, senza assumere cibi e bevande infiammanti, ma senza una terapia farmacologica.
L'unico farmaco prescritto è stato il normix da assumere la prima settimana di ogni mese.
Sono seguite altre 2 TAC con mezzo di contrasto dalle quali è emersa la riduzione dell'ascesso (inizialmente 58mmX52mm).
Il chirurgo, prima di programmare l'intervento per l'asportazione del tratto stenotico del sigma, mi ha fatto sottoporre a colonscopia dalla quella è emersa, altresì, la presenza di un polipo ed un quadro compatibile con il morbo di crohn.
In tale occasione non è stato possibile peocedere a polipectomia e biopsia in quanto il colon risultava fortemente irritato ed io non tolleravo il dolore a causa della parziale efficacia della sedazione.
Dopo la colonscopia mi è stata prescritta una terapia di 2 mesi con pentacol, intesticort, divercol, feedcolon.
Al termine della terapia sarò sottoposto a nuova colonscopia per bx e polipectomia.
Allo stato attuale, dopo un mese e mezzo di cura, non ho particolari fastidi all'addome ma vi è presenza di sangue misto a muco nelle feci.
Vorrei un'opinione sul percorso finora svolto e sulla presenza, ad oggi, di sangue misto a muco nelle feci.
Grazie.
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,5k 216
Non posso certo darle un parere sul percorso, ma posso dirle che in caso di diverticolosi la terapia più efficace è data da farmaci antinfiammatori specifici con azione sull ' intestino.

Prof. alberto tittobello

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio