Colon irritabile e sintomi associati

Gentilissimi dottori spero di essere precisa scrivendo quello che mi succede da un po' di tempo.
Circa un anno fa ho iniziato ad avvertire un dolore sotto il seno sinistro, dopo qualche mese notavo che insieme a questo dolore si gonfiava la parte alta della pancia e questi sintomi svanivano dopo l'evacuazione in bagno.
Il mio medico così mi ha prescritto un ecografia addominale che ho fatto a febbraio.
Nel frattempo in questi mesi ho avuto anche forti mal di testa, dolore alle spalle e una sensazione al petto di vuoto (come un lungo sospiro non fatto volontariamente) che mi portava poi un abbassamento di pressione.
Ho iniziato ad avvertire tremolii al viso in particolare nelle labbra a volte anche visibili e intorpidimento nelle guance.
Premetto che ho mio papà cardiopatico e con due ictus che l'hanno portato ad essere paralizzato a letto.
Come controlli ho fatto solo l'ecografia all'addome che ha riportato solo una piccola macchia di grasso nel fegato.
E ho eseguito un ecodoppler al collo che non ha riscontrato nessuna anomalia.
Adesso sono in attesa di effettuare ECG e visita cardiologica.
Descrivendo i sintomi correlati all'addome il medico che mi ha fatto l'ecografia mi ha dato come diagnosi COLON IRRITABILE e avevo anche fatto notare un leggero rigonfiamento vicino all'ombelico dalla parte sinistra.
Adesso il rigonfiamento si è esteso fino al fianco.
Ho preso per una settimana il DEBRITAT ma non ho visto alcun miglioramento.
Ora sono due giorni che improvvisamente ho debolezza e dolore al braccio e gamba sinistra e tremori in entrambe le braccia che ho sempre nel quotidiano ma che in queste occasioni peggiora e inizio a respirare per alcuni minuti con un po' di fatica ma la cosa strana è che sento la mancanza d'aria non come un fastidio che viene dal petto ma sempre nella pancia.
La parte gonfia a sinistra ogni tanto mi fa male e anche questo passa dopo che vado in bagno.
Purtroppo sono diventata una persona molto ansiosa...penso sempre che c'è qualcosa che non va se ho un po' di tosse senza influenza penso subito al peggio, stessa cosa con i mal di testa o quando mi fa male il braccio e quindi non so più se i miei sintomi sono veri o sono dovuti dalla continua paura di ammalarmi.
Il mio medico mi ha consigliato di fare colonscopia ma so che è un esame molto fastidioso.
Secondo voi tutto questo può essere dipeso dall'ansia e soprattutto questi episodi in cui si collegano braccia gambe e respiro corto sentendo il fastidio alla pancia può essere collegato al colon irritabile o può essere un problema al cuore?
Vi ringrazio per la vostra attenzione.
Cordiali saluti.
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,8k 223
Credo di essere perfettamente d ' accordo con il suo medico : lei ha dei disturbi che possono rientrare tutti in quella situazione variegata che è il colon irritabile ( in cui si possono avere disturbi anche al di fuori dell ' intestino ) e il suo stato ansioso li moltiplica. Cosa di cui lei stessa si rende conto. Il cuore non c' entra.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore mi scusi se rispondo dopo un mese ma non avevo letto la risposta. La aggiorno sulla mia situazione. Ho effettuato visita cardiologica con ECG ed è tutto nella norma a parte il fatto che devo perdere peso perché ho 32 anni sono alta 1.53 e peso 86 kg. Il cardiologo mi ha prescritto una visita endocrinologica per vedere se ho un inizio di prediabete o problemi alla tiroide. Oltre questo settimana ho iniziato ad avere un leggero rigonfiamento al piede e braccio sinistro come se il sangue non circolava bene. Il rigonfiamento che ho nella parte sinistra della pancia mi provoca dolore che si irradia al fianco e un po' alla schiena e in più nonostante ammetto che in queste due settimane mi sono limitata nel cibo ho perso 1.600 kg in 8 giorni quindi il mio medico ha insistito per la colonscopia. Volevo chiederle se è normale perdere questo peso in poco tempo e se il rigonfiamento nella pancia può essere sempre dovuto al colon irritabile. Sono molto preoccupata e ho paura di perdere altro peso. La ringrazio anticipatamente per la sua pazienza. Cordiali saluti.
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,8k 223
Non capisco perché si preoccupa di perdere peso. E' quello che vuole - giustamente- il suo medico. Se gli esami sono normali, continui così.

Prof. alberto tittobello

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore la ringrazio per la disponibilità. La mia paura è di avere una brutta malattia. E quindi associo la perdita di peso ad un possibile campanello di allarme. Lei quindi mi consiglia di effettuare la colonscopia? Ho letto di vari consulti con sindromi del colon irritabile e ci sono persone che con una cura riescono ad alleviare i sintomi. Che visita dovrei fare per avere una cura adatta che mi aiuti a convivere con questa cosa. Nel frattempo sto facendo un prelievo e sto provando a prenotare la colonscopia ma a Palermo in convenzione è praticamente impossibile. Oggi poi è una giornataccia perché continuo ad avere il dolore al fianco e sotto la pancia. Mi si era attenuato dopo essere andata in bagno ma adesso e ritornato. Dottore mi scusi per la mia ansia e la mia insistenza ma ho due bambini piccoli e l'ipotesi di avere qualcosa di grave mi porta ad una depressione che non so come gestire. Distinti saluti.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore mi scusi il disturbo ma da un ora circa ho ansia perché mi sto facendo prendere dal panico. Stamattina sono andata in bagno e dopo la defecazione nella carta igienica ho trovato molto sangue. Le feci erano normali e non ho fatto molto sforzo,anche l'acqua nel water era pulita, il sangue era presente solo quando mi sono pulita. Ho paura di avere un tumore al colon visto anche il rigonfiamento nella parte sinistra della pancia (che a me sembre sempre più gonfio e sembra che si sta distendendo anche nella parte centrale al di sopra dell'ombelico). So perfettamente che online è difficile dare un parere ma non so cosa fare e non so se faccio bene a preoccuparmi. Ho letto che il tumore al colon in età giovanile e raro, ma io ho troppa paura di sottovalutare la cosa e poi magari e troppo tardi per intervenire
[#6]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,8k 223
Ha ragione. Il tumore del colon alla sua età è rarissimo, a meno che non vi sia una grossa ereditarietà. Il fatto che certi suoi dolori regrediscano con l ' evacuazione dovrebbero tranquillizzarla. Il dolore provocato da un tumore non sparisce con l ' evacuazione. Non se sta già prendendo qualche prodotto per ridurre le fermentazioni intestinali, come per es. le compresse di simeticone da 120 mg ( anche 2 insieme dopo pranzo e dopo cena ). Forse può prenotare la colonscopia a Catania o a Messina, dove so che operano gastroenterologi ed endoscopisti tra i più esperti in Italia.

Prof. alberto tittobello

[#7]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio per la risposta veloce. Io non prendo nessun tipo di farmaco. L'unica mio sintomo che mi preoccupa e il dolore al fianco sinistro e questo rigonfiamento nella pancia. Per il resto sto bene. Alterno giorni in cui non vado in bagno a giorni in cui vado con fatica a rarissime volte in cui ho scariche. A volte il dolore che viene a livello della costola sinistra e il gonfiore addominale (a volte sembro veramente incinta di 9 mesi). Adesso ho ancora sangue abbondante se mi asciugo soprattutto davanti quindi sto iniziando a sospettare che sia ciclo anche se mi sembra strano perché ho avuto il ciclo due settimane fa ma siccome ho avuto un ciclo strano questo mese non so più cosa pensare. Forse intanto prenoto una visita ginecologica con ecografia. Ma lei quindi mi consiglia di fare la colonscopia?
[#8]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,8k 223
No, prima vorrei conoscere l' effetto dei vari prodotti antispastici, ma presi non solo per una settimana, come ha fatto.

Prof. alberto tittobello

[#9]
dopo
Utente
Utente
Ok dottore la ringrazio sempre per la gentile disponibilità. Io avevo preso solo il DEBRITAT. Settimana scorsa ho cambiato il mio medico di base, sono in attesa che l'ASL di competenza termini la pratica e spero che la mia nuova dottoressa mi sappia indirizzare la strada giusta,appunto con una cura adeguata al problema. Ma mi scusi la mia ignoranza l'assunzione di vari prodotti antispastici viene prescritta dal proprio medico curante o è meglio rivolgersi ad un gastroenterologo? Nel frattempo la aggiorno che il sangue di ieri era appunto flusso da ciclo infatti sto prenotando visita ginecologica con ecografia. Grazie sempre per tutto dottore mi rassicura parlare con lei. Buona giornata

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio