x

x

Colon irritabile?

Salve, chiedo un consulto in quanto abbastanza ipocondriaco e fatico a non essere troppo preoccupato di determinato sintomi.
Sono un ragazzo di 23 anni, non ho mai avuto problemi fino a quando qualche mese fa ho iniziato ad avere problemi a livello intestinale, stipsi, feci molli oppure un insieme di consistenze, con sensazione di gonfiore continua sopratutto dopo i pasti.
Circa due mesi fa ho effettuato degli esami del sangue e delle feci con risultati nella norma secondo parere medico, con un po’ di zuccheri e vitamina c bassa.
Circa un mese fa mi son recato da un gastroenterologo per una visita con ecografia relativa ai miei problemi, lui si è orientato su un colon irritabile e mi ha detto di prendere un integratore (Proxian) per circa un mese.
La situazione era leggermente migliorata fino a quando la scorsa settimana ho avuto due giorni di febbre e diarrea con presenza di muco, ho fatto esami del sangue con proteina c reattiva un po’ più alta e il medico ha detto che si trattava di gastroenterite virale.
Nell’arco di pochissimi giorni mi sono ripreso fisicamente del tutto ma da questo evento ho come la sensazione che l’intestino sia più sottosopra rispetto a prima.
Mi sento la pancia gonfia, con dolori lievi nella zona posteriore bassa della schiena, feci molto morbide quasi appiccicose di colore marrone molto chiaro con spesso pezzi di cibo e forse un po’ di muco.
Inoltre mi capita di andare in bagno più volte nella giornata per difficoltà nello scaricarmi completamente.
La mia domanda è se potesse esserci qualche sorta di infezione in corso dai sintomi oppure sono sempre sintomi relativi a questo colon irritabile?
Dovrei continuare a prendere il proxian?
Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Ida Fumagalli Gastroenterologo, Allergologo, Diabetologo, Pneumologo, Medico internista 699 18
Potrebbe essere colon irritabile ma anche una malattia intestinale cronica o una intolleranza alimentare emersa recentemente o il postumo di terapie antibiotiche
Hai mai sofferto di allergie?
I tuoi genitori o fratelli hanno disturbi simili?
Assumi farmaci o sostanze?
Sono tante le cose da valutare oltre alla necessità di una visita generale.
Rivolgiti al tuo medico che certamente saprà consigliarti.
Intanto posso solo dirti di provare almeno per 2 settimane a evitare latte e suoi derivati visto che è una intolleranza molto frequente
Eventualmente potresti sottoporti al breath test al lattosio
Comunque sempre dopo aver consultato il tuo medico
Altra cosa escludere parassiti e celiachia

Dr. Ida Fumagalli