x

x

Gastoenterologo

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentilissimo dottori intanto grazie per l’attenzione a chiunque si soffermi la leggere questo mio consulto, premetto intanto quanto segue, esami ematici tutti nella norma, e ECG nulla di rilevante tranne lieve soffio al cuore che ho Comunque dalla nascita, il problema che sto per esporvi nasce sopratutto a mezzo giorno tanto che ora mai per me il pasto di mezzogiorno sta diventando UN INCUBO, anche mangiando pasta in bianco, dopo poco cominciano forte eruttazioni continue in un minuto anche 6/7 eruttazioni, senza ritorno acidi ho altro accompagnate da alcuni battiti irregolari, che spariscono appena lo stomaco e diciamo stato liberato dal Gas, tornando a uno stato di quiete mente la sera per ora il problema non si presenta.
Nella visita cardiologica come sopra citato il medico non ha trovato nulla, e mi ha parlato di una sindrome epigastrica, come se la sacca del esofago vada leggermente a impegnare espandendo lo spazio del cuore creando una sorta di botta e risposta totalmente benigna ma fastidiosa, quindi esclusa la problematica cardiaca cosa posso fare per rimediare a tale problema anche perché dopo pranzo ovviamente devo lavorare, in oltre Lavoro solo io se pur con uno stipendio alto fino al hanno scorso riuscivo a vivere io e mia moglie senza problemi e metter Via anche qualche risparmio, adesso purtroppo un po’ meno visto il grande menefreghismo del nostro stato, mia moglie e rimasta senza lavoro perché l’azienda ha chiuso causa lavoro assente causa covid, lasciando questa parentesi più esser lo stress a portarmi la formazione di tutto ciò!?
Credetemi la mia vita sta diventando un inferno a causa di questo stupido problema Grazie a tutti anche per lo sfogo.
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,1k 1k 13
Lo stress può contribuire.
Provi a mangiare poco e spesso e si faccia prescrivere dal suo medico un breve ciclo (2 o 3 settimane) di levosulpiride.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la sua risposta, lo indicherò al mio medico, e di sicuro le farò sapere come andrà! Un abbraccio e un Grazie di cuore!
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore, ho provato come da lei indicato il farmaco con lievi miglioramenti, ma mi sorge una domanda, ho notato che questo fastidio sintomo chiamiamolo come vogliamo compare ogni qual volta ho il collo rigido, in oltre in questi giorni ho notato che se sto con il collo piegato per guardare in su il sintomo si presenta e stessa cosa se guardò in giù, come se fosse legato a questi gesti e premetto di aver il collo totalmente rigido, oggi un mio cliente parlando mi a detto ma non è che hai una compressione del nervo vago? A lui anni fa gli dava dei problemi simili migliaia di esami ECG e non hanno mai trovato nulla alla fine è andato da un ospteopata 2 sedute tutto ok? Può centrare una cosa del genere?
[#4]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 26,1k 1k 13
Possibile ma impossibile da verificare via web.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio