Sospetto di celiachia legata a disturbi intestinali

Buongiorno!
Ho appena ricevuto questo referto per la ricerca di una presunta Celiachia dopo un Test Genetico positivo e lievi sintomi che vanno e vengono di natura intestinale (aria, gonfiore, inappetenza, nausea, rarissimamente feci poco formate).
Premesso che la prossima settimana andrò dal medico che mi ha in cura, avere uno o più pareri professionali non mi sembra sbagliato.


Dieta libera da 5 mesi (almeno 100g di glutine al giorno), esami del sangue ripetuti 2 volte a distanza di 3-2 mesi, entrambi negativi.
Non so che pensare.
Potrebbe darsi che non abbia mangiato glutine per un tempo sufficiente a intaccare i villi?


MATERIALE INVIATO
Biopsie bulbo duodenale e secondo duodeno.


DESCRIZIONE MACROSCOPICA
Sei frammenti orientati.

GTI

DIAGNOSI
Villi ad architettura mantenuta: a.
m.>300 micron; epitelio cilindrico con irregolare infiltrazione linfocitaria (ILE 20% massimo, valutazione con CD3).
Nei limiti la profondità ed il numero di mitosi criptiche (V/C>2).
Moderata infiltrazione linfoplasmocitaria nella lamina propria; ghiandole di Brunner.


Si consiglia rivalutazione sierologica.


Grazie mille.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Il test genetico indica solo predisposizione alla celiachia. Ovviamente serve una rivalutazione gastroscoenterologica

Cordialmente

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)

Cos'è la celiachia e come si manifesta? Caratteristiche della malattia celiaca in adulti e bambini, esami da fare e consigli di alimentazione senza glutine.

Leggi tutto