Utente 242XXX
Gentili Dottori, vorrei porvi un quesito riguardo a quanto tempo dopo un rapporto "a rischio" oppure al ritardo delle mestruazioni é opportuno effettuare un test di gravidanza.Mi spiego meglio:dopo la sospensione della pillola per i previsti 7gg,ho cominciato il nuovo blister il giorno 14/11(mercoledì della scorsa settimana).La assumo ogni notte tra le 2.00 e le 3.00(a seconda della chiusura del mio locale commerciale).Lunedì notte(cioé tra lunedì e martedì, 6°pillola)l'ho assunta alle ore 2.00.Alle 5.00 del mattino mi sono svegliata con dolori addominali e ho avuto un episodio di diarrea.Non ho preso subito l'altra pillola per paura di un'altra evacuazione e l'ho presa alle ore 09.30.Come se non bastasse,alle 11.30 ho avuto di nuovo crampi addominali con evacuazione,ma non credo che fosse diarrea.Non volevo prendere la terza pillola perchè non ero sicura che fosse diarrea,non ho mai preso 3pillole in un giorno e non prevedevo di avere rapporti dal momento che il mio compagno era all'estero.Verso le 13.30,altri crampi e piccolissima evacuazione,ma non diarrea.Sorpresa da una licenza straordinaria del mio compagno,decido di prendere la 3°pillola alle 13.30,al limite delle 12ore dalla prima assunzione (mancava mezz'ora).A questo proposito volevo sapere se posso avere rapporti senza preservativo o se é il caso di usare il preservativo e per quanto.Nel dubbio, ieri abbiamo avuto un rapporto protetto(il primo dopo il suo ritorno) ma alla fine il preservativo non mi sembrava perfettamente calzato.Credo che lui non lo ha tenuto alla base quando abbiamo terminato il rapporto.Comunque mi sembrava che coprisse bene il glande.Ho paura di dirgli che ho avuto problemi nell'assunzione perchè tra 5gg partirà per l'Afghanistan e protettivo com'è,non vorrebbe farmi affrontare gran parte della gravidanza da sola!Da come parla lui, sembrerebbe che non ci siano state "fuoriuscite", ma non posso esserne sicura! A lui ho detto che dobbiamo usare il preservativo perchè ho un po' di irritazione e aspetto il risultato del tampone, quindi non si preoccupa per una gravidanza.Pensate che posso aver corso dei rischi?Nei prossimi giorni continueremo ad avere rapporti protetti, ma stavo pensando di sospendere la pillola prima della fine del blister in modo da vedere subito se ci sono stati "incidenti"! Pensavo a 4/5gg dopo l'ultimo rapporto.Nel mio caso, devo aspettare un eventuale ritardo (e quanti gg dopo) oppure si puó fare un test dopo un certo numero di giorni da un rapporto a rischio, senza attendere le mestruazioni?In questo ultimo caso, dopo quanti giorni? Vi renderete conto che sono un po' in ansia, anche perchè a volte"salto"il ciclo nonostante la pillola.Il mio ginecologo dice che non devo preoccuparmi per questi "salti", ma non vorrei che questo fosse uno di quei mesi, portandomi l'ansia e la paura alle stelle!Grazie!!!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le conviene attendere un ritardo prima di effettuare un dosaggio delle betaHCG,almeno 10 giorni dopo , per essere certi.
L'assunzione della pillola non altera l'esito dell'esame.
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/146-istruzioni-corretto-uso-contraccezione-ormonale.html
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 242XXX

Grazie Dott. Blasi. Aspetterò un eventuale ritardo di 10gg per effettuare il test, anche se un'amica farmacista mi aveva detto che bastavano anche solo 3gg.Piuttosto, vorrei porle nuovamente le domande delle quali non so le risposte: ritiene che i test venduti in farmacia siano affidabili? Devo avere rapporti protetti per qualche giorno (e quanti) oppure per tutto il blister (se il mio compagno non fosse partito)? Potrebbe essere una buona idea sospendere prima la pillola per sapere prima se ho un ritardo? Le 12 ore entro le quali prendere una seconda (e nel mio caso terza) pillola, é un periodo massimo? In alcuni consulti ho letto che alcuni suoi colleghi hanno tranquillizzato anche donne che hanno assunto la pillola con 13 ore di ritardo! Quindi dovrei stare tranquilla per le mie 11ore e mezzo no? Grazie ancora e buona serata!

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non ho nulla da obiettare sulle sue affermazioni ,sono d'accordo!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 242XXX

Gent.Dott. Blasi, mi dispiace tediarla ancora con le mie domande, ma come temevo le mestruazioni (previste per ieri) non sono arrivate. è una cosa che accade spesso (come potrebbe vedere da una mia precedente richiesta di consulto che peró non ha ricevuto risposta - non so se puó leggerla). Il mio ginecologo dice che non devo preoccuparmi di queste amenorree e che sono causate dalla pillola a basso dosaggi (Belara) e che non posso cambiarla perchè ho avuto un principio di alopecia e irsutismo dovuti all'ovaio micropolicistico, ma io onestamente sarei un po' stanca perchè ogni mese è da cardiopalma! Le mie domande sono queste: non sarebbe il caso di cambiare tipo di pillola?è proprio sicuro che non ce n'è una simile? Lei mi ha detto di attendere 10 giorni di ritardo per fare un test di gravidanza, ma se dovessi farlo prima (giusto per togliermi il pensiero) considerando che sono già passati 22gg dal "rapporto a rischio" e 17gg dall'ultimo (sono stati gli unici due dello scorso mese)? Sarebbe attendibile? Sarebbe normale avere avuto un leggero senso di nausea alla vista del cibo (che poi ho mangiato tranquillamente, anche se alla fine ho sentito una sensazione di amaro in bocca. Non sapore acido, ma amaro) dopo appena un giorno di ritardo? Grazie!

[#5] dopo  
Utente 242XXX

Mi permetto di scriverle ancora perchè ci sono state delle "novità".come le avevo detto, dopo i7gg di sospensione le mestruazioni non sono arrivate. Di solito (quando compaiono) lo fanno proprio all'ultimo giorno e infatti il mese scorso sono comparse nel primo pomeriggio di mercoledì 14 e ricominciavo a prendere la pillola la sera stessa. Questo mese, mercoledì scorso non sono arrivate, ma il mio ginecologo mi ha detto di ricominciare a prenderla regolarmente. Venerdì mattina, dopo due giorni di assunzione del nuovo blister, ho avuto delle perdite di sangue. A dire il vero avevo un brutto brufolo che ha sanguinato, ma sono sicura che nonostante ciò il sangue non dipendeva da lui (a causa della sua posizione localizzato verso la piega del gluteo ed a causa della posizione centrale della macchia di sangue). Provo ad usare un assorbente interno, ma questo non presentava tracce di sangue e sull'assorbente (esterno) di ieri ho poi trovato delle tracce marroncine che mi compaiono quando termino le mestruazioni.so che potrebbe trattarsi di spotting (che non ho piú avuto da circa sei anni) ma la mia domanda è: è possibile avere le mestruazioni con ritardo durante la pillola? Dopo due giorni di assunzione del nuovo blister, ovvero al decimo giorno dalla fine del precedente? In tanti anni di pillola non mi è mai successo!!! E se fosse spotting, perchè mi sarebbe comparso? Infine, se devo aspettare dieci giorni di ritardo, dovrei aspettare sabato prossimo per fare il test di gravidanza (e non resisto piú!). Un test effettuato dopo tre settimane dal rapporto a rischio, non è già attendibile? Grazie ancora e buona domenica.